Stretching: facciamo chiarezza! (forse)

Per prevenire gli infortuni

Moderatori: gambacorta, franchino, Doriano, fujiko

Avatar utente
manu1
Novellino
Messaggi: 41
Iscritto il: 20 ott 2010, 16:26
Località: Castelli Romani

Re: Stretching: facciamo chiarezza !

Messaggio da manu1 »

anche io parlo da iper novellina che tra l'altro viene dal fitness, dove lo stretching è sovrano. Io lo faccio, proprio per qeustioni di "cultura" mia, ma cercherò ora di fare piu caso a cosa dice il mio corpo, alla luce di quanto detto. una cosa però è sicura,lo stretching per la schiena e per il collo lo trovo fondamentale dopo la corsa, altrimenti a forza di urti, la mia colonna si incorderebbe irreparabilmente. e poi mi rilassa moltissimo prima di tornare ai normali ritmi.
Avatar utente
fisioandrea
Guru
Messaggi: 2687
Iscritto il: 14 feb 2010, 17:48

Re: Stretching: facciamo chiarezza !

Messaggio da fisioandrea »

adrian ha scritto:@fisioandrea: Sono daccordo con tutto quello che hai scritto.... tranne che il ps..... dire che un problema come l'epicondilite è una sindrome da sovraccarico è un po' riduttivo visto la complessità della zona e i delicati equilibri che esistono nellavambraccio-mano... io giustamente questi equilibri li ho incasinati allenandomi per l'arrampicata, dove gli estensori non vengono usati diventando deboli e corti, ho sofferto sia di epicondilite che di epitrocleite per dei mesi cercando invano di curarmi, fino a che non ho letto i consigli di un chirurgo della mano tedesco, nonchè arrampicatore di livello, nonchè medico della nazionale tedesca di arrampicata e ricercatore , che consigliava in primis un voluminoso e costante allungamento degli estensori e flessori della mano.... il risultato è stato (dopo le prime dolorose sedute) una diminuizione dei sintomi in quattro cinque giorni e la scomparsa dei problemi in un mesetto.....
Ciaoooo

mumble mumble.

in alcuni casi l'epicondilite (che è un termine generico come molti altri che si usano in medicina) può essere trattata con una manipolazione di Mill (http://www.youtube.com/watch?v=rFpCB_4sKBI) e MTP della giunzione. Di certo esercizi eccentrici e diminuizione del carico sono importanti (per questo si usano tutori che comprimono il ventre muscolare poco sopra la giunzione miotendinea).

Trattarlo solo con "allungamenti" non mi è mai capitato di leggerlo da nessuna parte (anche perchè non mi è mai capitato di trovare muscoli dell'avambraccio così accorciati da impedire la completa escursione articolare del polso. diverso è per il sistema nervoso periferico e quello che ti hanno fatto potrebbe aver agito a questo livello) ma visto che il gomito non è proprio il mio forte potrei essere "rimasto indietro". Se mi consigli il testo di questo dottore ho trovato da studiare per la settimana prossima :wink:

la domanda è: in quel mesetto hai smesso di arrampicare?
Avatar utente
fisioandrea
Guru
Messaggi: 2687
Iscritto il: 14 feb 2010, 17:48

Re: Stretching: facciamo chiarezza !

Messaggio da fisioandrea »

piertutor ha scritto:Finalmente Fisio, le orecchie rischiavano di scoppiarti! :D
Domanda (magari idiota, ma la faccio lo stesso, tanto sono un "Novellino"): lo stretching e` sconsigliato sia PRIMA, sia DOPO l'attivita' di fondo?
E` completamente sconsigliato o puo' essere utile in piccola quantita' dopo il riscaldamento?

Scusa la (beata) ignoranza, ma come molti altri anche io sono cresciuto nell`era dello stretching come panacea! :smoked:
in linea di massima è sconsigliato sempre

se proprio vuoi farlo, fallo lontano dagli allenamenti.
Avatar utente
fisioandrea
Guru
Messaggi: 2687
Iscritto il: 14 feb 2010, 17:48

Re: Stretching: facciamo chiarezza !

Messaggio da fisioandrea »

wmic ha scritto: Ad ogni modo se lo stretching è dannoso, significa che Bolt sta sbagliando la preparazione, visto che per 2 ore di allenamento giornaliere, ha in programma ben 4 ore fra allungamento, rilassamento e massaggio. Visto l'atleta in questione, prenderei la tesi quantomeno con le pinze...

L'articolo più convincente sull'utilità dello stretching l'ho trovato qui:
http://www.tothemaxfit.com/articles/pdf ... Review.pdf
Tuttavia ce ne sono moltissimi altri e spesso arrivano a conclusioni opposte. Il fatto che moltissimi medici dello sport e fisioterapia siano così in contrasto mi fa pensare che non ci siano delle conclusioni così evidenti, nonostante la mia competenza in questo ambito sia nulla.

Non hai letto bene quello che ho scritto (in vari topic) e che è riportato anche nell'articolo citato da forrest.

lo stretch è sconsigliato negli sport come corsa (fondo) ciclismo, sci (fondo) etc etc
rimane dubbia la sua utilità in sport differenti come il calcio, la corsa (velocisti) sci alpino etc etc
credo che anche senza entrare nbello specifico tecnico la differenza tra le due categorie di sport sia evidente anche a i non addetti ai lavori. Ciatare la preparazione di Bolt è quanto di meno attinente al discorso che stiamo facendo

lo sport che fa Bolt è molto differente da quello che fa Gebrselassie anche se entrambi si mettono delle scarpe ai piedi e corrono. Non credi?

p.s: lì'articolo che hai segnalato ( e che conosco) conferma quello che stiamo dicendo: lo stretch non previene gli infortuni
Forrest75
Top Runner
Messaggi: 5859
Iscritto il: 10 ago 2010, 12:11

Re: Stretching: facciamo chiarezza !

Messaggio da Forrest75 »

è tornato fisio... :mrgreen: :hail:
Corri Forrest, corri !!!

"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita"
Avatar utente
ercole77
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 835
Iscritto il: 9 ago 2009, 15:28
Località: Vercelli

Re: Stretching: facciamo chiarezza !

Messaggio da ercole77 »

fisioandrea ha scritto: in linea di massima è sconsigliato sempre

se proprio vuoi farlo, fallo lontano dagli allenamenti.
scusa ma a sto punto a che pro?

ci son casi in cui per un runner è indicato?
Quid est veritas?
PB 10k: 43:01 (con alieni) 50:29 (senza alieni) - GP Provincia Vercelli
La mia prima mezza: 2:10:28 - 4° Via Francigena Half Marathon
Avatar utente
adrian
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 577
Iscritto il: 5 giu 2010, 18:39

Re: Stretching: facciamo chiarezza !

Messaggio da adrian »

fisioandrea ha scritto:
adrian ha scritto:@fisioandrea: Sono daccordo con tutto quello che hai scritto.... tranne che il ps..... dire che un problema come l'epicondilite è una sindrome da sovraccarico è un po' riduttivo visto la complessità della zona e i delicati equilibri che esistono nellavambraccio-mano... io giustamente questi equilibri li ho incasinati allenandomi per l'arrampicata, dove gli estensori non vengono usati diventando deboli e corti, ho sofferto sia di epicondilite che di epitrocleite per dei mesi cercando invano di curarmi, fino a che non ho letto i consigli di un chirurgo della mano tedesco, nonchè arrampicatore di livello, nonchè medico della nazionale tedesca di arrampicata e ricercatore , che consigliava in primis un voluminoso e costante allungamento degli estensori e flessori della mano.... il risultato è stato (dopo le prime dolorose sedute) una diminuizione dei sintomi in quattro cinque giorni e la scomparsa dei problemi in un mesetto.....
Ciaoooo

mumble mumble.

in alcuni casi l'epicondilite (che è un termine generico come molti altri che si usano in medicina) può essere trattata con una manipolazione di Mill (http://www.youtube.com/watch?v=rFpCB_4sKBI) e MTP della giunzione. Di certo esercizi eccentrici e diminuizione del carico sono importanti (per questo si usano tutori che comprimono il ventre muscolare poco sopra la giunzione miotendinea).

Trattarlo solo con "allungamenti" non mi è mai capitato di leggerlo da nessuna parte (anche perchè non mi è mai capitato di trovare muscoli dell'avambraccio così accorciati da impedire la completa escursione articolare del polso. diverso è per il sistema nervoso periferico e quello che ti hanno fatto potrebbe aver agito a questo livello) ma visto che il gomito non è proprio il mio forte potrei essere "rimasto indietro". Se mi consigli il testo di questo dottore ho trovato da studiare per la settimana prossima :wink:

la domanda è: in quel mesetto hai smesso di arrampicare?
in quel periodo no non ho smesso... avevo smesso 40 giorni in precedenza obbligato dalla rottura di una puleggia del dito medio, pensando di guarire due(magari fossero solo due :mrgreen: )problemi in uno, ma quando ho ricominciato la situazione dei gomiti era peggiorata :shock: :cry: di questo ne ho discusso con molti altri climber e a titti è successo lo stesso riposo=peggioramento....l'unica cosa positiva di quelperiodo di merd@ è che ho cominciato a correre piu' seriamente.... avere il polso bloccato comunque è la norma io con tutto che faccio stretch non riesco a piegare il polso indietro a 90° senza forzarlo con l'altra mano.... ci sono miei amici che non fanno allungamenti che non riescono nemmeno a stendere completamente le dita e piegheranno si e no 30° il polso!
Questo per farsi un'idea di cosa stiamo parlando http://www.videosurf.com/video/dani-and ... g-82895229

il libro in questione è questo http://www.versantesud.it/italiano/dettaglio.asp?id=102 per te sara'in molte parti un po scontato, io ho trovato interessanti le parti che descrivono gli adattamenti e le conseguenze portate da anni di allenamenti come quello che ho postato.....

comunque non solo stretching anche tutte le cure e gli accorgimenti del caso come la fascia che ho usato e il ciriax che un mio amico ha fatto , che vedo pero' piu come paliativi per togliere i sintomi.... che ritornano puntualmente se non si risolve il problema alla radice...

ps: se entri in un giro di climber con tutti i problemi che abbiamo diventi ricco :wink:
Avatar utente
fisioandrea
Guru
Messaggi: 2687
Iscritto il: 14 feb 2010, 17:48

Re: Stretching: facciamo chiarezza !

Messaggio da fisioandrea »

adrian ha scritto:
fisioandrea ha scritto:
mumble mumble.

in alcuni casi l'epicondilite (che è un termine generico come molti altri che si usano in medicina) può essere trattata con una manipolazione di Mill (http://www.youtube.com/watch?v=rFpCB_4sKBI) e MTP della giunzione. Di certo esercizi eccentrici e diminuizione del carico sono importanti (per questo si usano tutori che comprimono il ventre muscolare poco sopra la giunzione miotendinea).

Trattarlo solo con "allungamenti" non mi è mai capitato di leggerlo da nessuna parte (anche perchè non mi è mai capitato di trovare muscoli dell'avambraccio così accorciati da impedire la completa escursione articolare del polso. diverso è per il sistema nervoso periferico e quello che ti hanno fatto potrebbe aver agito a questo livello) ma visto che il gomito non è proprio il mio forte potrei essere "rimasto indietro". Se mi consigli il testo di questo dottore ho trovato da studiare per la settimana prossima :wink:

la domanda è: in quel mesetto hai smesso di arrampicare?
in quel periodo no non ho smesso... avevo smesso 40 giorni in precedenza obbligato dalla rottura di una puleggia del dito medio, pensando di guarire due(magari fossero solo due :mrgreen: )problemi in uno, ma quando ho ricominciato la situazione dei gomiti era peggiorata :shock: :cry: di questo ne ho discusso con molti altri climber e a titti è successo lo stesso riposo=peggioramento....l'unica cosa positiva di quelperiodo di merd@ è che ho cominciato a correre piu' seriamente.... avere il polso bloccato comunque è la norma io con tutto che faccio stretch non riesco a piegare il polso indietro a 90° senza forzarlo con l'altra mano.... ci sono miei amici che non fanno allungamenti che non riescono nemmeno a stendere completamente le dita e piegheranno si e no 30° il polso!
Questo per farsi un'idea di cosa stiamo parlando http://www.videosurf.com/video/dani-and ... g-82895229

il libro in questione è questo http://www.versantesud.it/italiano/dettaglio.asp?id=102 per te sara'in molte parti un po scontato, io ho trovato interessanti le parti che descrivono gli adattamenti e le conseguenze portate da anni di allenamenti come quello che ho postato.....

comunque non solo stretching anche tutte le cure e gli accorgimenti del caso come la fascia che ho usato e il ciriax che un mio amico ha fatto , che vedo pero' piu come paliativi per togliere i sintomi.... che ritornano puntualmente se non si risolve il problema alla radice...

ps: se entri in un giro di climber con tutti i problemi che abbiamo diventi ricco :wink:
fammi pubblicità poi stecchiamo (facciamo 50-50) :mrgreen: :mrgreen:

comunque ora vedo se rimedio quel libro, niente è scontato. C'è sempre da imparare :wink:
Avatar utente
fisioandrea
Guru
Messaggi: 2687
Iscritto il: 14 feb 2010, 17:48

Re: Stretching: facciamo chiarezza !

Messaggio da fisioandrea »

ercole77 ha scritto:
fisioandrea ha scritto: in linea di massima è sconsigliato sempre

se proprio vuoi farlo, fallo lontano dagli allenamenti.
scusa ma a sto punto a che pro?

ci son casi in cui per un runner è indicato?
se sei un velocista, un ostacolista o un siepista forse potrebbe esserti utile altrimenti evita di farlo e scaldati meglio prima degli allenamenti :wink:
Forrest75
Top Runner
Messaggi: 5859
Iscritto il: 10 ago 2010, 12:11

Re: Stretching: facciamo chiarezza !

Messaggio da Forrest75 »

Dopo essermi studiato negli ultimi mesi alcuni articoli scientifici sullo stretching pre e dopo corsa, da circa un mese non lo pratico nè prima nè dopo la corsa, anzi a dire la verità neanche lontano dagli allenamenti...
E ve lo dice uno che da anni faceva 5-6 minuti di stretching prima e 20 dopo ! :asd2:
Dopo diversi allenamenti, posto le mie impressioni verificate "sul campo"...
Non ho notato ripercussioni negative sulla prestazione, anzi devo dire che corro anche meglio (ho variato però il riscaldamento inserendo al posto dello stretching esercizi di mobilità articolare, in particolare bacino ed anche).
Non ho accusato infortuni muscolari nè articolari.
Anche non facendolo dopo, non ho avvertito problemi nel recupero dall'affaticamento o "indolenzimenti" vari.
Soffro di tendinopatia cronica dell'achilleo ed il mio istruttore in palestra (adesso diventato addirittura fisioterapista) mi aveva fatto una testa grande come un cocomero a ripetermi dell'importanza dello stretching per la prevenzione e la "manutenzione" della tendinite...
Ebbene dopo un mese senza stretching non accuso dolori al tendine.
Mi sento meno "sciolto" nella corsa ? Mah, non direi proprio...
Magari sarà solo un effetto placebo, magari il periodo preso in considerazione è troppo breve per un giudizio definitivo...sono aperto a qualsiasi "verdetto"...
Vedremo se col tempo le cose cambieranno...
Ho voluto riportare la mia esperienza per invitarvi a non vivere col pregiudizio come ho fatto per tanti anni io che veneravo lo stretching, solo perchè mi era stato detto che facesse "miracoli"...
Studiate studiate studiate e non date nulla per scontato !

:salut:
Corri Forrest, corri !!!

"La vita è come una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita"

Torna a “Potenziamento e stretching”