Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Discussioni e domande sugli infortuni e sui metodi per superarli.

Moderatori: F-lu, gian_dil, elisa udine

giox66
Novellino
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 mag 2018, 17:53

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggioda giox66 » 7 mag 2018, 18:04

Salve a tutti......mi sono appena iscritto.
Sono prevalentemente un ciclista che però da qualche tempo pratica camminate e qualche leggera corsetta alternando 1 km a passo veloce con 1 km di corsa.
Come capita a molti sto incappando nel dolore alla bandelletta ileotibiale che dopo qualche km se ne esce fuori. Tra l' altro, se può aiutare, ho spesso il tensore fascia lata rigido, anche quando esco in bici (ma non dolore alla bandelletta).
Leggendo qua e la le cause avrei un paio di domande su cause che non ho ben capito:

1) Corsa sul lato della strada......ok, ma non capisco se per esempio corro sul lato dx (seguendo il traffico auto) quale ginocchio dovrebbe far male. La gamba dx dovrebbe stendere di più e la sx meno......

2) Dismetria (ho una vecchia frattura femore dx e dicono che la gamba sia più corta circa 5mm).......ma quale ginocchio dovrebbe risentirne? quello della gamba più lunga o più corta?

Grazie per eventuali risposte

giox66
Novellino
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 mag 2018, 17:53

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggioda giox66 » 16 mag 2018, 8:55

Proprio nessuno che mi sappia dire qualcosa in merito?

evolux
Novellino
Messaggi: 13
Iscritto il: 10 gen 2017, 20:50

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggioda evolux » 16 mag 2018, 9:17

Ciao, io sono ciclista che prima andava a correre, ho avuto un intervento sul comparto rotuleo del ginocchio destro (lateral release, plicatura mediale, microfratture per fare aderire il PRP prelevato in sede di pre-intervento).
Per quanto riguarda la bandelletta ne ho provate tante, può essere la bici a volte, ma è più facile che sia la corsa in altre occasioni.
Che dire, io l'ho curata con infiltrazioni di RIFOCIN direttamente nella sacca ileotibiale della bandelletta più onde d'urto più cicli di tecarterapie.
Quel che funziona di più sono i cicli di tecar, così seguiti:
_10 cicli di tecar, 2 a settimana per 5 settimana, poi, 1 tecar ogni 2 settimane.
Così sto meglio.
Ho ripreso a correre distanze fino a 10 km. Facevo foam roller prima e dopo la corsa e mi stavo trovando bene.
Io però sono pesante, 86 kg, non sono il soggetto più indicato per andare a correre.
Infatti mi si è ripresentata una condropatia rotulea anche sul ginocchio sinistro, tanto che per ora ho smesso di correre, avrò una visita di controllo il 23 maggio 2018 e vedrò se trattare per un pò con acido ialuronico o se poi comunque propendere per il medesimo intervento che ho avuto anche sul ginocchio destro.
Secondo me, fattore preponderante, a parte la meccanica del movimento, è proprio il peso dell'atleta. Obbiettivamente correre chilometri con pesi oltre i 75kg secondo me alla lunga il danno salta fuori, c'è poco da fare.
Te non so quanto pesi.

evolux
Novellino
Messaggi: 13
Iscritto il: 10 gen 2017, 20:50

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggioda evolux » 16 mag 2018, 9:28

giox66 ha scritto:(ho una vecchia frattura femore dx e dicono che la gamba sia più corta circa 5mm).......ma quale ginocchio dovrebbe risentirne? quello della gamba più lunga o più corta?

Grazie per eventuali risposte


Dicono che sia la gamba più corta di circa 5mm? E' una situazione verificata da un osteopata bravo questa?

giox66
Novellino
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 mag 2018, 17:53

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggioda giox66 » 16 mag 2018, 17:53

La gamba è più corta....sicuro.
Circa 5 mm.La destra.
Infatti quando corto la sensazione è che la dx scorra scivolando sul terreno mentre con la schiena ho come la sensazione di "salire" su un piccolo scalino e riscendo re.
Però la bandelletta da fastidio ala sinistra.
Quello che chiedevo era se a risentire di una dismetria sia la parte più lunga o l altra.
Quando corro "contromano" in strada quindi con la sx più in basso sento che la sensazione delle 2 gambe si equivale.

giox66
Novellino
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 mag 2018, 17:53

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggioda giox66 » 16 mag 2018, 18:00

evolux ha scritto:Ciao, io sono ciclista che prima andava a correre, ho avuto un intervento sul comparto rotuleo del ginocchio destro (lateral release, plicatura mediale, microfratture per fare aderire il PRP prelevato in sede di pre-intervento).
Per quanto riguarda la bandelletta ne ho provate tante, può essere la bici a volte, ma è più facile che sia la corsa in altre occasioni.
Che dire, io l'ho curata con infiltrazioni di RIFOCIN direttamente nella sacca ileotibiale della bandelletta più onde d'urto più cicli di tecarterapie.
Quel che funziona di più sono i cicli di tecar, così seguiti:
_10 cicli di tecar, 2 a settimana per 5 settimana, poi, 1 tecar ogni 2 settimane.
Così sto meglio.
Ho ripreso a correre distanze fino a 10 km. Facevo foam roller prima e dopo la corsa e mi stavo trovando bene.
Io però sono pesante, 86 kg, non sono il soggetto più indicato per andare a correre.
Infatti mi si è ripresentata una condropatia rotulea anche sul ginocchio sinistro, tanto che per ora ho smesso di correre, avrò una visita di controllo il 23 maggio 2018 e vedrò se trattare per un pò con acido ialuronico o se poi comunque propendere per il medesimo intervento che ho avuto anche sul ginocchio destro.
Secondo me, fattore preponderante, a parte la meccanica del movimento, è proprio il peso dell'atleta. Obbiettivamente correre chilometri con pesi oltre i 75kg secondo me alla lunga il danno salta fuori, c'è poco da fare.
Te non so quanto pesi.


Sono 1.80 x 79 kg.
Corro con saucony freedom ISO.drop basso 4. Ammortizzate.

evolux
Novellino
Messaggi: 13
Iscritto il: 10 gen 2017, 20:50

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggioda evolux » 17 mag 2018, 9:34

giox66 ha scritto:La gamba è più corta....sicuro.
Circa 5 mm.La destra.
Infatti quando corto la sensazione è che la dx scorra scivolando sul terreno mentre con la schiena ho come la sensazione di "salire" su un piccolo scalino e riscendo re.
Però la bandelletta da fastidio ala sinistra.
Quello che chiedevo era se a risentire di una dismetria sia la parte più lunga o l altra.
Quando corro "contromano" in strada quindi con la sx più in basso sento che la sensazione delle 2 gambe si equivale.



5mm non sono tanta roba. Dovresti farti controllare i malleoli interni ed agire sul muscolo psoas per metterti pari, fallo fare da un bravo osteopata, se già non l'hai fatto.

Avatar utente
pangiagio
Novellino
Messaggi: 41
Iscritto il: 5 nov 2017, 14:30
Località: Tradate(Va)

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggioda pangiagio » 17 mag 2018, 12:59

L'avevo già scritto in un post precedente mi pare, ma io dopo averle provate tutte ho risolto con l'Osteopata che mi ha messo a posto e mi ha consigliato di andare anche da un podologo per via dei piedi.

Da allora uso anche massaggiarmi con il Roller sulla fascia lata, mai più avuto problemi.

Inviato dal mio SM-A510F utilizzando Tapatalk
21K 26/11/2017 Milano21 Half Marathon 1.53.28
25K 22/04/2018 Sarnico-Lovere 2.15.20

giox66
Novellino
Messaggi: 6
Iscritto il: 7 mag 2018, 17:53

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggioda giox66 » 17 mag 2018, 15:43

Ho cugino osteopata il quale mi dice che, essendo la dismetria derivata da frattura femore non è possibile raddrizzare un bel niente e anche se nella immediato la sensazione fosse quella di essere pari mancando una parte di lunghezza nel giro di un attimo sarei punto e a capo.
Avevo pensato di mettere una soletta di poco spessore (1-2mm) sotto alla gamba più corta per equilibrare la spinta.
Uso anche io il roller sul tensore.

evolux
Novellino
Messaggi: 13
Iscritto il: 10 gen 2017, 20:50

Re: Cronaca della bandelletta: da diagnosi a cura

Messaggioda evolux » 17 mag 2018, 15:47

giox66 ha scritto:Ho cugino osteopata il quale mi dice che, essendo la dismetria derivata da frattura femore non è possibile raddrizzare un bel niente e anche se nella immediato la sensazione fosse quella di essere pari mancando una parte di lunghezza nel giro di un attimo sarei punto e a capo.
Avevo pensato di mettere una soletta di poco spessore (1-2mm) sotto alla gamba più corta per equilibrare la spinta.
Uso anche io il roller sul tensore.



Ok, ha ragione tuo cugino.
Prova con lo spessore magari.
Per quanto riguarda il foam roller tu che esercizi fai? Cambia molto quest'ultimo aspetto.


Torna a “Infortuni e terapie”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite