Le storie di corsa della Stanza 21

Racconta le tue storie di passione & sudore

Moderatori: Doriano, grantuking, victor76

Bark_Psychosis

Re: Le storie di corsa della Stanza 21

Messaggio da Bark_Psychosis »

Guarda, io devo anche considerare la meccanica di corsa... se rallento troppo balzello, e non fa bene al mio bicipite femorale acciaccato. Come puoi vedere dalla traccia GC, ho tenuto una buona corsa, non troppo sbragata, con buona oscillazione verticale e buona cadenza, visto il passo per me ridicolo. Spero di tornare in forma almeno sulla CL in un paio di settimane, se finalmente recupero muscolarmente.
Avatar utente
Bilbo
Guru
Messaggi: 2151
Iscritto il: 7 feb 2014, 15:03

Re: Le storie di corsa della Stanza 21

Messaggio da Bilbo »

Dalla metà in poi sei migliorato come parametri, soprattutto la cadenza.
Comunque non pensare a quanto ridicolo sia ora il tuo passo, è assolutamente normale.
E ricordati che il corpo ha memoria (cit.).
Bark_Psychosis

Re: Le storie di corsa della Stanza 21

Messaggio da Bark_Psychosis »

Il mio no, ahimé. Vale solo per chi ha una vita meravigliosamente felice.

Comunque sì, dalla metà in poi ho cercato di correre meglio, avendo buona risposta dalla gamba
Avatar utente
SteVa72
Guru
Messaggi: 4345
Iscritto il: 23 apr 2014, 15:10
Località: Fra Varese e Como

Re: Le storie di corsa della Stanza 21

Messaggio da SteVa72 »

@mezzofondista in realtà dovrebbe valere per tutti perchè migliorando con l'allenamento poi migliorano i passi alle varie soglie più che variare il loro impiego.

ho dato un occhiata (stasera la posto promesso) alla tabella e fa coincidere la soglia anaerobica al 90 94 % della FC max (ovviamente è una approssimazione) il che mi pare più o meno corretto con i dati che vedo in giro (per me max 180 vuol dire 162 o poco più) sulla mezza. no? Io ad esempio sonostato in linea. Alla stramilano ho avuto 164 di fc media. Al PB dei 10K invece son ostato lievemente basso (ma in effetti ero arrivato con molta più energia che alla Stramilano e con la sensazione quindi di poter fare qualcosina di meglio).

@bark secondo me stai solo trovando il bandolo della matassa. ti farà benissimo correre davvero i lenti. E con poche settimane avrai anche aggiustato la tecnica per correre bene. Lo sto vedendo...con tutti i limiti miei...anche io che mi obbligo a stare davvero molto basso come fcm e quindi, anche proporzionalmente, vado più lento ancora di te
Correre fa bene (cit.)

Il mio Diario Io corro aerobico
http://www.runningforum.it/viewtopic.php?f=16&t=43189

Ora c'è il secondo capitolo Io corro aerobico e penso cardiocentrico
http://www.runningforum.it/viewtopic.php?f=16&t=44948
Bark_Psychosis

Re: Le storie di corsa della Stanza 21

Messaggio da Bark_Psychosis »

Beh io grazie al cielo non ho ancora problemi di cardiopatia, quindi posso spingermi un po' oltre. Io devo guarire anche un po' il morale, in questo periodo basso sia per la corsa che per altro...
Ultima modifica di Bark_Psychosis il 19 ott 2015, 11:01, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
maarco72
Top Runner
Messaggi: 9346
Iscritto il: 5 gen 2013, 10:59
Località: rho(mi)

Re: Le storie di corsa della Stanza 21

Messaggio da maarco72 »

Tenerone il bark..
:beer: :beer: :batman:
Avatar utente
Mapina
Ultramaratoneta
Messaggi: 1776
Iscritto il: 28 mar 2015, 15:14
Località: Milano/Genova

Re: Le storie di corsa della Stanza 21

Messaggio da Mapina »

Buondì cari, sono qui a scrivervi per perdere caterve di punti Odiaty.
Sono reduce, e reduce non è un'esagerazione, dalla completa caporetto della mezza di Valencia, l'esperienza più faticosa e lunga dell'ultimo lustro.
due ore di sofferenza pura dal km 1 al km 21.097 (il garmin segna 400 m in più, as usual), chiusi in 1:48:48 che è persino dignitoso dal momento che mi sono fermata 3 volte (3 volte!) e che al 12esimo (al 12esimo!! non al 17esimo) ho camminato per 200 metri).
I motivi di tutto ciò non li conosco; caldo era caldo, ma vabbè; era tutto molto piatto, molto largo, molto veloce. La folla ai lati incitava. Io avevo le cosce dure come il marmo, che se fosse la definizione di una fotomodella potrebbe essere anche un bene, ma nel mio caso proprio per niente.
Dopo i primi 5 minuti ho iniziato a fare il conto di quanto mancava alla fine.
Unico motivo per continuare, mio fratello e famiglia che mi aspettavano al km 15esimo con le mie nipotine di anni 3 e 7 mesi vestite da sivigliane (peraltro mia cognata mia ha immortalato nella miglior foto da superfaiga podistica della mia carriera, roba che in 12 ore siamo già a più di 70 mi piace su facebook; come ingannano le apparenze, sfodero un supersorrisone, ma stavo soffrendo come un cane).
Vabbè, ora metabolizzo e verifico garmin.
A risentirci
Bark_Psychosis

Re: Le storie di corsa della Stanza 21

Messaggio da Bark_Psychosis »

E' un vecchio assioma: peggio vai in gara, meglio vengono le foto.

Dai, non ti eri preparata per nulla, hai fatto del podoturismo à la Foia. La prossima volta fatti un giro della città a piedi che è meglio.


I punti te li tieni, perché mentre tu eri a Valencia io stavo lavorando a casa, senza aver messo il becco fuori per 1 minuto. Ok poi sono uscito a correre, ma saudade a gogo.
Avatar utente
follisal
Guru
Messaggi: 2794
Iscritto il: 17 dic 2012, 14:19

Re: Le storie di corsa della Stanza 21

Messaggio da follisal »

ehi Mapina non dimenticare la foto anche qui..
Avatar utente
Mapina
Ultramaratoneta
Messaggi: 1776
Iscritto il: 28 mar 2015, 15:14
Località: Milano/Genova

Re: Le storie di corsa della Stanza 21

Messaggio da Mapina »

Immagine


sorrisone

Torna a “Storie di corsa”