alluce rigido

Discussioni e domande sugli infortuni e sui metodi per superarli

Moderatori: F-lu, gian_dil

MammaAnna
Novellino
Messaggi: 5
Iscritto il: 6 nov 2019, 11:29

Re: alluce rigido

Messaggio da MammaAnna »

fabiomax78 ha scritto:
30 dic 2019, 17:47

La mia domanda è: qualcuno di voi, per risolvere il consumo di cartilagine dell'alluce rigido, si è mai sottoposto all'infiltrazione mini-invasiva delle cellule mesenchimali?

grazie mille e un saluto,
Fabio
Seguo anche io, perché con l'intervento chirurgico non ho risolto e vorrei sapere se posso effettuare l'infiltrazione in modo che sia risolutiva e non solo dispendio di denaro e tempo.
Professoressa
Novellino
Messaggi: 1
Iscritto il: 14 feb 2020, 22:51

Re: alluce rigido

Messaggio da Professoressa »

Le cellule mesenchimali sono una illusione. Possono dare sollievo temporaneo ma non duraturo. Le ha provate una mia amica sul ginocchio.
fabiomax78
Novellino
Messaggi: 3
Iscritto il: 18 mag 2019, 20:54

Re: alluce rigido

Messaggio da fabiomax78 »

Professoressa ha scritto:
14 feb 2020, 23:03
Le cellule mesenchimali sono una illusione. Possono dare sollievo temporaneo ma non duraturo. Le ha provate una mia amica sul ginocchio.
Grazie per il tuo contributo in merito e alla condivisione dell'esito -a quanto pare non positivo- delle infiltrazioni di mesenchimali sul ginocchio della tua amica.

Sarebbe interessante sapere se esiste una statistica ampia e oggettiva, che esprima il numero di interventi riusciti (cioè che coloro che hanno ripreso a fare sport) sul totale di coloro che hanno provato tale soluzione.
Se ne siete a conoscenza, condividetela per favore.
grazie mille
Andrea1976
Novellino
Messaggi: 5
Iscritto il: 5 ago 2015, 11:58

Re: alluce rigido

Messaggio da Andrea1976 »

Buongiorno rigidi. Aggiornamento dall'ultimo mio post del 12/03/18: la situazione è invariata. Ho sostituito la corsa con la bici ed ogni tanto faccio una camminata in montagna. A fine 2019 ho fatto numerose camminate in montagna senza avere problemi o dolori eccessivi poi in una di queste ho accidentalmente urtato l'alluce malsano (ovviamente proprio quello e non l'altro) provocandomi forte dolore tanto da non poter appoggiare il piede per un paio di giorni. Fisioterapia, laser, tecar e crema per un paio di settimane ed è tornato nella norma. Continuo con la bici ed ho fatto un altro paio di camminate senza forzare. Morale: evitare l'evitabile per conservare ciò che resta!
Avatar utente
runner_inside
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 222
Iscritto il: 29 apr 2011, 17:14
Località: Carnago

Re: alluce rigido

Messaggio da runner_inside »

è vero che siamo fatti tutti diversi, io operato a entrambi gli allucci ... post operazione ho fatto una decina di mezze e due maratone , mi sto preparando per la terza....
PB
5 KM 22:30
10KM 48:01
21KM 1:45:54
42KM 4:17:03
giodin
Novellino
Messaggi: 1
Iscritto il: 11 mar 2020, 17:56

Re: alluce rigido

Messaggio da giodin »

Ciao a tutti....qualcuno ha per caso avuto esiti positivi facenno intervento di osteotomia per alluce rigido per arretrare il metatarso? ero abituata a correre e andare in palestra ma da orami più di un anno vivo con doolri ai piedi e metatarsalgie che non mi consentono più di camminare più bene e da qui anche un'infiammazione alle ginocchia. Mi è cambiata veramente la vita. Ho sentito diversi ortopedici ma dovrò ormai programmare questo intervento ma sono veramente preoccupata.
Avatar utente
Delitto
Novellino
Messaggi: 2
Iscritto il: 4 set 2018, 10:37

Re: alluce rigido

Messaggio da Delitto »

Ciao a tutti. A proposito di questo problema, qualcuno avrebbe dei consigli circa il tipo di scarpa da utilizzare per la corsa?
Ho alluce rigido a entrambi i piedi, ma al momento la situazione è abbastanza sotto controllo. Tuttavia, dopo alcune corse intesive, accuso qualche dolore per qualche giorno...
Avatar utente
Utente donatore
Junxrunx
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 759
Iscritto il: 16 ott 2014, 14:03
Località: Cesena

Re: alluce rigido

Messaggio da Junxrunx »

Guarda l’unico consiglio che mi sento di darti è di prediligere scarpe che lascino spazio per le dita. Io mi sono trovato bene per i lunghi lenti con le Saucony Triumph o con le Adidas solarboost. Per ritmi un po’ più sostenuti con lei Balance 890 o le Nike Pegasus. Anche l’abbinata piastra in carbonio + tomaia in flyknit di Nike è eccellente, io per le gare (che comunque per un bel po’ direi che purtroppo non ci saranno, quindi problema risolto) uso le 4% e mi sono trovato benissimo anche su lunghe distanze.
Con scarpe invece più fascianti, come per esempio le saucony kinvara, non sentivo nulla durante la corsa, ma appena mi fermavo non riuscivo a camminare per 20 minuti e per sistemarmi del tutto passavano diversi giorni. Inizialmente davo la colpa al ritmo più elevato, ma cambiando scarpa ho risolto il problema
“together we could break this trap
we’ll run till we drop
baby we’ll never go back” (B.S.)

10km 37:27 / 2018
21km 1:21:27 / Roma Ostia 2019
42km 2:55:04 / Valencia 2019
vulk1983
Novellino
Messaggi: 12
Iscritto il: 2 mag 2018, 10:10

Re: alluce rigido

Messaggio da vulk1983 »

vulk1983 ha scritto:
25 mar 2019, 10:36
Ciao a tutti, vi aggiorno sul mio stato.
A 10 mesi dall'intervento di osteotomia obliqua presso Galeazzi di Milano posso dirvi che finalmente ho ricominciato a correre in palestra.
Durante la corsa avverto solo un dolorino quando il piede si scalda ma poi non sento più niente nemmeno quando finisco l'esercizio.
Faccio camminate lunghe anche in salita e non avverto dolore ne mentre ne dopo.
Riesco ad indossare scarpe più strette senza problemi.
L'alluce ha ora una fisionomia diversa da quello sano ma poco importa.....
L'unico fastidio che ancora sento è se faccio spinta totale dall'alluce ma credo che questo "fastidio" non sparirà mai...
Credo che non potrò più fare sport agonistici tipo il calcio ( l'ho praticato per 25 anni ) in quanto sono previste spinte totali e movimenti bruschi
Posso quindi ritenermi soddisfatto, finalmente riesco a camminare/correre senza dolore.
Claudio
Ciao a tutti!! Vi avevo lasciato con la situazione sopra, ora dopo esattamente 2 anni vi confermo che la situazione è rimasta praticamente invariata.
Qualche dolore ogni tanto, soprattutto dal tipo di scarpa che metto, se resto piegato per un po sento il "fastidio" o se cammino o sforzo per un po qualcosa purtroppo c'è sempre, ma niente a che vedere con il dolore quasi invalidante che avevo prima di fare l'intervento.
Aggiungo che oltre alla palestra non ho più giocato a calcio anche per questo motivo, abbandonando il mio sport preferito a 36 anni...
Per qualche post che leggo ogni tanto che si chiede se vale la pena fare l'intervento.... rispondo SI, però in centri che lo fanno da anni con un metodo collaudato, io sono stato al Galeazzi di Milano e mi sono trovato molto bene, ora sarebbe problematico farlo li se non si è della zona, ma sicuramente ci sono altri centri validi
Un saluto, Claudio
vulk1983
Novellino
Messaggi: 12
Iscritto il: 2 mag 2018, 10:10

Re: alluce rigido

Messaggio da vulk1983 »

MammaAnna ha scritto:
13 nov 2019, 11:16
Massimo, ti ringrazio tanto per la risposta, anche se purtroppo non mi dai buone notizie.
Il mio grado di rigidità non è alto (parlo al presente perché ho ancora il problema all'alluce non operato) infatti nemmeno si nota a occhio, muovendolo. Il mio problema è il dolore.
Tu chiami, giustamente, l'intervento "arretramento", ed il problema infatti mi sono resa conto che è proprio quello: accorciando il metatarso, l'apparato tendineo si porta appresso anche il resto del dito, quindi lo sfregamento rimane doloroso.
Neanche a livello estetico ci si guadagna, perché se è vero che, almeno nel mio caso, si è tolto il rigonfiamento che si era creato nel tempo, ci ho guadagnato una cicatrice e uno squilibrio estetico della lunghezza delle dita. ☹️
Spero che passando il tempo mi abituerò alla nuova condizione del piede, e soprattutto il dolore diventi meno invalidante.
Grazie ancora!
Ciao MammaAnna, spero che tu stia meglio, me lo auguro veramente.
Se leggi la mia storia potrai capire che a me l'intervento ha portato molto giovamento, però attenzione, prima dell'osteotomia avevo già fatto un intervento nella mia regione ( Marche ) dove il risultato era stato pessimo, tipo quello da te descritto... Perchè? Perchè l'osteotomia è un'operazione molto delicata e si fa con svariate tecniche, proprio per questo dopo il primo intervento andato male mi sono documentato per mesi fino a capire che il posto migliore dove potersi operare era quello dove operavano con lo stesso metodo da vent'anni, io ho optato per il Galeazzi dove il professor Malerba usa una tecnica perferzionata nel tempo che poi ha portato ad un' alta percentuale di risultati positivi ( diciamola tutta, se operi alluce rigidi di continuo dopo 1000 interventi sai dove mettere le mani.... ) Anche leggendo pubblicazioni americane ecc, questo tipo di intervento è quello che funziona più di tutti per stadi che non arrivano al 3, sei sfortunata, probabilmente l'intervento non è riuscito, però non mollare!

Torna a “Infortuni e terapie”