[DIARIO] Trovare il Lato Positivo... Iniziare a correre

Racconta le tue storie di passione & sudore

Moderatori: Doriano, elisa udine, Andybike

Rispondi
Avatar utente
victor76
Top Runner
Utente donatore
Messaggi: 10231
Iscritto il: 5 mag 2010, 17:57
Località: Cosenza

Re: [DIARIO] Trovare il Lato Positivo... Iniziare a correre

Messaggio da victor76 » 14 feb 2020, 9:10

Quoto @Cataldo anche io. Sagge parole!
5 km: 21'20'' (4'16''/km) ---10 km: 43'54'' (4'23''/km)
21 km: 1h35'29'' (4'32''/km) --- 30 km: 2h37'57'' (5'15''/km)
42 km: 4h07'29'' (5'52''/km)
--- 6 ore: 48,913 km (7'22''/km)

Visita il mio Sito e leggi il mio Diario
Avatar utente
Valby
Aspirante Maratoneta
Utente donatore
Messaggi: 242
Iscritto il: 30 nov 2019, 9:52
Località: Copenhagen
Contatta:

Re: [DIARIO] Trovare il Lato Positivo... Iniziare a correre

Messaggio da Valby » 14 feb 2020, 23:04

Grandissimo Hellboy, ho avuto un periodo molto travagliato al lavoro ma sono sempre qua a spronarti cosa credi??? Avanti così! :D
Su runforfun.eu le info e i miei racconti di viaggi e corsa :beer:
---------------------------------------------------------------------------------------
10K: 49'57" Taranto 28/12/19 - 21.1K: 1h48'48" Barcellona 16/02/20
Avatar utente
Hellboy
Mezzofondista
Messaggi: 129
Iscritto il: 21 nov 2019, 17:20
Località: Suzzara (MN)

Re: [DIARIO] Trovare il Lato Positivo... Iniziare a correre

Messaggio da Hellboy » ieri, 18:18

Domenica mattina.
Lascio i bimbi dalla nonna "un'oretta e mezza, non di più, tranquilla...".
Il mio paese.
Le strade di campagna, che 20 anni fa (ok, 25...) percorrevo con il Ciao, la marmitta Proma, il casco sul manubrio e i capelli legati.
Prima ancora in bicicletta.
A volte ci si fermava vicino ad un frutteto, pesche grandi come pompelmi.
Seduti sul ciglio di un piccolo viottolo, le biciclette nascoste nell'erba alta, noi rigati dal sudore dell'estate.
2 pesche, e via di corsa.
L'unica preoccupazione era non rientrare che fosse già buio.
Quel giro l'ho pensato la sera prima.
Ho messo 14, con l'intenzione di provare a fare qualcosina in più.
E alzare l'asticella, avvicinarmi... A cosa?? A me stesso forse, o ciò che vorrei fosse quel me stesso...
Sono partito, di buon passo, senza guardare l'orologio.
5/6 km... Tutto bene.
Un bel giro, il laghetto, il pescheto, il caseificio dove con mio nonno andavo a prendere il formaggio e ci regalavano in un sacchetto di plastica trasparente il "Tusèl"...
Al bivio ho svoltato a sinistra, allungando il percorso.
7/8 km... Tutto bene.
"Ma questa non è corsa lenta" penso...
Mi perdo, non mi ricordo bene la strada.
Quella strada che forse ho trovato...
Proseguo...
Un ponte... Devo decidere se tornare indietro o proseguire.
Lo attraverso.
Guardo l'orologio tra i 9 e i 10km.
Sto andando troppo forte per arrivare bene a 14.
Sono ancora nel limbo. Non ricordo bene dove porta la strada che sto percorrendo, cerco abitazioni conosciute, qualcosa di famigliare.
Ma sono passati almeno almeno 25 anni.
E sono troppo lontano per tornare indietro.
Poi, la, sulla mia destra, il passaggio a livello, il ponte che attraversa l'autostrada, la casa di un carissimo amico.
"Se schiatto mi trova lui..." penso.
Arrivo all'intersezione che ricordavo.
Svolto a destra.
Qualche metro ed inizio a vedere la "Madonnina".
Sono un Paolo sulla via di Damasco, post-moderno e piuttosto affaticato, la barba, le gambe pesanti e il fiato corto.
Non è un miraggio.
Svolto ancora a destra e lascio la "Madonnina" dietro le mie spalle.
Ancora pochi km.
2/3.
Tengo duro.
Provo quasi ad aumentare il passo.
Fallisco.
Davanti casa il mio Huawei segna 14.50km.
Niente al mondo, in quel momento, potrebbe farmi fare un metro in più.
Mi fermo, davanti casa.
Stanco.
Faccio stretching.
"Corsa meravigliosa" penso.
Penso a quel ragazzino in mountain bike, penso a quel Ciao verde con i cerchi in lega.
E' passata una vita.
Ma che corsa meravigliosa!!!
"Sai cosa farò?
Prenderò tutta questa negatività e la userò come carburante per trovare il lato positivo!
È questo che farò!
Non è una stronzata...Ci vuole impegno!"


Diario: viewtopic.php?f=16&t=56823
Rispondi

Torna a “Storie di corsa”