esame baropodometrico

Discussioni sui vari tipi di appoggio e stile di corsa

Moderatori: F-lu, elisa udine

Rispondi
Avatar utente
Ginger_S
Novellino
Messaggi: 45
Iscritto il: 21 feb 2015, 1:50
Località: Brescia
Contatta:

Re: esame baropodometrico

Messaggio da Ginger_S » 23 feb 2015, 15:24

Sinceramente non penso di avere particolari problemi ortopedici che richiedano plantari particolarmente elaborati, metti ad occhio e croce di andare tra i 120 e i 150€ per quelli standard (da asporto, come li chiamo io) la quale cifra l'ho messa in conto.
Però leggevo qui su di cifre astronomiche SOLO per la visita (realizzazione plantari esclusa), oppure ho interpretato male io?
Avatar utente
jahnluka
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 533
Iscritto il: 16 set 2014, 9:10
Località: Pula (SARDINIA) - Bologna (ITALY)

Re: esame baropodometrico

Messaggio da jahnluka » 23 feb 2015, 15:30

Ginger_S ha scritto:Sinceramente non penso di avere particolari problemi ortopedici che richiedano plantari particolarmente elaborati, metti ad occhio e croce di andare tra i 120 e i 150€ per quelli standard (da asporto, come li chiamo io) la quale cifra l'ho messa in conto.
Però leggevo qui su di cifre astronomiche SOLO per la visita (realizzazione plantari esclusa), oppure ho interpretato male io?
Le ortesi plantari generalmente si aggirano intorno ai 200€.
La sostanza dei plantari è che, come dici bene, spesso sono utilizzati "ad minchiam".
Il plantare è una toppa sul vestito.
Se uno vuole agire con criterio, fa un esame posturale approfondito e cerca di correggere eventuali difetti con lavori che possano riequilibrare la postura, non certo facendo ricorso al plantare.
Non lo demonizzo a priori, sto invece alla larga da chi lo propina come panacea di qualsiasi male abbia il podista.
Ci sono dei brillanti interventi di natura posturale (es metodo pancafit) che possono aiutare a riequilibrare la struttura del podista, senza dover ricorrere al plantare che comunque ha una vita non lunghissima e che quindi andrebbe comunque rifatto una volta non più rispondente alle specifiche tecniche.
..:::: FIGHT FOR YOUR MIND::::..
I miei PB:
10 km: 37'58'' (10 km della Canapa - Lovoleto - Bologna, 26/4/15)
21,097 km: 1h22'28'' (Busto Arsizio - Varese, 09/11/15)
42,195 km: 2h58'08" ( Carpi - Modena, 11/10/15)
Avatar utente
Ginger_S
Novellino
Messaggi: 45
Iscritto il: 21 feb 2015, 1:50
Località: Brescia
Contatta:

Re: esame baropodometrico

Messaggio da Ginger_S » 23 feb 2015, 15:49

Il Pancafit :D ne parlava sempre il mio istruttore in palestra (insultandolo :mrgreen: perché odiava qualsiasi macchinario)
Ad ogni modo, vedremo domani cosa mi diranno, non mi fascio la testa prima del tempo! Alle brutte sono sempre in tempo a prenotare una seconda visita pagaNDA al centro medico sportivo :)
Avatar utente
jahnluka
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 533
Iscritto il: 16 set 2014, 9:10
Località: Pula (SARDINIA) - Bologna (ITALY)

Re: esame baropodometrico

Messaggio da jahnluka » 23 feb 2015, 16:04

Ginger_S ha scritto:Il Pancafit :D ne parlava sempre il mio istruttore in palestra (insultandolo :mrgreen: perché odiava qualsiasi macchinario)
Ad ogni modo, vedremo domani cosa mi diranno, non mi fascio la testa prima del tempo! Alle brutte sono sempre in tempo a prenotare una seconda visita pagaNDA al centro medico sportivo :)
:thumleft:
..:::: FIGHT FOR YOUR MIND::::..
I miei PB:
10 km: 37'58'' (10 km della Canapa - Lovoleto - Bologna, 26/4/15)
21,097 km: 1h22'28'' (Busto Arsizio - Varese, 09/11/15)
42,195 km: 2h58'08" ( Carpi - Modena, 11/10/15)
Avatar utente
labboro
Guru
Messaggi: 2070
Iscritto il: 14 nov 2010, 11:46

Re: esame baropodometrico

Messaggio da labboro » 23 feb 2015, 21:12

Ginger_S ha scritto:Ragazzi ma che prezzi assurdi ho letto? Mi è venuto un coccolone! :pale:
Io ho prenotato per domani mattina l'esame baropodometrico statico+dinamico presso un'ortopedia sanitaria vicino casa, e mi hanno detto che la visita è gratuita :sbavvvv: poi per via di una convenzione avrei anche uno sconto sulla realizzazione degli eventuali plantari.
A questo punto scatta la classica domanda: dove sta il trucco?

Il trucco sta che al 100% uscirai da li con dei plantari anche se non ne avrai bisogno... Quindi se vuoi andare vai e senti cosa ti dicono ma non farteli rifilare ad ogni costo senti anche un altro parere ... Anche a me hanno "solato" 200€
Avatar utente
Ginger_S
Novellino
Messaggi: 45
Iscritto il: 21 feb 2015, 1:50
Località: Brescia
Contatta:

Re: esame baropodometrico

Messaggio da Ginger_S » 23 feb 2015, 23:11

Proprio oggi pomeriggio sono andata a farmi mio test da sforzo annuale, e tramite due moine (leggi: velato ma nemmeno troppo scartavetramento al cubo di pa**e) al cardiologo sono riuscita a farmi infilare questo giovedì per una visita con l'ortopedico, che altrimenti sarebbe slittata di almeno 10 giorni: ci andrò con gli esiti del baropodometrico, e con l'ortopedia prenderò tempo... speriamo che non mi facciano storie, o che si offendano :P

EDIT 26/02
Come da copione, a sentire l'ortopedia avrei addirittura un piede ad arco molto acuto, quasi cavo. MA QUANDO MAI, cioè in 34 anni me ne sarei ben accorta se avessi avuto un piede del genere... plantari? Indispensabili, maipiùsenza, blablabla :mrgreen:
(peccato che oggi l'ortopedico abbia fatto una sorta di pantomima da vade retro Satana al solo sentirli nominare, i plantari...)
Saba
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 172
Iscritto il: 13 mag 2014, 20:00

esame baropodometrico

Messaggio da Saba » 17 apr 2015, 13:43

Il plantare per la mia esperienza personale lo puoi valutare solo quando te lo consegnano, io ne ho fatto svariati modelli, ma nessuno è riuscito a risolvere il mio problema.

In giro che tanta gente che non ci capisce un tubo, perché un fisiatra o un ortopedico oltre che prescriverei un plantare dovrebbe anche capire la causa che a portato a questo scompenso del piede e stilare un programma che insieme all'ortesi possa portare il paziente verso una guaritone fisiologica.
Avatar utente
jahnluka
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 533
Iscritto il: 16 set 2014, 9:10
Località: Pula (SARDINIA) - Bologna (ITALY)

Re: esame baropodometrico

Messaggio da jahnluka » 17 apr 2015, 13:46

Saba ha scritto:Il plantare per la mia esperienza personale lo puoi valutare solo quando te lo consegnano, io ne ho fatto svariati modelli, ma nessuno è riuscito a risolvere il mio problema.

In giro che tanta gente che non ci capisce un tubo, perché un fisiatra o un ortopedico oltre che prescriverei un plantare dovrebbe anche capire la causa che a portato a questo scompenso del piede e stilare un programma che insieme all'ortesi possa portare il paziente verso una guaritone fisiologica.
Assolutamente d'accordo!!
..:::: FIGHT FOR YOUR MIND::::..
I miei PB:
10 km: 37'58'' (10 km della Canapa - Lovoleto - Bologna, 26/4/15)
21,097 km: 1h22'28'' (Busto Arsizio - Varese, 09/11/15)
42,195 km: 2h58'08" ( Carpi - Modena, 11/10/15)
Saba
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 172
Iscritto il: 13 mag 2014, 20:00

esame baropodometrico

Messaggio da Saba » 17 apr 2015, 14:21

Questo l'ho appreso sulla mia pelle, all'inizio anch'io mi sono fidato, ma i risultati sono stati pessimi.

Il nostro corpo deve trovare sua armonia, che non può certo essere ottenuta mettendo sotto i nostri piedi qualche centimetro di rialzo qua e là.

Io per molti anni ho portato un plantarino in gomma, poi correndo ed appoggiando male il piede destro ho iniziato ad avere uno scompenso muscolare sulla gamba, con rispettivo cedimento dell'arco plantare, a questo punto pensai; vado dal migliore, sicuramente avrà la soluzione giusta per me, invece dopo una costosa visita mi prescrisse solo un plantare rigido su calco, con i talloni bloccati( scelta che col tempo si rivelò sbagliatissima in quanto io ho le tibie vare e sono un supinatore) li portai per due anni e pur chiedono spiegazioni al medico ed al tecnico ortopedico, loro mi dissero che quello era il mio plantare.

Morale della favola, se vi fanno un plantare ed non è " amore prima a vista" buttale via, vuol dire che non è il vostro, andare da chi te l'ha fatto risulterà solo una perdita di tempo, in quanto lui da buon vendite ti dirà; te lo sistemo io, ma purtroppo non sarà così ed alla fine avrete speso 250 euro senza risolvere nulla.

Vi dico questo, perché il plantare oltre ad non risolvere il vostro problema potrebbe crearvi altre problematiche , ad esempio; problemi alle ginocchia ed ai menischi, disallineamento del bacino ecc ecc

Un Podologo o un Fisiatra che si rispetti, prima di farvi fare un plantare dovrebbe minimo farvi fare un periodo di pilates e di rinforzo muscolare e dopo, solo quando il corpo avrà ripreso un po' di armonia, prescrivervi un'ortesi che debba risultare il meno invasiva possibile.
Avatar utente
jahnluka
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 533
Iscritto il: 16 set 2014, 9:10
Località: Pula (SARDINIA) - Bologna (ITALY)

Re: esame baropodometrico

Messaggio da jahnluka » 17 apr 2015, 14:51

Saba, io sto combattendo contro i CULTORI del plantare.
Io ho subito due grossi infortuni alla gamba destra (strappo grande gluteo e frattura da stress del perone).
Considerando che ho iniziato a correre con criterio da due anni, sono troppi infortuni e troppo grossi.

Per farla breve, ho fatto una analisi approfondita che ha rilevato uno scompenso di carico sulla gamba destra (+3kg) rispetto alla sinistra.
Il bacino e le anche sono perfettamente simmetriche.
Quindi....è un puro problema di POSTURA:
Ma tutti, e dico tutti, mi hanno proposto i plantari come soluzione.
E siccome io rispecchio la categoria dei SARDI & TESTARDI, prima di optare per una "toppa" al vestito, preferisco scucire e riprendere la stoffa per avere un abito non rattoppato.
Ho quindi iniziato un percorso con un posturologo che mi sta seguendo attraverso il metodo Pancafit.
L'ortopedico che mi ha in cura, l'ultima, che non è una sprovveduta ed è abbastanza nota in ambienti sportivi a Milano, mi ha confermato la bontà della scelta.

Quindi mi trovi assolutamente d'accordo.
..:::: FIGHT FOR YOUR MIND::::..
I miei PB:
10 km: 37'58'' (10 km della Canapa - Lovoleto - Bologna, 26/4/15)
21,097 km: 1h22'28'' (Busto Arsizio - Varese, 09/11/15)
42,195 km: 2h58'08" ( Carpi - Modena, 11/10/15)
Rispondi

Torna a “Biomeccanica”