Stretching specifico per ileopsoas

Per prevenire gli infortuni

Moderatori: franchino, Doriano, fujiko

Avatar utente
espresso832
Top Runner
Utente donatore
Messaggi: 9232
Iscritto il: 8 feb 2013, 11:00
Località: Rho

Re: Stretching specifico per ileopsoas

Messaggioda espresso832 » 3 feb 2017, 21:03

Ci proverò!

Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
"Corro perché, in quel momento, i miei demoni ed io definiamo il nostro futuro insieme..."
Ah, mi chiamo Cristian...

Avatar utente
piccio
Guru
Utente donatore
Messaggi: 2749
Iscritto il: 7 feb 2012, 22:49
Località: Modena

Re: Stretching specifico per ileopsoas

Messaggioda piccio » 4 feb 2017, 9:04

Seguo il 3d , l'anno scorso ho avuto problemi e dovrei fare piu' esercizi
5 km: 22.45-TRI Sprint Rimini 07/05/16
10 km: 46.11 - Soliera 10k 23/10/16
HM: 1.38.12 Soliera 23/10/16
10 HM, 8 TRI sprint, 6 olimpici, 1 duathlon
70.3 Pescara 2016

Fermo ai box, per ora

JJruns
Novellino
Messaggi: 30
Iscritto il: 21 lug 2017, 9:43
Località: Verona

Re: Stretching specifico per ileopsoas

Messaggioda JJruns » 7 set 2017, 16:31

espresso832 ha scritto:ciao a tutti,
allora, ho letto il thread e vista la mia situazione, provo a chiedere anche qui.
fastidio iniziato dopo la costruzione aerobica con dislivello ad agosto (molti km). Fastidio inguinale/addominale con risentimento all'adduttore sinistro.
Non è mai stato invalidante, sentivo chiaramente l'origine in un doloretto localizzato in profondità (ho pensato allo psoas per questo) nell'addome sinistro e scendeva come una corda fino all'inguine.
All'inizio sembrava come un'ernia ma ecografia disse "tutto ok". Ho ridotto molto i km (35km a settimana) e ho fatto anche qualche sosta quindicinale ma non è mai cambiato nulla.
un mese fa quel doloretto è sparito e il fastidio si è spostato ad adduttore e zona flessore anca (parte anteriore superiore della coscia intersezione con anca). Una cosa mi accomuna a qualcuno qui sopra: unico altro sintomo è anche per me un addome che sembra "appesantito" quando faccio crunch o plank (sia a sn che a destra), come avessi la vescica piena.
il fastidio, camminando, è praticamente assente, mentre lo sento di piu, per esempio, da sdraiato nel letto quando mi giro...
Da notare che correre, attualmente, non da fastidio all'addome e non peggiora l'adduttore che rimane costante.
Faccio molto stretching (quello detto sopra) e da settembre ho aggiunto il nuoto 2/3 volte per week, oltre a cercare di rinforzare le parti muscolari coinvolte.

Rispolvero il thread perchè ciò che descrive espresso832 nel quotato qui sopra rappresenta esattamente la mia sintomatologia attuale.
Da neo-runner son quasi certo che i fastidi che provo siano legati ad un eccesso di entusiasmo e troppi chilometri con relativo sovraccarico dopo tanti anni di ufficio --> divano --> letto --> ufficio --> divano --> letto... (ok, smetto, avete capito.. :mrgreen: )
Volevo quindi chiedere a espresso832 come va, se ha risolto e come eventualmente.
Ciao :salut:
Nec descendere nec morari

Avatar utente
Tritolo73
Maratoneta
Messaggi: 261
Iscritto il: 5 dic 2011, 9:09

Re: Stretching specifico per ileopsoas

Messaggioda Tritolo73 » 7 set 2017, 16:35

Anche io nella stessa situazione, dopo un leggero miglioramento sono tornato al punto di partenza. In passato ho provato anche a stare fermo per 4 mesi ma senza risultato. Attualmente identici sintomi da voi descritti.

Inviato dal mio LG-D802 utilizzando Tapatalk
10K - 37'13"_<>_15K - 59'05"_<>_1/2 Marathon - 01h21'24"

JJruns
Novellino
Messaggi: 30
Iscritto il: 21 lug 2017, 9:43
Località: Verona

Re: Stretching specifico per ileopsoas

Messaggioda JJruns » 7 set 2017, 18:02

Aggiungerei, come indizio, che mi scompare quasi del tutto dopo una nuotata. Il che, considerando che sta nuotata la faccio a stile libero, potrebbe anche starci se avessi davvero un'infiammazione all'ileopsoas. Infatti, la gambata a stile libero comporta una certa contro-flessione (non so come descriverla meglio) del bacino. Come una curvatura all'indietro, le spalle e i piedi sono a livello dell'acqua, il bacino un pò sotto. Questo potrebbe comportare una specie di stretching dell'ileopsoas come quello che si vede negli esercizi consigliati in rete. Altra possibilità è che la temperatura un pò più bassa dell'acqua "anestetizzi" un pochino la zona, una specie di crioterapia blanda blanda... Boh.. Stà di fatto che dopo una nuotata, per un paio d'ore sto benone e non sento assolutamente niente. :nonzo: :nonzo:
Nec descendere nec morari

Avatar utente
espresso832
Top Runner
Utente donatore
Messaggi: 9232
Iscritto il: 8 feb 2013, 11:00
Località: Rho

Re: Stretching specifico per ileopsoas

Messaggioda espresso832 » 11 set 2017, 11:09

JJruns ha scritto:Rispolvero il thread perchè ciò che descrive espresso832 nel quotato qui sopra rappresenta esattamente la mia sintomatologia attuale.
Da neo-runner son quasi certo che i fastidi che provo siano legati ad un eccesso di entusiasmo e troppi chilometri con relativo sovraccarico dopo tanti anni di ufficio --> divano --> letto --> ufficio --> divano --> letto... (ok, smetto, avete capito.. :mrgreen: )
Volevo quindi chiedere a espresso832 come va, se ha risolto e come eventualmente.
Ciao :salut:


ciao JJruns eccomi qui.
Allora la situazione è la seguente:
ho mantenuto per tutto il tempo trascorso un chilometraggio di circa 35/40km alla settimana. Ho continuato col nuoto e ho aggiunto la bicicletta.
Il fastidio rimane sempre presente all'adduttore (non è mai un dolore) ma sempre e soltanto a riposo. Durante la corsa non ho fastidi. Se allungo i km della sessione però il giorno dopo, l'adduttore si sente di piu, dopo 24h passa.
Col nuoto e la bici nulla di nulla.
Ormai è un anno, certo ora va meglio di un anno fa ma non si può dire che sia passato. Avrò la prova del nove inq uesto autunno visto che aumenterò i km per preparare la maratona di firenze, pronto a fermarmi in caso di peggioramenti.
Per altri motivi sono anche stato fermo per 10gg ma non cambia nulla.
Purtroppo quindi non posso dirti come risolvere, perchè non si è risolto. AL momento comunque non è invalidante e domenica esordirò in un triathlon sprint quindi ci convivo.. :)
"Corro perché, in quel momento, i miei demoni ed io definiamo il nostro futuro insieme..."
Ah, mi chiamo Cristian...


Torna a “Potenziamento e stretching”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite