TOPO athletic

Moderatori: fujiko, gambacorta, gian_dil

Avatar utente
maarco72
Top Runner
Messaggi: 9306
Iscritto il: 5 gen 2013, 10:59
Località: rho(mi)

Re: TOPO athletic

Messaggio da maarco72 »

Ovviamente opinione soggettiva..tra l'altro due tipologie di corsa differenti (soprattutto piedi.. io spingo poco causa tendine),
Sicuramente con drop basso soffro meno con il tendine,da qui curiosità nel provare st3(difficile trovare offerte :cry:
:beer: :beer: :batman:
Avatar utente
ubald
Ultramaratoneta
Messaggi: 1777
Iscritto il: 24 ago 2012, 10:05
Località: Gela e Bari

Re: TOPO athletic

Messaggio da ubald »

kondalord ha scritto:
14 giu 2020, 17:28
quindi più si va lenti e più c'è bisogno di una scarpa ammortizzata?

Per me che vado a 5/5:20 cosa mi consigliereste?
in ottica natural non è rilevante la tua velocità nella scelta della scarpa, ma piuttosto rispetto alla tue velocità relative ci sono scarpe più indicate per andare forte e più indicate per andare piano. A mio parere se tocca andare forte sull'innaturale asfalto una suola un poco più spessa, conservando una buona flessibilità aiuta. Ad esempio la magnifly io la trovo buona per le velocità intermedie e vicine alla soglia, perchè per il lento puro, dal mio punto di vista, son troppo rigide, il piede lavora poco e il passo appare più "spigoloso"
Avatar utente
ubald
Ultramaratoneta
Messaggi: 1777
Iscritto il: 24 ago 2012, 10:05
Località: Gela e Bari

Re: TOPO athletic

Messaggio da ubald »

maarco72 ha scritto:
14 giu 2020, 23:41
Uso magnifly sarò sui 200km... sempre per i lenti non le trovo adatte per altro... appena ho occasione prendo le st3( per i lavori ovviamente)
forse la st3 è la miglior scarpa di compromesso di altra. Se la cava al lento, sensibile ma protettiva quando si accelera, ottima su sterrato facile (con la magnifly c'è più rischio di storte)
Avatar utente
kondalord
Maratoneta
Messaggi: 256
Iscritto il: 2 ago 2016, 18:54
Località: Altamura

Re: TOPO athletic

Messaggio da kondalord »

:(
ubald ha scritto:
15 giu 2020, 11:56
kondalord ha scritto:
14 giu 2020, 17:28
quindi più si va lenti e più c'è bisogno di una scarpa ammortizzata?

Per me che vado a 5/5:20 cosa mi consigliereste?
in ottica natural non è rilevante la tua velocità nella scelta della scarpa, ma piuttosto rispetto alla tue velocità relative ci sono scarpe più indicate per andare forte e più indicate per andare piano. A mio parere se tocca andare forte sull'innaturale asfalto una suola un poco più spessa, conservando una buona flessibilità aiuta. Ad esempio la magnifly io la trovo buona per le velocità intermedie e vicine alla soglia, perchè per il lento puro, dal mio punto di vista, son troppo rigide, il piede lavora poco e il passo appare più "spigoloso"
Io attualmente corro sui 5:00/5:20 solo su asfalto (a volte sono arrivato ad una soglia sui 4:40) con le FF ma le trovo un po' dure oltre i 5km, con dolorini annessi i giorni seguenti, soprattutto se arrivo alla velocità di soglia...

Quindi avevo pensato di passare a scarpe con drop diversi da zero per una maggior protezione, ma qui mi è stato detto per questa situazione mi conviene mantenere il drop 0 e usare una scarpa più protettiva, che mi pareva aver capito fosse la Magnify... Tu dici che nel mio caso non vanno bene?

Ubald ma lento puro cosa intendi? Forse la velocità di riscaldamento tipo un 6:00 ?
Avatar utente
ubald
Ultramaratoneta
Messaggi: 1777
Iscritto il: 24 ago 2012, 10:05
Località: Gela e Bari

Re: TOPO athletic

Messaggio da ubald »

non esiste un dato assoluto, lento rispetto ai tuoi ritmi. Se vai a 4'40" in soglia, direi che da 5'30" a 6'00" stai andando a varie gradazioni del lento.
Ma da quanto corri con le ff? Sei normopeso? (vedo che siamo conterranei, in tutto ciò! momento orgoglio).
Il problema dell'asfalto è che non è una superficie naturale, quindi in una maniera o nell'altra fa male a tutti. Quando ti ci abitui alle minimal e ti rinforzi si diminuisce il problema, che comunque persiste.
Detto questo, vedrei meglio le st3 perchè più flessibili, complessivamente più morbide. Le magnifly le vedo meglio per lavori al medio per tempi lunghi. Secondo me nel lento puro e magari nel lungo lento per chi usa già scarpe barefoot non sono indicate.
Avatar utente
kondalord
Maratoneta
Messaggi: 256
Iscritto il: 2 ago 2016, 18:54
Località: Altamura

Re: TOPO athletic

Messaggio da kondalord »

Esatto siamo conterranei :mrgreen:

Di solito Sono 1,78 x 78kg ma in questo periodo sono arrivato a 84Kg :pig:

Uso solo scarpe vivobarefoot (casual) dal 2016, per correre invece ho alternato scarpe classiche alle Altra per un pò e poi son passato a :
Altra superior e torin
vivobarefoot stealth
merrel vapor glove 3
e ora sto usando le FF da circa un anno (tolti i mesi della pandemia... )

in questi anni non sono riuscito a fare i 10 Km che facevo prima del passaggio al natural running, forse solo con le altra superior, ma la sensazione di "molleggiamento" che avevo mentre le usavo non mi piaceva per niente [-(

Quindi mi sono tenuto sempre intorno ai 5 Km con le FF/merrel glove/stealth II, oltre ho fatidi nei gironi a seguire.... ecco perchè vorrei provare un altra tipologia, e avevo pensato alle Topo fly lite / le mgnifly. Praticamente vorrei ritonare a fare i 10 Km senza troppi molleggiamenti (Altra) o colpi secchi ( FF/merrel glove/stealth )
Invece mi consigli le ST, quindi meglio rimanere su un intermedia tra FF e Altra ?
Avatar utente
fitzcarraldo
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 205
Iscritto il: 25 gen 2017, 18:35

Re: TOPO athletic

Messaggio da fitzcarraldo »

mi inserisco un attimo anche io nel discorso che trovo interessante, corro praticamente solo con FF su strada, e su trail uso sia FF che Altra Superior.
come leggevo sopra anche io ho trovato le Superior fastidiosamente molleggianti (su strada non le userei mai), tanto da usarle sempre senza soletta.
con FF su strada mi trovo bene sia nel lento (anche lungo, ci ho fatto due Ironman) che nel veloce da soglia in su, quello che mi mette in difficoltà è il medio veloce, diciamo che una mezza fatta in 1h37" che per me era abbastanza svelta è stata sicuramente la corsa che mi ha lasciato i postumi peggiori... e visto che in futuro vorrei provare una maratona (mai fatta finora) avevo anche pensato di provare una scarpa un pelo meno minimalista delle V-Run... senza però trovarmi una suola molleggiata come le Altra che ho.
Vedo che c'è chi ha buona esperienza di questo tipo di scarpe e quindi chiedo per capire quale scarpa potesse fare al caso mio, avevo pensato alle ST-3 perchè sono quelle con meno gomma, così come i modelli Altra più bassi (Vanish mi pare), non so se risultino anche questi troppo morbidi e molleggianti, ma ho ritrosie ad aumentare lo stack.
Non so neanche se sia una buona idea o se sia meglio per me insistere con le FF (e magari lasciar perdere mezze e maratone su strada), però avevo comunque voglia di provare qualcos'altro.
Accetto consigli e ringrazio anticipatamente
Avatar utente
ubald
Ultramaratoneta
Messaggi: 1777
Iscritto il: 24 ago 2012, 10:05
Località: Gela e Bari

Re: TOPO athletic

Messaggio da ubald »

kondalord ha scritto:
15 giu 2020, 16:03
Esatto siamo conterranei :mrgreen:

Di solito Sono 1,78 x 78kg ma in questo periodo sono arrivato a 84Kg :pig:

Uso solo scarpe vivobarefoot (casual) dal 2016, per correre invece ho alternato scarpe classiche alle Altra per un pò e poi son passato a :
Altra superior e torin
vivobarefoot stealth
merrel vapor glove 3
e ora sto usando le FF da circa un anno (tolti i mesi della pandemia... )

in questi anni non sono riuscito a fare i 10 Km che facevo prima del passaggio al natural running, forse solo con le altra superior, ma la sensazione di "molleggiamento" che avevo mentre le usavo non mi piaceva per niente [-(

Quindi mi sono tenuto sempre intorno ai 5 Km con le FF/merrel glove/stealth II, oltre ho fatidi nei gironi a seguire.... ecco perchè vorrei provare un altra tipologia, e avevo pensato alle Topo fly lite / le mgnifly. Praticamente vorrei ritonare a fare i 10 Km senza troppi molleggiamenti (Altra) o colpi secchi ( FF/merrel glove/stealth )
Invece mi consigli le ST, quindi meglio rimanere su un intermedia tra FF e Altra ?
le superior le ho anche io, ma come la gran parte delle Alra siamo lontani dalle minimal, sono una scarpa "furba" per chi passa dalle classiche alle vere minimal, che hai usato. Secondo me ti trovi al punto che se vorrai, riducendo le distanze, puoi usare vivobarefoot e vapor glove piano piano sempre di più e rinforzarti.
La st è ottima intermedia, vero.
Il mio approccio però è quello che se ci si vuole convertire ad una vera minimal, le intermedie e le alte non vanno bene. Occorre accettare di ridurre drasticamente le distanze e confrontarsi con scarpe molto basse e flessibili che fanno lavorare piedi e polpacci. Dovrebbe aiutarti a lavorare in automatico sulla tecnica, anche!
fitzcarraldo ha scritto:
15 giu 2020, 16:39
mi inserisco un attimo anche io nel discorso che trovo interessante, corro praticamente solo con FF su strada, e su trail uso sia FF che Altra Superior.
come leggevo sopra anche io ho trovato le Superior fastidiosamente molleggianti (su strada non le userei mai), tanto da usarle sempre senza soletta.
con FF su strada mi trovo bene sia nel lento (anche lungo, ci ho fatto due Ironman) che nel veloce da soglia in su, quello che mi mette in difficoltà è il medio veloce, diciamo che una mezza fatta in 1h37" che per me era abbastanza svelta è stata sicuramente la corsa che mi ha lasciato i postumi peggiori... e visto che in futuro vorrei provare una maratona (mai fatta finora) avevo anche pensato di provare una scarpa un pelo meno minimalista delle V-Run... senza però trovarmi una suola molleggiata come le Altra che ho.
Vedo che c'è chi ha buona esperienza di questo tipo di scarpe e quindi chiedo per capire quale scarpa potesse fare al caso mio, avevo pensato alle ST-3 perchè sono quelle con meno gomma, così come i modelli Altra più bassi (Vanish mi pare), non so se risultino anche questi troppo morbidi e molleggianti, ma ho ritrosie ad aumentare lo stack.
Non so neanche se sia una buona idea o se sia meglio per me insistere con le FF (e magari lasciar perdere mezze e maratone su strada), però avevo comunque voglia di provare qualcos'altro.
Accetto consigli e ringrazio anticipatamente
anche per me i ritmi da medio e soglia (quindi grosso modo il ritmo da mezza maratona) sono quelli che più mi sollecitano. Dopo una mezza in 1h 33', che per me era al massimo della possibilità nel 2014, quando facevo molta strada e poco trail, con le new balance mr00, a conclusione avevo difficoltà a camminare per i dolori ai piedi (muscoli ok, articolazione non mi danno problemi con le minimal) ma c'è da dire che le mr00 erano strette per la mia pianta.
La st3 potrebbe essere un buon compromesso, ma come dicevo altrove (forse su spiritotrail) le scarpe mediamente protettive ti permettono di spingere di più, ma se sei oltre le possibilità fisiche tue (che con le minimal significa che i muscoli hanno esaurito la propria capacità eccentrica e diventano sempre più rigidi e meno funzionali nel dissipare l'impatto) te ne accorgi tardi e pagherai le conseguenze. Mentre con le scarpe classiche spesso questo vuol dire problemi articolari, con le minimal vuol dire problemi muscolari e tendinei (come conseguenza della rigidità muscolare, che provoca tensioni anomale dei tendini).
Il mio approccio (uso le drop 0 tendenzialmente rasoterra dal 2012, in rotazione ho anche drop 0 alte tipo altra the one o topo magnifly o altra solstice, usate ogni tanto per variare l'appoggio e quando devo riposare i polpacci) è il seguente: allento la distanza, possibilmente con dislivello e fondi misti, anche naturali, a ritmi lenti con scarpe rasoterra e flessibilissime (vapor glove, vivobarefoot varie, qualche scarpa cinese sottile) cosicchè le mie gambe siano resistenti sulla distanza. Nella corsa rigenerante uso un po' di tutto a seconda di cosa voglio ottenere, ma tendenzialmente scarpe minimali.
Lavori di qualità e più veloci sia con le stesse scarpe rasoterra citate che con scarpe come le st3, quindi natural intermedie: trovo che facendo la gran parte delle base con le barefoot, poi si possano costruire i ritmi più veloci con scarpe più protettive che ci aiutino a gestire lo shock di fondi duri come l'asfalto. Altro trucco è fare tempo run e medi su fondo naturale, quando si può. Si perde qualche secondo a km (pochi se il fondo è facile) e se ne guadagna in minor trauma con grande lavoro per il sistema aerobico e per la forza, senza sacrificare la capacità delle gambe di girar veloci.
Avatar utente
kondalord
Maratoneta
Messaggi: 256
Iscritto il: 2 ago 2016, 18:54
Località: Altamura

Re: TOPO athletic

Messaggio da kondalord »

Grazie mille della consulenza! Proverò a fare come dici tu, userò e FF/ vapore glove per fare poco , per un bel po' di tempo e aumenterò poi pian piano...

Ottima idea quella di provare ad alternare dei Trail, conosco un sentiero qua vicino ma non è molto facile e credo che le mie superior 2 non vadano bene, anche perché sono abbastanza ridotte male(le ho usate per lavori in campagna ahaha) me ne consigli una da Trail ?
Ultima modifica di kondalord il 15 giu 2020, 18:35, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
ubald
Ultramaratoneta
Messaggi: 1777
Iscritto il: 24 ago 2012, 10:05
Località: Gela e Bari

Re: TOPO athletic

Messaggio da ubald »

la topo fa alcune scarpe da trail molto buone, sennò in casa altra non saprei. Io ho preso le mt king ma non ancora provate, da fondo tecnico. Altrimenti le eccellenti merrell trail glove 5: tasselli poco pronunciati e drop 0 più protettiva che nelle passate edizioni: prima la trail glove era davvero sottile, ora protegge e sostiene di più anche per fondi pietrosi "dolorosi"

Torna a “Altre marche”