[DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Racconta le tue storie di passione & sudore

Moderatori: Doriano, grantuking, victor76

Bbagghins
Maratoneta
Messaggi: 338
Iscritto il: 30 nov 2019, 22:10

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Bbagghins »

Ciao, anche io ho il Polar e in passato ho utilizzato i piani di allenamento proposti, traendone beneficio.
L'unica cosa è che molti allenamenti sono basati su corsa lenta/lentissima, cercando di tenere i battiti molto bassi.
Io, che sono un po' tachicardico, per mantenere i battiti indicati dovevo andare molto più lento di quanto avrei potuto.
Poi ho modificato le zone di frequenza cardiaca, adeguandole ai miei parametri, e ho potuto accelerare un po'
Avatar utente
Pescanoce
Ultramaratoneta
Messaggi: 1382
Iscritto il: 28 mag 2016, 12:14

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Pescanoce »

Grazie! Proverò a vedere che cosa mi suggerisce!

Per curiosità, tu come hai fatto a sapere che le tue zone sono più alte? È emerso dalla visita sportiva?
But just because it burns, doesn't mean you're gonna die
You gotta get up and try, and try, and try
Bbagghins
Maratoneta
Messaggi: 338
Iscritto il: 30 nov 2019, 22:10

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Bbagghins »

No, me li hanno ricalcolati sulla base dei battiti medi tenuti in alcune gare.
Avatar utente
percefal
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 773
Iscritto il: 21 ago 2011, 17:37
Località: Esslingen am Neckar (BW)

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da percefal »

Aspetterei una seconda uscita, magari l´orologio non era ben saldo al polso. O forse e´ Garmin che si vendica :mrgreen:
Mi paiono battiti un tantino troppo alti.
Mizuno Wave Sky 3 + Garmin Forerunner 45
Avatar utente
Utente donatore
The Observer
Guru
Messaggi: 3958
Iscritto il: 26 mag 2015, 9:05
Località: Forse dovrei decidermi...

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da The Observer »

quando correvo con il Tomtom vedevo, specie all'inizio, salire i BPM a valori come 160, a volte anche 190. Aggiustando l'orologio spesso passavo in pochi secondi (l'orologio fa dei fit su diversi secondi di misure) da 160 a.... 120 o anche 110.

Adesso con il Garmin Forerunner sono tornato alla fascia per sapere esattamente cosa faccio e come lo faccio.

(Il punto è che soffro da anni di un disturbo marginale, secondo i medici, ma abbastanza spiacevole: a causa di una vena che passa vicino all'orecchio sinistro "sento" tutto il giorno i battiti cardiaci, anche di notte, il che non è proprio il massimo, ma mi ci sono abitutato ormai. Sento anche tutte le variazioni di ritmo, le aritmie, i battiti saltati (pochissimi fortunatamente). Come aspetto positivo, quando corro mi sono abituato a verificare immediatamente se l'orologio sta dicendo fesserie o no paragonando i battiti con il passo)
“Great things are done when men and mountains meet" -- William Blake, circa 1793
Il mio DIARIO. Le mie corse su Strava
Avatar utente
Gilles27
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 245
Iscritto il: 17 ott 2017, 23:04

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Gilles27 »

be’, potresti concentrarti sull’imparare a contare le pulsazioni e tenere al polso un semplice cronometro, di che ti lamenti? Hai il cardiofrequenzimetro incorporato, sei un transumanista senza saperlo! :-)

P.s.: scusa la confidenza ;-)
Avatar utente
Utente donatore
The Observer
Guru
Messaggi: 3958
Iscritto il: 26 mag 2015, 9:05
Località: Forse dovrei decidermi...

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da The Observer »

si esatto... Si chiama acufene pulsante. Il problema è che quando corro i passi mi confondono: so dire se sono a 160 o a 130 o a 100, ma non meglio di così. (ma scusa de che? :wink: )
“Great things are done when men and mountains meet" -- William Blake, circa 1793
Il mio DIARIO. Le mie corse su Strava
Avatar utente
Pescanoce
Ultramaratoneta
Messaggi: 1382
Iscritto il: 28 mag 2016, 12:14

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Pescanoce »

Percefal, oggi ho riprovato ed è andata così, battiti sempre alti ...
Immagine
But just because it burns, doesn't mean you're gonna die
You gotta get up and try, and try, and try
Avatar utente
percefal
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 773
Iscritto il: 21 ago 2011, 17:37
Località: Esslingen am Neckar (BW)

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da percefal »

Se puoi farlo, fai la prova del nove con un altro dispositivo.
Voglio credere che siano valor sballati...
Mizuno Wave Sky 3 + Garmin Forerunner 45
Avatar utente
Pescanoce
Ultramaratoneta
Messaggi: 1382
Iscritto il: 28 mag 2016, 12:14

Re: [DIARIO] che fatica alzarsi dal divano!

Messaggio da Pescanoce »

Ma per esempio voi come la reagite quando qualcuno, spinto da generosa sollecitudine, vi fa notare una due tre volte che siete ingrassati, ma proprio ingrassati?
È quello che è capitato a me questo agosto: dopo un inverno duro, il lockdown e tutto il resto, periodi in cui mangiare, e mangiare i dolci, è stata una consolazione. Mettici poi la settimana (bellissima!) di hotel in pensione completa ed eccoci. Almeno però un po’ di corsa, lenta senza fiato ecc c’è stata, a tamponare gli effetti di questi peccati di gola. Almeno entro ancora nei pantalocini da corsa,E anche se non ho ritenuto opportuno seguire tabelle ecc, ma sono sempre andata un po’ a sensazione, magari infilando qualche allungo se me la sentivo, e questo mi ha dato una bella impressione di forza e puuuutenza, non so se mi spiego. Oltre che regalarmi l’emozione di correre in riva al mare all’alba nella bellissima ciclabile che collega Varazze a Cogoleto.
Ma siamo a fine agosto, il tempo della rentrée come stato d’animo, di energie e buoni propositi. Siamo però in un anno strano, e mentre amazon ci fa il mAlocchio mettendo in promozione cyclette e attrezzi per lo spinning, più che l’energia degli inizi sento la preoccupazione per quello che capiterà.
Per adesso, intanto, ho deciso di dare un taglio ai dolci. Di solito questo mi sgonfia molto, il mio disturbo ormonale va poco d’accordo con lo zucchero...
Nel frattempo a mio marito è venuta un brutto gonfiore doloroso all’alluce. Eh sì, io corro, a lui che invece si guarda bene da fare ogni tipo di attività viene male al piede: una versione coniugale del ritratto di Dorian Gray! Scherzi a parte, per ora siamo solo riusciti a sentire la guardia medica al telefono un paio di volte, visto che non passa, e un’ipotesi potrebbe essere... gotta! Questo significherebbe dieta, e in quel caso credo che lo forzerei ad andare dal nutrizionista e ne approfitterei per farci un salto anche io (chissà se danno consigli per menu che vadano bene per la coppia... perché non mi ci vedo a preparare tre menu differenti, durerebbe due giorni poi verserei direttamente nel piatto Gourmet Gatto gold perle in gelatina).

Dopo tutto questo sproloquio la mia domanda è: come mantenere alta la motivazione a una vita attiva e lontana dalle schifezze alimentari consolatorie (O peggio: seguire una dieta) quando poi la vita ricomincia a essere stressante, ci si sente stanchi e ritagliarsi uno spazio per sé diventa più difficile?

Ps, a proposito di Polar: un mio amico, pur con un modello diverso, aveva lo stesso problema di pulsazioni sopra i 180 nonostante non avesse nemmeno il fiatone. Forse non sono gli orologi più precisi, da questo punto di vista!
But just because it burns, doesn't mean you're gonna die
You gotta get up and try, and try, and try

Torna a “Storie di corsa”