Uso del cardiofrequenzimetro 2

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: gambacorta, franchino, Doriano, fujiko

Rispondi
Avatar utente
CarloR
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1835
Iscritto il: 14 mar 2014, 15:49
Località: Milano, Lomellina e Valtidone

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da CarloR » 13 mag 2018, 22:00

Io con una fcmax di 195 faccio i lenti tra i 135 e i 145 e corsa veloce sui 175/180
Tieni però conto che i lenti li faccio con amici senza guardare il cardio e quelli che hanno FC max molto minori di me li fanno con FC non molto diverse, per cui ho maturato una convinzione (basata unicamente sulla mia esperienza e senza voler convincere nessuno) che correre con le % di FCmax se non si hanno fcmax molto vicine ai valori medi (220-età) non abbia molto senso.

Per la San ti consiglio una bella gara da 10k e vedere la media dei primi 9k
ensi80
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 721
Iscritto il: 13 mag 2017, 10:20

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da ensi80 » 14 mag 2018, 16:15

Perfetto, grazie per le dritte @CarloR!



edit dimenticavo, per una corsa media (ho trovato un articolo che parla dell'87% - 92% di fc max però mi sembra eccessivo) , con quanti km posso iniziare?



Inviato dal mio PE-TL10 utilizzando Tapatalk
Avatar utente
spaurus
Maratoneta
Messaggi: 465
Iscritto il: 28 ott 2012, 23:10

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da spaurus » 14 mag 2018, 22:35

Ciao, brevemente mi piacerebbe correre per perdere un po' di peso.
Sono stato senza correre 5 settimane per un problema alla schiena. Nel momento dello stop ero tornato a correre 40/45km settimana intorno ai 5 al km più o meno.

Complice lo stop e il rientro a regime mi sarebbe piaciuto fare un paio di mesetti non considerando il tempo o la velocità ma la frequenza cardiaca per bruciare il più possibile.

Ora se riesco con gambe e schiena farei 3 uscite da 8km e una da 10/11.
Mi spiegate come fare x prendere la frequenza di riferimento e calcolare da lì la finestra in cui stare x bruciare più possibile? Così imposto il Garmin che mi avverta quando sto sotto o sopra.

Ho 33anni e la mattina quando mi sveglio sto intorno ai 50/55 battiti ma a breve ricontrollo.

Grazie a tutti.
5 KM : 00:21:46 (12k di Cuneo 27/09/2014)
10 KM : 00:43:27 (12k di Cuneo 27/09/2014)
MEZZA : 01:41:08 (1° La Mezza del Marchesato 30/03/2014)
30 KM : 2:42:07
MARATONA : 4:10:27 (28° Turin Marathon 16/11/2014)
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1385
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da d1ego » 15 mag 2018, 14:05

5'/km non è affatto male, potresti correre togliendoti altre soddisfazioni che non quelle di dimagrire. Quanto pesi?
Di correre per dimagrire se ne parla ampiamente in un thread apposito: viewtopic.php?f=5&t=44649&start=1160
Ho visto che ci sei, le risposte più corrette arriveranno li.
La risposta che trovi spesso e che ti daranno altri è che la "fat burning zone" è tra il 60 ed il 70% della tua FCmax, che ti diranno di calcolare con la formula 220-età. Beh... E' TUTTO SBAGLIATO e spiegato in più punti nel thread citato.
In sostanza ed in breve, più corri (distanza e velocità) meglio è. A parità di tempo dedicato, l'attività che fa dimagrire di più sono le ripetute brevi, poi il medio/soglia/progressivo, per ultimo i lenti. Però ti consiglio di variare e di fare un po' di tutto.
Il mio diario: http://www.runningforum.it/viewtopic.php?f=16&t=46915
A Ravenna solo da turista :cry:
Avatar utente
spaurus
Maratoneta
Messaggi: 465
Iscritto il: 28 ott 2012, 23:10

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da spaurus » 15 mag 2018, 15:34

grazie mille, arrivo da un 6 anni circa di corsa non gestita che si mi ha fatto fare delle corse come anche una maratona, ma praticamente solo durante la preparazione della maratona ho perso effettivamente peso per via dell'impennata di km fatti.

Ora vuoi per il tempo o per la fatica che faccio per la schiena vorrei massimizzare le uscite e concentrare solo la perdita di peso.
Ora sono circa 95/98kg e mi piacerebbe arrivare ad 88 lentamente e non perchè non mangio ma perchè ho aumentato l'attività.

sono un quintalotto ma sono anche alto un metro e novata per cui non sono un panzone ma solo grosso :)
5 KM : 00:21:46 (12k di Cuneo 27/09/2014)
10 KM : 00:43:27 (12k di Cuneo 27/09/2014)
MEZZA : 01:41:08 (1° La Mezza del Marchesato 30/03/2014)
30 KM : 2:42:07
MARATONA : 4:10:27 (28° Turin Marathon 16/11/2014)
gabriele85
Novellino
Messaggi: 16
Iscritto il: 23 mag 2018, 17:56

FREQUENZA CARDIACA AEROBICA

Messaggio da gabriele85 » 23 mag 2018, 18:06

Ciao a tutti, sono circa 3 mesi che utilizzo la fascia cardiaca per monitorare la frequenza. Ho 33 anni, peso 80kg e corro regolarmente da 4 anni, faccio gare amatoriali sui 10 km e diverse spartan race con distanze dagli 8 ai 16 km. Premetto che non sono assolutamente un fulmine, ho un personale sui 10 km di 49 minuti.
Secondo la formula standard la mia fcmax dovrebbe essere 187, per correre in zona aerobica quindi (70%-75% circa) dovrei rimanere intorno ai 130-140 battiti minuto e qui che sorge il problema. A 130-140 battiti sono pratiamente fermo, cioè faccio jogging non corsa, per farvi capire sono a 8 minuti a chilometro! Corro la 10km spingendo in 50 minuti ad una frequenza media di 180. Sinceramente correre un lungo agli 8 al km lo trovo oltre che estremamente noioso anche DEALLENANTE è solo una mia sensazione o è effettivamente cosi? Per cercare di spiegare meglio io a 150-160 battiti corro senza fiatone e riesco tranquillamente a parlare e secondo le tabelle sarei già all'85% della mia fcmax!
Sinceramente mi sento abbastanza in forma ma i rilevamenti della frequenza sembrerebbero dire l'opposto. Potete darmi il vostro parere?
Avatar utente
CarloR
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1835
Iscritto il: 14 mar 2014, 15:49
Località: Milano, Lomellina e Valtidone

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da CarloR » 24 mag 2018, 9:22

Lascia perdere la frequenza massima teorica.
Dovresti capire qual'è quella reale che sarà sui 190/195, e da lì impostare i vari ritmi, ma serve realmente?
I riferimenti li hai praticamente già tutti, usa quelli.
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1385
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da d1ego » 24 mag 2018, 12:46

@gabriele85, dai un'occhiata al thread prima di chiedere. Probabilenmte la risposta alle tue domande c'è già, per esempio, nel post subito prima del tuo.
Il mio diario: http://www.runningforum.it/viewtopic.php?f=16&t=46915
A Ravenna solo da turista :cry:
Cosmico72
Novellino
Messaggi: 40
Iscritto il: 25 mag 2017, 0:02

Re: FREQUENZA CARDIACA AEROBICA

Messaggio da Cosmico72 » 24 mag 2018, 14:04

[quote="gabriele85"]


Ciao Gabriele, sei +/- come me, aspetta di uscire dalll'essere allenato e vedreai che ridere. (o meglio, rimani allenato per sempre)

Capisco quando dici che "non ti diverti".

Lasciando perdere altri consigli che trovi qui e in altri 300'000 siti internet che parlano di questo argomento, perché non vai a correre con le zavorre?
Pesi alle caviglie (2.5 Kg a caviglia), pesi alle braccia (2 bei manubri da 3 Kg, quelli da donna plastificati, altrimenti rischi di farti male con i dischi mentre corri) e una calottina gilet da 15 o 20 Kg?

Se provi, poi fammi sapere se non ti sei divertito, fatti un 10 Km, vedrai dopo la corsa che figata, ti sembrerà di volare.
Ultima modifica di Doriano il 24 mag 2018, 14:28, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: quote non necessario
gabriele85
Novellino
Messaggi: 16
Iscritto il: 23 mag 2018, 17:56

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da gabriele85 » 24 mag 2018, 15:39

Ciao Cosmico, non penso abbia molto senso correre zavorrati e comunque in ogni caso dovrei andare ancora più piano per mantenere la fc sotto i 150. Facendo spartan e alcune gare di trail corro spesso nei boschi in salita, ovviamente molto più piano che per strada e quando spingo un minimo sono costantemente sopra i 180 bpm. Secondo le "tabelle generiche" io praticamente non mi sono mai allenato in fascia aerobica! Anche facendo una corsetta leggerissima 7.30 min/km per un ora ho 155bpm per intenderci. Ora chiedo a voi che siete sicuramente più esperti, per un lento lungo dovrei veramente correre sotto i 150bpm alla ridicla velocità di 7.30 min/km??
Rispondi

Torna a “Allenamento e tecnica”