Uso del cardiofrequenzimetro 2

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: Doriano, fujiko, gambacorta, franchino

Rispondi
Avatar utente
Doriano
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 23867
Iscritto il: 12 gen 2012, 9:22
Località: Milano Turro...ma anche Mantova e l'Emilia

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da Doriano » 26 giu 2018, 8:39

"notevole aumento" cosa significa?
PB:
10k: 43.03 (10k Alpin Cup Parco Nord MI - 15/11/15)
21k: 1.33.22 (Mezza di Novara- 24/1/16)
42k: 3.34.48 (Pisa Marathon - 18/12/16)
gabriele85
Novellino
Messaggi: 16
Iscritto il: 23 mag 2018, 17:56

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da gabriele85 » 11 lug 2018, 15:58

Ciao a tutti, ho recentemente fatto il lest della vo2max e del lattato. Il medico dello sport ha stabilito che il mio range di bpm:
fondo lento 144-160
medio è 160-176
potenza aerobica 176-186
oltre i 186 soglia lattacida,
battiti massimi 194.
Non mi è ben chiaro il concetto di corsa media dato un range così ampio, cioè correre un medio a 161 bpm o 176 bpm medi ci ballano almeno 30 secondi a km di velocità media, per essere maggiormente allenante dovrei quindi correre SULLA SOGLIA dei 176? e il lento a massimo 160 bmp? vi ringrazio per le risposte
Avatar utente
borzo
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 165
Iscritto il: 25 mar 2011, 15:50

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da borzo » 20 lug 2018, 13:14

Ciao, domanda imbecille sicuramente ma come posso calcolare le mie zone cardiache?
Uso un'app sul telefono che si chiama My Running App che funziona molto bene e posso allenarmi e stare in zona grazie alla fascia cardio Garmin che ho associato al telefono e ai messaggi che mi arrivano alle cuffie.

Il punto e' che mi sembra che le zone che abbia fatto lui siano un po' troppo conservative.

Queste le zone che mi propone l'app in base a eta' e peso (peso 78kg * 1.77m * 32 anni):

Facile: meno di 111 BPM
Brucia grassi: 111-130 BPM
Aerobica: 130-149 BPM
Anaerobica: 149-167 BPM
Linea Rossa: piu' di 167 BPM

Questa la mia ultima corsetta:
https://www.strava.com/activities/1713543818

Il problema e' che anche solo a correre lentissimo (quasi camminando) sono sui 150 BPM, correndo e sudando parlando a tratti sono sui 165/167 BPM, correndo veloce sono sui 175/177 BMP e dando il massimo arrivo facile a 190 BPM.
A riposo sono sui 67/70 circa.

Consigli? Anche su piani di allenamento che potrei seguire per incrementare la distanza sul tempo (obiettivo moribondo). Grazie 1000!
A man is rich in proportion to the number of things which he can afford to let alone. ~Henry David Thoreau
Avatar utente
zeromaratone
Guru
Messaggi: 4493
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da zeromaratone » 20 lug 2018, 14:39

Se hai iniziato a correre da poco, non puoi seguire facilmente le zone (che sono corrette) perché non hai una buona fitness cardiorespiratoria.
Dopo circa 2 mesi puoi ragionevolmente applicare le zone al tuo passo...
Passatore17: 14h33 2018Londra,Milano
2017Chicago,del riso 2016 Pisa 3:59:15 Berlino, Milano 2015New York,Torino 2014Torino
21k 1:46:48 (SGaudenzio2016)
Il mio libro: preparare maratona da 0
Avatar utente
borzo
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 165
Iscritto il: 25 mar 2011, 15:50

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da borzo » 20 lug 2018, 15:13

Quindi cosa mi consigli? Allenarmi senza le zone solo con il ritmo o con la respirazione in attesa che la mia frequenza cardiaca scenda ai livelli delle zone?

Insomma lascio perdere la FC? Credevo fosse uno dei modi migliori per allenarsi senza rischiare di morire di fatica facendo oltre quello che il corpo permette.
A man is rich in proportion to the number of things which he can afford to let alone. ~Henry David Thoreau
Avatar utente
zeromaratone
Guru
Messaggi: 4493
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da zeromaratone » 20 lug 2018, 15:45

Dipende ... è un tipo di allenamento relativamente in voga. Se non hai superato il moribondo a 32 anni l’Asia perdere le zone e corri mantenendo ritmo e chilometraggio. Dovresti fare anche delle ripetute.
L’obiettivo moribondo deve essere facile per te
Passatore17: 14h33 2018Londra,Milano
2017Chicago,del riso 2016 Pisa 3:59:15 Berlino, Milano 2015New York,Torino 2014Torino
21k 1:46:48 (SGaudenzio2016)
Il mio libro: preparare maratona da 0
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1255
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da d1ego » 20 lug 2018, 17:52

In alternativa alle ripetute "classiche", che potrebbero essere troppo faticose per te ora, potresti fare degli intervalli basati sul cardiofrequenzimetro; per esempio che cosa succede se corri a 6'/km (moribondo) per 5' e poi cammini veloce per 3'?
Avatar utente
zeromaratone
Guru
Messaggi: 4493
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da zeromaratone » 20 lug 2018, 18:13

Esatto ! Puoi procedere a un fartlek in cui alterni 1 km a 6,30/km con il successivo più veloce. Dal cardio ottieni delle indicazioni su quanto vada su la tua FC. Se corri a 6/km vai già in zona 5?
Passatore17: 14h33 2018Londra,Milano
2017Chicago,del riso 2016 Pisa 3:59:15 Berlino, Milano 2015New York,Torino 2014Torino
21k 1:46:48 (SGaudenzio2016)
Il mio libro: preparare maratona da 0
Avatar utente
CarloR
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1766
Iscritto il: 14 mar 2014, 15:49
Località: Milano, Lomellina e Valtidone

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da CarloR » 20 lug 2018, 20:14

Ciao @borzo io allungherei il tempo di corsa fino ad arrivare all'ora di corsa continua (o con una pausa di 2/3 minuti di camminata nel mezzo) a respirazione facile senza badare al ritmo, al cardio e a quelli che ti superano :)
Poi potrai velocizzare aumentando anche i chilometri e pian piano al moribondo ci arriverai, ma al momento per te è comunque presto per avere dei riferimenti validi dal cardio, che implica conoscere la tua fcmax, cosa non banale
Avatar utente
zeromaratone
Guru
Messaggi: 4493
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da zeromaratone » 20 lug 2018, 20:28

@borzo ho visto il tracciato su Strava... 7:34 è un passo alto per un 32enne solo leggermente sovrappeso.
Da quanto tempo hai iniziato ?
Passatore17: 14h33 2018Londra,Milano
2017Chicago,del riso 2016 Pisa 3:59:15 Berlino, Milano 2015New York,Torino 2014Torino
21k 1:46:48 (SGaudenzio2016)
Il mio libro: preparare maratona da 0
Rispondi

Torna a “Allenamento e tecnica”