Piscina [2]

Rinforza il tuo motore con gli sport alternativi

Moderatori: fujiko, franchino, gambacorta, Doriano

Rispondi
Avatar utente
El_Gae
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1511
Iscritto il: 20 ago 2014, 13:24
Località: Vicenza
Contatta:

Re: Piscina [2]

Messaggio da El_Gae » 12 set 2019, 8:36

Sono molto d'accordo con Aral sulla necessità/opportunità di farsi dare qualche lezione quando si decide di investire un po' anche nel nuoto. Immagino che nel Triathlon non sia la disciplina che fa vincere la gara perché poi è km e le differenze in termini di secondi nelle altre due frazioni sono molto più significative, ma nuotare bene non serve solo ad andare più veloce, ma anche a risparmiare più energie quando poi ci sarà da spingere.

Poi, così, a livello di confronto, perché non ho molta esperienza di discipline multiple: nelle swimrun che ho provato quest'anno mi è parso di notare che, più che la velocità in senso assoluto, conti molto nelle parti di nuoto la capacità/esperienza in acque libere: saper andare dritti, puntare boe e bandiere con sicurezza senza scomporsi, tutti aspetti che, se mal gestiti, fanno spendere energie che possono tornare utili in altre sezioni della gara.

Per cui si: non solo all'inizio ma anche una rinfrescata ogni tanto con qualcuno che dà un'occhiata a come nuotiamo è una fish che vale la pena giocare.

dall'alto dei miei 40 anni di nuoto :mrgreen: (si scherza, veh?) dico anche un'altra cosa, magari scontata: per quanto ci alleniamo nel nuoto la differenza tra un ex agonista e un buon nuotatore amatoriale è sostanzialmente incolmabile, soprattutto da una certa età in poi. Io con tanto di tabelle, ripetute e tre nuotate a settimana ero arrivato a miglioramenti nell'ordine dei 5"/100 mt massimo. Se ci pensiamo bene, un vantaggio veramente esiguo in una gara dove, magari, poi ci sono 20-25 km di corsa.
"Quando mi chiedono che tempo prevedo per la gara rispondo sempre che spero ci sia il sole"
https://lafolgorante.wordpress.com/
Aral
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 216
Iscritto il: 21 mag 2013, 14:51
Contatta:

Re: Piscina [2]

Messaggio da Aral » 12 set 2019, 9:10

El_Gae ha scritto:
12 set 2019, 8:36
dico anche un'altra cosa, magari scontata: per quanto ci alleniamo nel nuoto la differenza tra un ex agonista e un buon nuotatore amatoriale è sostanzialmente incolmabile, soprattutto da una certa età in poi. Io con tanto di tabelle, ripetute e tre nuotate a settimana ero arrivato a miglioramenti nell'ordine dei 5"/100 mt massimo.
D'accordo sul fatto che un ex agonista è senza ombra di dubbio su un livello diverso, sulla possibilità di fare miglioramenti va fatta una precisazione.
Così come l'hai detta sembrerebbe che uno che oggi fa 2'/100 con un buon allenamento possa arrivare a fare 1'55". Non deve intendersi così.
Il "miglioramento dell'ordine dei 5"/100 massimo" decorre dal momento in cui c'è una buona base sotto.
In un post precedente scrivevo che
Secondo me una persona con una buona tecnica (ancorché non ottima) e decentemente allenata dovrebbe facilmente stare sull' 1'40"/1'45" sui lunghi e poter fare senza difficoltà 10-15x100 @ 1'45" girando intorno 1'30".
Ecco, se parliamo di una persona che parte già con questi requisiti (una buona tecnica e decentemente allenata) allora si che i miglioramenti possono essere limitati (ma non mi pare poco) a quelli che dici tu. Difficile anche che siano nel corso di una sola stagione, più verosimile nell'arco di 2 o 3 stagioni.
Poi c'è anche un altro aspetto da considerare che è quello dell'avanzare dell'età che rema nel verso opposto. Ma su questo ho le idee un po confuse perché conosco gente che sta andando più forte a 50 anni di quando ne aveva 20. Sia ex agonisti che non.
Luca
Twitter: @bianluca
Aral
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 216
Iscritto il: 21 mag 2013, 14:51
Contatta:

Re: Piscina [2]

Messaggio da Aral » 12 set 2019, 9:27

El_Gae ha scritto:
12 set 2019, 8:36
Immagino che nel Triathlon non sia la disciplina che fa vincere la gara
Ah, certo che no. Considerate le distanze/tempi di esecuzione penso la frazione di nuoto valga si e no il 15% di tutta la gara; molto lontani da un teorico 33% per ciascuna frazione che ci si aspetterebbe. Chi ha pensato le distanze di sicuro non era un nuotatore ma uno di terra… :D
Luca
Twitter: @bianluca
Avatar utente
El_Gae
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1511
Iscritto il: 20 ago 2014, 13:24
Località: Vicenza
Contatta:

Re: Piscina [2]

Messaggio da El_Gae » 12 set 2019, 12:27

Aral ha scritto:
12 set 2019, 9:10

D'accordo sul fatto che un ex agonista è senza ombra di dubbio su un livello diverso, sulla possibilità di fare miglioramenti va fatta una precisazione.
Così come l'hai detta sembrerebbe che uno che oggi fa 2'/100 con un buon allenamento possa arrivare a fare 1'55". Non deve intendersi così.
Il "miglioramento dell'ordine dei 5"/100 massimo" decorre dal momento in cui c'è una buona base sotto.
In un post precedente scrivevo che

Ecco, se parliamo di una persona che parte già con questi requisiti (una buona tecnica e decentemente allenata) allora si che i miglioramenti possono essere limitati (ma non mi pare poco) a quelli che dici tu. Difficile anche che siano nel corso di una sola stagione, più verosimile nell'arco di 2 o 3 stagioni.
Poi c'è anche un altro aspetto da considerare che è quello dell'avanzare dell'età che rema nel verso opposto. Ma su questo ho le idee un po confuse perché conosco gente che sta andando più forte a 50 anni di quando ne aveva 20. Sia ex agonisti che non.
Si, d'accordissimo, mi ero espresso in modo semplicistico. Chiaro che si parla di nuotatori che partono comunque da una buona base. Partendo da zero o dopo un lungo periodo di inattività i progressi possono essere anche più significativi.
Per quanto mi riguarda io mi trovo a faticare a cambiare ritmo e la differenza tra le ripetute e la velocità di crociera è molto meno dei 15" di cui parli tu (sono sempre attorno ai 1'50"). Probabilmente deriva dalla mia poca abitudine a fare ripetute e, per contro, aver fanno anni e anni a lunghi in velocità di crociera senza nessun obiettivo agonistico.
"Quando mi chiedono che tempo prevedo per la gara rispondo sempre che spero ci sia il sole"
https://lafolgorante.wordpress.com/
Aral
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 216
Iscritto il: 21 mag 2013, 14:51
Contatta:

Re: Piscina [2]

Messaggio da Aral » 12 set 2019, 16:21

Purtroppo c'è quest'adattamento che hai descritto, ovvero quando sei abituato a fare solo lunghi a passo standard hai solo quel passo standard e pur mettendoti d'impegno tra il passo su un 100 e quello su un 800 siamo quasi li. Ma non vale solo per i lunghi, vale anche se fai un allenamento più articolato ma sempre uguale. Dopo un po non serve più a nulla.
Altrettanto vero che se non fai parte di una squadra master guidata da un allenatore diventa difficile inventarsi qualcosa di diverso perché non basta mettere li una moltiplicazione tra numero di ripetute e distanza da percorrere per fare un programma efficace.
Dipende da ciascuno che vuole fare. Se uno nuota per fare le gare master non potrà fare a meno di una squadra e un allenatore che fornisca un programma strutturato per i diversi cicli stagionali. Un altro che corre può voler andare in piscina semplicemente per rilassare le gambe e in questo caso qualunque cosa faccia va bene oppure può andare in piscina per mettere un allenamento aggiuntivo senza sovraccaricare gli arti inferiori e in questo caso invece dovrebbe ricercare un minimo di strutturazione per dare un senso a quello che fa. Con la difficoltà però che non avendo un allenatore finirà per fare sempre le stesse cose e torniamo al punto di partenza: fornendo stimoli sempre uguali dopo un po' diventano inefficaci.
In alcune piscine che conosco vengono messi a disposizione dei programmi di allenamento che ovviamente ciascuno è libero di fare o non fare o modificare come crede. Nulla di strutturato, ne sulle andature/recuperi ne sulla periodizzazione. Il livello è sempre abbastanza blando perché deve essere alla portata di tutti, ma un buon punto di partenza che soddisferebbe di sicuro le esigenze di coloro che usano la piscina come allenamento aggiuntivo alla corsa o a qualcos'altro. Anche se sono di base blandi ciascuno può renderli più impegnativi togliendo qualche secondo di recupero, aumentando l'intensità dell'andatura o aggiungendo una o due ripetizioni.
Per darvi un'idea potete anche far riferimento a questo link che credo già di aver postato in passato

https://www.nuotomania.it/nuotoallenamenti.html
Luca
Twitter: @bianluca
Avatar utente
El_Gae
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1511
Iscritto il: 20 ago 2014, 13:24
Località: Vicenza
Contatta:

Re: Piscina [2]

Messaggio da El_Gae » 13 set 2019, 9:48

Io, oltre a nuotomania, seguo anche questo (già più volte segnalato esso stesso): http://mastersswimworkoutsbysaramclarty.blogspot.com/
Ma per quanto mi riguarda il problema principale non è solo il piano di allenamento (un pochino me ne intendo, avendo lavorato nel settore per tanti anni) quanto qualcuno che osservi e dia qualche dritta giusta.
Per dire: la settimana scorsa ho chiesto all'allenatrice di mia figlia (e mia ex collega) di dare un'occhiata alla mia bracciata perché nell'ultima gara mi ero accorto che "tiravo a sinistra" come un'auto con la convergenza da fare e con due consigli mi ha sistemato. Ora, ovviamente, devo cercare di consolidare il nuovo assetto con la pratica.
"Quando mi chiedono che tempo prevedo per la gara rispondo sempre che spero ci sia il sole"
https://lafolgorante.wordpress.com/
Aral
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 216
Iscritto il: 21 mag 2013, 14:51
Contatta:

Re: Piscina [2]

Messaggio da Aral » 13 set 2019, 21:45

Se hai qualcuno che ti segue anche 5-10 minuti ogni tanto ed a meno che la tecnica non presenti parecchie lacune, concentrarsi su un punto alla volta e avere un paio di settimane per consolidare e implementare il feedback ricevuto ti permette comunque di progredire. Purché, però, le indicazioni ricevute e gli esercizi da fare siano ben chiari e si abbia una ottima propriocezione di quel che fai e delle variazioni che introduci nel tuo modo di nuotare. Altrimenti la continuità con cui ti può seguire un istruttore in un corso diventa necessaria.
Luca
Twitter: @bianluca
Avatar utente
mapomac
Maratoneta
Messaggi: 377
Iscritto il: 2 dic 2014, 20:47

Re: Piscina [2]

Messaggio da mapomac » 14 set 2019, 12:39

Conoscete questo ? http://swimmingworkouts.online/
Lo uso da un po' e non mi dispiace
Rispondi

Torna a “Cross Training”