ON CLOUDFLOW

Moderatori: fujiko, gambacorta, gian_dil

zack
Mezzofondista
Messaggi: 106
Iscritto il: 12 giu 2020, 8:39

ON CLOUDFLOW

Messaggio da zack »

Eccomi qui a raccontare il "primo contatto" con le Cloudflow 2020, che si aggiungono alla già nutrita serie di scarpe 😁. Vi anticipo che le foto le trovate in fondo a questo post.

Piccola premessa: peso 58-59 kg e, causa problemi alla schiena, non tollero scarpe eccessivamente morbide.
Attualmente ho un giro di Adidas SL20, Adidas Adizero Pro, Salomon Sense 4/Pro (per trail veloci) e New Balance Fuelcell Rebel.

Stavo cercando una scarpa per oltrepassare i 15km senza avere le gambe troppo affaticate e problemucci vari, perciò utilizzando praticamente tutte scarpe secche mi serviva un po' di ammortizzazione in più. Avevo già adocchiato le ON qualche mese fa e, complice il mio preparatore atletico che le utilizzava da un po' di tempo, ho deciso di provarle.

ESTETICA
La versione 2020 è decisamente più bella della precedente. Io ho preso la colorazione bianca e nera e devo dire che fa la sua porca 🐷 figura. È rifinita bene ed è curata nei dettagli.

CALZATA
Io ho il piede magrissimo, collo alto e pianta larga, e mi sono trovato subito molto bene. La sensazione è quella di una scarpa molto comoda, ma comunque "ferma". Stringe il giusto sul tallone e davanti c'è ampio spazio per le dita.

TOMAIA
Il materiale mi è piaciuto subito. Molto morbido rispetto al Clermesh della Adizero Pro, tiene bene il piede. È molto leggero perciò credo che non dia problema di traspirazione. L'allacciatura non offre tutte le personalizzazioni della Adizero Pro se non il solito "ultimo buco", ma sembra che non ce ne sia bisogno. Nella prima uscita, dopo 8km, ha iniziato però a darmi un po' fastidio il mignolo sx; forse non l'avevo allacciate bene?

AMMORTIZZAZIONE
Appena calzata in negozio mi pareva troppo morbida, ma quando poi ho iniziato a correre ho notato subito la sua doppia personalità. Davanti l'intersuola -anche se diretta- è morbida senza eccedere, mentre il tallone risulta un po' rigido (che a me va benissimo perché non sono un tallonatore). Nella prima uscita a me è piaciuta e non mi ha dato alcun problema alla schiena.

SUOLA
Beh, siamo sinceri: la Continental della SL20 o Adizero Pro non la batte di certo! Ho dei dubbi sul bagnato, ma mi riservo di provarle in una giornata veramente piovosa (oggi era un continuo alternarsi di sole e pioggerella). La particolare forma dell'intersuola, che risulta come "forata", in una strada bianca che percorso durante l'allenamento ha raccolto un bel sassolino fra un cloud e l'altro (4m di diametro, circa). Niente di grave, ma anche questo è un punto da tenere d'occhio e valutare.

COMPORTAMENTO
Oggi avevo un lento, che per me che ho iniziato a correre da 3 mesi (e ho 45 anni) è ancora a 5:00🚶‍♂️. A quel passo non mi son sembrate a loro agio, anche se comunque non erano scomode. Poi però, durante qualche allungo, sono arrivato velocemente sotto i 4:00 e lì era proprio tutto un'altra musica: molto reattive, sembrava quasi di non averle ai piedi. Avevo la sensazione di correre veloce su della moquette. Sensazione che non ho quando scendo sotto i 3:00 né con le SL20, né con le Adizero Pro, che trovo secche e rigide sull'avampiede.

NOTE NEGATIVE
I lacci mi sembrano un po' leggerini, vediamo quanto dureranno.
L'intersuola sembra raccogliere alcuni sassolini, da verificare nelle prossime uscite.
La tenuta sul bagnato non sembra all'altezza di alcune altre scarpe.
Da approfondire anche il dolore al mignolo sx: colpa dell'allacciatura o del rinforzo della tomaia?

PREZZO
Io le ho portate via a 119,00€, un ottimo prezzo visto che di listino costano 149,00€.

Domenica ho in programma un 10km. Vi farò sapere. 😉

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Avatar utente
Utente donatore
Hystrix
Moderatore
Messaggi: 800
Iscritto il: 9 ago 2015, 8:30

Re: ON CLOUDFLOW

Messaggio da Hystrix »

Mi aggancio a questo post, anch'io le sto usando da 200km circa. Le mie sono il modello 2019, le avevo provate in negozio e mi erano sembrate belle, comode e leggerissime. Io peso 64-65kg per 1.74 e rispetto te sono un lumacone, il mio passo normale, cioé quando corro senza guardare l'orologio mai, è intorno ai 5:10, poi non sono uno scientifico, ogni tanto con amici o a fine giro vado un po' più veloce ma raramente sotto i 4:40. normalmente corro con Saucony Ride, vari paia di 10 e ora ho appena finito le ISO.
Esteticamente io le trovo proprio belle, tanto che quando le avevo comprate mi ero detto che se non mi ci fossi trovato per la corsa le avrei usate per lavoro (ho le Black/Asphalt). Sono fatte bene, davvero leggerissime rispetto ai miei standard.
Anch'io ho il piede magro, forse un filo cavo, collo e pianta stretti. Infatti mi manca un pochino la possibilità di stringerla un filino di più verso l'avampiede, tanto che dopo le prime corse mi si è formata una vescica subito sotto l'alluce. Io "sento" la scarpa sotto l'arco plantare, quando cammino, come se avesse un plantare fin troppo alto, ma correndo non me ne accorgo se non i primi metri.
Comportamento. In effetti mi rendo conto di sfruttarle poco, quando vado sotto i 5:00 mi rendo conto che la scarpa rende molto di più e rendo molto meglio, è come se cambiassi passo io. E' il resto del corpo che non sostiene il ritmo...
Come note negative, in effetti i lacci, belli esteticamente, li trovo poco efficienti, quando finisco la corsa le scarpe sono decisamente allentate, se tiro il nodo tra il nodo stesso e la scarpa passano 1-2 dita. Raccoglie i sassolini, quello è vero, ma è scontato vista la conformazione della suola.
Una cosa che mi stupisce è che finita la corsa, per ora ho fatto fino a 26km, le gambe non sono affatto stanche e nemmeno particolarmente appesantite, il giorno dopo potrei tranquillamente correre di nuovo, sono io che mi freno per paura di farmi male.
Io le avevo pagate meno, sconto 50%, proprio perché stava per uscire la versione 2020. Ora voglio vedere la durata, di solito abbandono le Saucony dopo 6-700km
5km: 22:30 - Giugno 2020
10km: 45:57 - Giugno 2020
Mezza: 1:42:57 - Aprile 2018
Maratona: 4:09:16 - Venezia 2019
zack
Mezzofondista
Messaggi: 106
Iscritto il: 12 giu 2020, 8:39

Re: ON CLOUDFLOW

Messaggio da zack »

Eh sì Hystrix, hai ragione, sui lacci hanno "lesinato" un po' troppo. Mi fa piacere leggere che non affatichino le gambe nei lunghi, visto che le ho acquistate apposta.

Speriamo solo che passi il fastidio al mignolo. Oggi le ho indossate quando ho accompagnato mia moglie a far shopping e mi hanno dato ancora fastidio, sia a sx che dx. Vediamo se domani riesco a metterle durante l'allenamento, son curioso di vedere come si comportano in un 10km un po' tirato.

Per quanto concerne il lato estetico, nulla da eccepire. Son proprio belle. Stanno bene anche sotto una gonna pantalone di Commes Des Garcon. 😁
Immagine
zack
Mezzofondista
Messaggi: 106
Iscritto il: 12 giu 2020, 8:39

Re: ON CLOUDFLOW

Messaggio da zack »

Test dei 10km completato. Purtroppo oggi mi sa che non ero in piena forma perché sotto i 4:14 non son riuscito a scendere 😢, comunque confermo le buone impressioni su questa scarpa. Prima di partire l'ho allacciata bene, stringendo i lacci a cappio in modo da bloccare il piede (senza esagerare, ovviamente), e stavolta non ho avuto problemi alle dita dei piedi.

Confermo l'impressione di -piacevole- rigidità del tallone e comfort dell'avampiede, come pure l'ottima reattività. Come diceva Hystrix non sento le gambe particolarmente stanche, sensazione che altre scarpe non mi avevano dato. Adesso non mi resta che provarle durante qualche lavoro per vedere come si comportano e quanto riesco a spingerle.

Sarebbe bello conoscere anche le impressioni di qualche altro utente, oltre me e Hystrix. Chi ce l'ha posti le sue impressioni. 😉
Avatar utente
Utente donatore
Hystrix
Moderatore
Messaggi: 800
Iscritto il: 9 ago 2015, 8:30

Re: ON CLOUDFLOW

Messaggio da Hystrix »

Forse ho scoperto il perché delle vesciche vicino alla base delle dita: quando si allentano i lacci il piede si muove longitudinalmente, non lateralmente. Proverò ad allacciarle usando il buco più alto sulla caviglia
5km: 22:30 - Giugno 2020
10km: 45:57 - Giugno 2020
Mezza: 1:42:57 - Aprile 2018
Maratona: 4:09:16 - Venezia 2019
zack
Mezzofondista
Messaggi: 106
Iscritto il: 12 giu 2020, 8:39

Re: ON CLOUDFLOW

Messaggio da zack »

Prova a fare il nodo a cappio, utilizzando anche l’ultimo foro. Io facendo così le sento molto più “ferme”.
Avatar utente
Utente donatore
Hystrix
Moderatore
Messaggi: 800
Iscritto il: 9 ago 2015, 8:30

Re: ON CLOUDFLOW

Messaggio da Hystrix »

Non mi pare che la situazione si migliorata molto. Nel frattempo ho corso due giorni consecutivi, prima 15 poi 19km e le gambe non sono risultate affatto affaticate, le vesciche sì. Non so se continuerò ad utilizzarle a lungo, mi dispiace anche perché non le trovo comodissime per camminarci, al contrario delle Saucony.
Sabato ho corso sotto la pioggia, la tenuta sull’asfalto bagnato è veramente scarsa, tanto che stamattina mi sono alzato presto e piove, ho deciso di aspettare stasera per correre
5km: 22:30 - Giugno 2020
10km: 45:57 - Giugno 2020
Mezza: 1:42:57 - Aprile 2018
Maratona: 4:09:16 - Venezia 2019
Avatar utente
dilar2001
Guru
Messaggi: 3986
Iscritto il: 11 mag 2010, 17:29
Località: Roma Centro

Re: ON CLOUDFLOW

Messaggio da dilar2001 »

ciao a tutti….questa la mia recensione di qualche anno fa (2018), se vi può interessare:

"...e dopo 2 anni di esasperato interesse per questo prodotto, ho approfittato dell'expo della HalbMarathon di Berlino lo scorso w.e. per acquistare uno splendido paio di On Cloudflow....
ci ho fatto subito la gara e ho potuto fare una prima recensione:
se vi interessa, ve la posto qui di seguito:

Allora, ecco una prima seppur circoscritta piccola recensione sulle scarpe appena acquistate e provate:
Innanzitutto la scarpe, di fabbricazione svizzera, si presentano esteticamente molto belle e con diverse colorazioni, alcune delle quali, bicolore; quelle da me acquistate, sono utilizzate dai migliori triatleti e dai podisti (soprattutto nel centro nord europeo), con un peso corporeo al di sotto degli 80/85 kg (io purtroppo, dopo un discreto periodo di inattività sono tornato a pesare intorno agli 81 kg., anche se conto prossimamente di scendere sotto gli 80 kg.)
Sono molto leggere (meno di 260 gr. Per la misura 10.5 o 44.5 se preferite) e presentano un drop (differenza di altezza tra il tallone e l'avampiede, di soli 6 mm.).
Calzano in maniera più abbondante rispetto ad altri modelli di altre marche, mezza misura in più (0.5 per cui, nel caso, acquistate mezza misura di meno di quella che generalmente utilizzate) .
La tomaia è fatta di un materiale molto morbido e traspirante e non presenta cuciture fastidiose.
La linguetta è, anch'essa molto traspirante, sottile ma ugualmente morbida, quasi vellutata . I lacci, sottili, sono molto lunghi e all'apparenza resistenti.
La parte della suola, invece, presenta 2 file parallele, ma ben separate, di cuscinetti, molto simili, come concezione, alle molle utilizzate alcuni anni fa, dalla Nike, nei modelli denominati Air Max . Tuttavia si differenziano da questi per il fatto che sono estesi su tutta la pianta dei piedi, sono più alte e più spesse, anche se di poco, nella parte posteriore, e mano mano si abbassano e si allargano verso la pianta del piede.
In mezzo a queste 2 file, esiste una scanalatura atta a far defluire l'acqua in caso di pioggia.
La calzata è avvolgente ma non esasperata. La pianta del piede non è stretta ma nemmeno particolarmente larga, direi giusta.
Appena indossate si avverte una sensazione di benessere generale, come se si camminasse o si corresse su dei cuscinetti....o, appunto, su delle nuvolette.
Sin dalla partenza ho sentito come se corressi scalzo e come se rimbalzassi sopra questi cuscinetti tant'è vero che inavvertitamente mi sono accorto di tenere un ritmo ben al di sopra del passo tenuto negli ultimi mesi di allenamento.
Ritengo che sia una scarpa da gara o allenamenti brevi e veloci (e variazioni), sicuramente per distanze fino alla mezza maratona ma credo, per atleti sotto gli 80 kg e per un passo inferiore @4'30" a km, anche per la maratona.
Questo modello non è adatto a tutte le superfici: escluderei, di sicuro, il loro utilizzo su percorsi trail o terra battuta o strade bianche, per evitare che all'interno dei cuscinetti possano introdursi corpi estranei, anche se assicurano ciò non possa accadere.
L'unico dubbio riguarda l'eventuale durata ed usura del prodotto: secondo me potrebbero consumarsi, proprio per la loro conformazione, prima rispetto ad altre calzature...non penso che possano durare oltre i 500/550 km (rispetto ai classici 650/700 km delle altre scarpe).
Ritengo però che chi le prova almeno una volta, difficilmente possa tornare indietro.
È una scarpa che rivoluziona l'approccio alla corsa proprio per questa eccezionale reattività, leggerezza, traspirabilità (è una scarpa estiva) e duttilità.
Insomma ritengo di aver fatto un ottimo acquisto seppur esoso... 150 euro e la consiglierei a chiunque.
Spero in futuro di darvi ulteriori info.
Gidielle"


https://www.runningforum.it/viewtopic.p ... d&start=70
Giancarlo - Gdl (182 cm x 79 kg):
5K: 19.46 Race for the Cure '12
10K: 39.27 BestWoman '15
HM.: 1.29.48 HM PE '16
30K: 2.22.44 Valencia '15
M.: 3.19.22 Valencia '15

Nessun rimpianto, nessun lamento, parola d'ordine COMBATTIMENTO !
zack
Mezzofondista
Messaggi: 106
Iscritto il: 12 giu 2020, 8:39

Re: ON CLOUDFLOW

Messaggio da zack »

Grazie @Dilar, fa sempre piacere leggere altri punti di vista. 😉 Se non erro hanno apportato delle modifiche sull'ultima versione, ma non saprei dirti esattamente in pratica cosa comportano. Io come numero ho preso il solito, né di più né di meno. Per quanto concerne la durata sono curioso; anche a me hanno fatto l'impressione di non reggere più di 550km, però magari è solo una mia impressione. Mettiamola così: semmai sarà un'occasione per cambiare colore 😁. Però dicci: dopo 2 anni è ancora la tua preferita?

@Hystrix sulla tenuta concordo con te. L'altro giorno nel fare le ripetute quando "partivo" slittavo un po' 🤦‍♂️ quando l'asfalto era bagnato. A ritmi medi invece nessun problema. Ribadisco quello che dico sempre: come tenuta -per me, ovviamente- meglio della Continteal (Adidas) no ce n'è; quella suola ha un grip eccezionale. Strano però per le vesciche; io ho il piede magrissimo e per ora nessun problema (c'ho fatto ca. 50km). Forse non riesci a trovare la quadra con l'allacciatura? 🤷‍♂️ Infine anche io ho notato che affaticano meno le gambe rispetto ad altre; dalla scorsa settimana il mio coach mi ha portato a 5 gli allenamenti di corsa alla settimana, di cui 4 consecutivi, e per ora tutto ok.
Avatar utente
dilar2001
Guru
Messaggi: 3986
Iscritto il: 11 mag 2010, 17:29
Località: Roma Centro

Re: ON CLOUDFLOW

Messaggio da dilar2001 »

zack ha scritto:
5 ott 2020, 23:17
Grazie @Dilar, fa sempre piacere leggere altri punti di vista. 😉 Se non erro hanno apportato delle modifiche sull'ultima versione, ma non saprei dirti esattamente in pratica cosa comportano. Io come numero ho preso il solito, né di più né di meno. Per quanto concerne la durata sono curioso; anche a me hanno fatto l'impressione di non reggere più di 550km, però magari è solo una mia impressione. Mettiamola così: semmai sarà un'occasione per cambiare colore 😁. Però dicci: dopo 2 anni è ancora la tua preferita?
...devo ammettere che sia esteticamente che a livello funzionale è stata la migliore scarpa da "velocità" (pur essendo una A3) che abbia mai posseduto. L'unica nota negativa potrebbe essere rappresentata dal prezzo (anche se su Internet qualche occasione si trova ogni tanto) e dal fatto che, almeno a Roma, non ci sono negozi presso i quali provarle e/o acquistarle.
Eppoi una volta dismesse (le mie le ho portate, sorprendentemente, fino alla soglia dei 600 km...572, per l'esattezza), le indosso sotto un bel paio di Jeans di bermuda e fanno un gran bel figurone. Le riprenderei volentieri :wink: :asd2:
Giancarlo - Gdl (182 cm x 79 kg):
5K: 19.46 Race for the Cure '12
10K: 39.27 BestWoman '15
HM.: 1.29.48 HM PE '16
30K: 2.22.44 Valencia '15
M.: 3.19.22 Valencia '15

Nessun rimpianto, nessun lamento, parola d'ordine COMBATTIMENTO !

Torna a “Altre marche”