Training program

Moderatori: fujiko, gambacorta, gian_dil

Rispondi
Avatar utente
Andybike
Moderatore
Messaggi: 4578
Iscritto il: 12 dic 2015, 12:45
Località: Padova

Re: Training program

Messaggio da Andybike » 23 ott 2018, 9:29

A mio parere non più tardi di inizio gennaio. Comunque il programma Polar ti impone un numero minimo di settimane: puoi già da ora fare qualche simulazione e vedere come varia il programma proposto in funzione delle settimane di preparazione.
Assindustria Sport Padova - SM55

PB
Maratona 3h34'59" 22.04.2018 Padova
Mezza maratona 1h36'30" 17.12.2017 Cittadella PD
30 km 2h29'28" 04.06.2017 Cortina-Dobbiaco
10 km 43'20" 09.09.2018 S. Giorgio d.P. PD

STRAVA_Immagine
FACEBOOK
INSTAGRAM
POLAR FLOW
Avatar utente
laudo
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 957
Iscritto il: 14 gen 2015, 13:42
Località: Dello (BS)

Re: Training program

Messaggio da laudo » 23 ott 2018, 12:07

Secondo te Andrea avrei un miglioramento a confronto del mio pb?
21,4 km 1:24:47" 21/10/18 (Cremona Half Marathon ) Asteria
10,0 km 37'59" 10/03/2019 (Bam Brescia) Asteria
30,01 km 2:23'58" 02/07/2016 (allenamento) Launch 2
5,00 km 19'50" 01/10/2017 (Decathlon) Asteria
Avatar utente
Andybike
Moderatore
Messaggi: 4578
Iscritto il: 12 dic 2015, 12:45
Località: Padova

Re: Training program

Messaggio da Andybike » 23 ott 2018, 17:22

Penso che tu possa avere la risposta solo provando... E' pur sempre una predisposizione di allenamento standard, che non tiene conto di chi effettivamente tu sia, come preparazione e come possibili margini di miglioramento. Sicuramente, comunque, sono programmi fatti con criterio. Ma, ripeto, non cuciti su misura.

Le due Padova Marathon preparate con il programma Polar sono comunque andate decisamente meglio delle due Venice Marathon "preparate" artigianalmente, ma ci sono una enormità di condizioni al contorno diverse.
Assindustria Sport Padova - SM55

PB
Maratona 3h34'59" 22.04.2018 Padova
Mezza maratona 1h36'30" 17.12.2017 Cittadella PD
30 km 2h29'28" 04.06.2017 Cortina-Dobbiaco
10 km 43'20" 09.09.2018 S. Giorgio d.P. PD

STRAVA_Immagine
FACEBOOK
INSTAGRAM
POLAR FLOW
Avatar utente
laudo
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 957
Iscritto il: 14 gen 2015, 13:42
Località: Dello (BS)

Re: Training program

Messaggio da laudo » 23 ott 2018, 19:57

Ti dirò che ho provato a fare una bozza, gli ho dato un occhio ma non mi convinceva per le troppe o del tutto sedute lente.
Vedremo più avanti.
21,4 km 1:24:47" 21/10/18 (Cremona Half Marathon ) Asteria
10,0 km 37'59" 10/03/2019 (Bam Brescia) Asteria
30,01 km 2:23'58" 02/07/2016 (allenamento) Launch 2
5,00 km 19'50" 01/10/2017 (Decathlon) Asteria
Avatar utente
Andybike
Moderatore
Messaggi: 4578
Iscritto il: 12 dic 2015, 12:45
Località: Padova

Re: Training program

Messaggio da Andybike » 24 ott 2018, 11:04

E' una caratteristica dei programmi Polar: tengono in alta considerazione il lavoro fatto nelle fasce basse di FC.
Assindustria Sport Padova - SM55

PB
Maratona 3h34'59" 22.04.2018 Padova
Mezza maratona 1h36'30" 17.12.2017 Cittadella PD
30 km 2h29'28" 04.06.2017 Cortina-Dobbiaco
10 km 43'20" 09.09.2018 S. Giorgio d.P. PD

STRAVA_Immagine
FACEBOOK
INSTAGRAM
POLAR FLOW
m@@x
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 228
Iscritto il: 1 apr 2009, 17:06
Località: Varese

Re: Training program

Messaggio da m@@x » 19 nov 2018, 20:56

Andybike ha scritto:
24 ott 2018, 11:04
E' una caratteristica dei programmi Polar: tengono in alta considerazione il lavoro fatto nelle fasce basse di FC.
Già già confermo
Cmq dall'alto della mia inesperienza ho finalmente inserito la frequenza cardiaca max esatta, la soglia aerobica e anaerobica ottenuta tramite prova su tappeto.
Gli allenamenti sono più intensi avendo aumentato la FCmax ma no saprei quanto possano influire le soglie inserite... secondo me al programma Polar non interessa o almeno ho avuto questa sensazione.
Risulta anche a voi?
Avatar utente
Andybike
Moderatore
Messaggi: 4578
Iscritto il: 12 dic 2015, 12:45
Località: Padova

Re: Training program

Messaggio da Andybike » 20 nov 2018, 8:17

Al programma Polar non interessa a quanto hai fissato i valori di soglia. A lui interessa solo che lavori entro determinate fasce. Ovvio che, quanto più queste saranno determinate correttamente, tanto più corretto sarà il lavoro eseguito (corretto riferito al suo criterio di allenamento).
Assindustria Sport Padova - SM55

PB
Maratona 3h34'59" 22.04.2018 Padova
Mezza maratona 1h36'30" 17.12.2017 Cittadella PD
30 km 2h29'28" 04.06.2017 Cortina-Dobbiaco
10 km 43'20" 09.09.2018 S. Giorgio d.P. PD

STRAVA_Immagine
FACEBOOK
INSTAGRAM
POLAR FLOW
videodrome
Novellino
Messaggi: 34
Iscritto il: 10 ago 2018, 15:54
Località: Mantova

Re: Training program

Messaggio da videodrome » 21 nov 2018, 0:10

Segnalo una novità, almeno l'ho notata oggi per la prima volta, in Polar flow: da ora è possibile nei Programmi pianificare una intera stagione con vari obiettivi intermedi e non solo un singolo evento tipo mezza o maratona (che non si poteva modificare, se non creandone uno ex novo). Pare interessante...
Avatar utente
gian_dil
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 5684
Iscritto il: 10 mag 2012, 14:37
Località: Milano Est

Re: Training program

Messaggio da gian_dil » 21 nov 2018, 8:25

Grazie videodrome...al di là delle solite classiche tabelle una volta potrei utilizzare il training program..
fai correre anche tu il porcellino :pig: di Running Forum, www.runningforum.it/viewtopic.php?f=102&t=46765
cardiocorsa
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 204
Iscritto il: 26 giu 2015, 11:10

Re: Training program

Messaggio da cardiocorsa » 21 nov 2018, 23:29

laudo ha scritto:
23 ott 2018, 19:57
Ti dirò che ho provato a fare una bozza, gli ho dato un occhio ma non mi convinceva per le troppe o del tutto sedute lente.
Vedremo più avanti.
Anche a me per molto tempo non hanno mai convinto i programmi Polar ma anche non ne ho avuto bisogno.
Devo dire però che da un paio mesetti, per la prima volta ne sto seguendo uno per rientrare da un infortunio e mi sono dovuto ricredere.
Presupposto indispensabile è che le zone siano settate a dovere, a cominciare dalla fcmax: bisogna avere un idea di massima di quali siano le proprie soglie aerobiche, anaerobiche e non limitarsi a impostarle ma anche a modificarle nel tempo se si riscontra qualche variazione delle stesse.
Detto questo ho trovato il programma molto ben bilanciato e molto interessante sia per chi inizia a correre sia per chi vuole un tipo di lavoro migliorativo delle prestazioni ma non estremo per tenere basso il rischio di infortuni.
I programmi si basano infatti grossomodo su una distribuzione dei carichi di lavoro secondo lo schema 80/20, già ampiamente consolidato anche fra i pro, che prevede un 80% del lavoro settimanale a ritmi bassi e un 20% a ritmi veloci e massimali.
Rispetto ad esempio alle tabelle del mio preparatore sono senz'altro più abbordabili ma secondo me vanno apprezzate sul lungo periodo.
Altri aspetti positivi: sono programmi basati sul tempo anziché sulla distanza, offrono una buona flessibilità oltre alla comodità di avere costantemente una guida al polso che ti permette però anche la libertà di non guardare l'orologio facendosi guidare dagli avvisi (acustici o vibrazione).
Purtroppo mancano totalmente elementi per la reattività e per la forza come le ripetute corte o quelle in salita e per la forza resistente come i lunghi collinari ma il programma ti propone una serie di lavori da affiancare alla corsa (con tanto di ottime videoguide) spesso trascurati dai podisti.
Se li sviluppassero di più, aggiungendo magari anche programmi per il nuoto, la bici e il triathlon sarebbe perfetto.
Rispondi

Torna a “Polar”