LA FISICA, I PROIETTILI E LA TECNICA DI CORSA

Discussioni sui vari tipi di appoggio e stile di corsa.

Moderatori: Oscar78, davide1977, elisa udine

runner 451
Novellino
Messaggi: 23
Iscritto il: 15 mar 2017, 8:40
Contatta:

Re: LA FISICA, I PROIETTILI E LA TECNICA DI CORSA

Messaggioda runner 451 » 30 ago 2017, 13:13

crop74 ha scritto:
runner 451 ha scritto:Vero, infatti nell'articolo approfondisco la cosa, ma è un assist al fatto che la spinta non debba essere verticale, ma in "avanti diagonale"


Abbiamo spazio a sufficienza sui nostri server per approfondire qui il discorso. :salut:

Lo avvevo fatto...
http://www.runner451.it
Runner 451
Tu Corri e noi Ti Facciamo Strada
Per chi ama la corsa e per chi vuole imparare a farlo
Runner 451
Runner consapevoli e felici

Avatar utente
Polezzz
Maratoneta
Messaggi: 432
Iscritto il: 21 set 2009, 20:22
Località: Carrara

Re: LA FISICA, I PROIETTILI E LA TECNICA DI CORSA

Messaggioda Polezzz » 24 ott 2017, 12:12

runner 451 ha scritto:ma atterrando sempre nella parte posteriore del piede. Il tempo di impatto resta però minimo


Ma non ti insegnano a correre gli istruttori appoggiando sempre e solo la pianta del piede anzichè il tallone?
D'altronde i maratoneti più forti (i kenioti, ecc. ecc. ecc.) quando il piede ridiscende appoggiabo sull'asfalto sempre e solo la pianta del piede non il tallone, per ridurre al minimo il consumo di energie, o magari è solo perchè loro viaggiano così veloci e quindi superano la zona di atterraggio del piede dal tallone alla pianta?


bye
Ultima modifica di Polezzz il 24 ott 2017, 15:29, modificato 1 volta in totale.
Buona Corsa!!!

Avatar utente
maarco72
Top Runner
Messaggi: 7200
Iscritto il: 5 gen 2013, 10:59
Località: rho(mi)

Re: LA FISICA, I PROIETTILI E LA TECNICA DI CORSA

Messaggioda maarco72 » 24 ott 2017, 12:48

Polezzz ha scritto:
runner 451 ha scritto:ma atterrando sempre nella parte posteriore del piede. Il tempo di impatto resta però minimo


Ma non ti insegnano a correre gli istruttori appoggiando sempre e solo la pianta del piede anzichè il tallone?
D'altronde i maratoneti più forti (i kenioti, ecc. ecc. ecc.) quando il piede ridiscende appoggiabo sull'asfalto sempre e solo la pinata del piede non il tallone, per ridurre al minimo il consumo di energie, o magari è solo perchè loro viaggiano così veloci e quindi superano la zona di atterraggio del piede dal tallone alla pianta?


bye

non è vero in assoluto...si presume che sia la tecnica migliore..ma ci sono atleti fortissimi che tallonano.....
poi in linea teorica sarebbe meglio correre di mesopiede specie su lunghe distanze,ma è anche vero che non è facile cambiare postura e metodo di corsa ad una certa età a runner come noi..perlopiù tapascioni...bisogna anche avere tempo e chi ti fa fare esercizi adeguati,che oi su alcuni hanno effetto rapido su altri no.sarebbe un discorso da fare in età giovanile.
resta cmq a mio parere imortantissimo cmq fare tecnica di corsa acneh a noi amatori..cmq orta semrpe dei miglioramenti oltre prevenire delle problematiche tipiche di errori di postura.
:beer: :beer: :batman:


Torna a “Biomeccanica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite