Polar Vantage V

Moderatori: fujiko, gambacorta, gian_dil

Rispondi
Avatar utente
Johnny.29
Ultramaratoneta
Messaggi: 1200
Iscritto il: 20 ago 2016, 10:16

Re: Polar Vantage V

Messaggio da Johnny.29 » 30 mag 2019, 14:14

Anche a me crollava la FC invece di continuare a salire. Avevo provato qualche settimana fa e non ho visto miglioramenti. L'altro giorno però mi ha stupito. Forse era per il polsino della giacca che lo teneva più fermo, forse....., forse.... Una cosa è certa, non è per l'allacciatura.
Non saprei. Ci provo. Non mi illudo troppo, infatti penso di uscire con addosso la fascia ma il sensore in tasca.
Per la lentezza non mi aspetto la stessa dinamicità della fascia, ma almeno che riuscisse a leggere gli stessi dati (un minimo di errore va bene, dando per corretto quello della fascia)
RunnerXcaos
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 599
Iscritto il: 3 apr 2015, 20:46

Re: Polar Vantage V

Messaggio da RunnerXcaos » 30 mag 2019, 14:53

Forse sarà che adesso fa più caldo, il polso è più caldo e il sangue scorre meglio....
Seether
Maratoneta
Messaggi: 277
Iscritto il: 1 set 2014, 11:32

Re: Polar Vantage V

Messaggio da Seether » 30 mag 2019, 15:01

Anche secondo me dipende dal clima più caldo.
Direi che è il momento di fare qualche paragone con faccia cardiaca per vedere le differenze con qualche mese fa...
Avatar utente
Johnny.29
Ultramaratoneta
Messaggi: 1200
Iscritto il: 20 ago 2016, 10:16

Re: Polar Vantage V

Messaggio da Johnny.29 » 30 mag 2019, 20:01

Ragazzi, sono stupito!!
Oddio, più che stupito era quello che mi aspettavo quando l'ho comprato!
Un'oretta di corsa, percorso con qualche sali-scendi, cavalcavia...come dicevo sono uscito con la lascia cardio addosso e il sensore in tasca perché non mi fidavo mica. D'altronde lo avevo già provato post ultimo aggiornamento e non avevo notato miglioramenti. Beh il sensore è rimasto in tasca!
Il cardio al polso si è comportato egregiamente!! Nulla da lamentare, tutto in linea con le mie prestazioni. Può darsi che abbia perso 2/3 battiti di picco, può darsi, e non è reattivo come la fascia, ma nemmeno è lentissimo. Può andare, anzi, va benone! Non ho fatto scatti o ripetute, mi baso solo sulle pendenze del percorso.
Non prometto che farò test con la fascia. Non ce la faccio a uscire con due orologi in vista 😂 in inverno è diverso😂

Mi auguro che non sia solo a causa del caldo, ma che siano riusciti a risolvere il problema! Se poi si riesce a diminuire la latenza ancora meglio
RunnerXcaos
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 599
Iscritto il: 3 apr 2015, 20:46

Re: Polar Vantage V

Messaggio da RunnerXcaos » 30 mag 2019, 21:27

Sbaglierò e nel caso ne sarò felice ma per me dipende solo dal caldo....
Mani calde, buona circolazione del sangue migliore reattività della lettura.
Al freddo anche se hai le maglie a manica lunga comunque sei meno caldo, il tuo corpo manda sangue dove serve certamente non verso la periferia del corpo e quindi la lettura ne risente.
---
Sarei comunque abbastanza soddisfatto se così fosse....alla fine la fascia è più fastidiosa d'estate quando si suda molto, d'inverno la posso sopportare decisamente di più...
---
Domenica la prova anche io e vi dico....
Vediamo quante conferme arrivano!
Avatar utente
Johnny.29
Ultramaratoneta
Messaggi: 1200
Iscritto il: 20 ago 2016, 10:16

Re: Polar Vantage V

Messaggio da Johnny.29 » 30 mag 2019, 21:35

....non ne ho idea. Ma potrebbe anche essere.
Spero non sia solo grazie alle temperature più alte
Avatar utente
Johnny.29
Ultramaratoneta
Messaggi: 1200
Iscritto il: 20 ago 2016, 10:16

Re: Polar Vantage V

Messaggio da Johnny.29 » 31 mag 2019, 0:14

Ho trovato queste 2 righe sul sito Suunto mentre cercavo correlazioni tra il sensore ottico e la temperatura:
"Quando si pratica attività fisica a temperature fredde o fresche, l'organismo cerca di mantenere stabile la temperatura corporea dirigendo il flusso sanguigno dagli arti verso il centro del corpo. Questa riduzione del flusso sanguigno nelle braccia può rendere più difficile la misurazione precisa della frequenza cardiaca da parte del sensore."
Poi continua: "Se le tue mani sono spesso fredde, è probabile che sia necessario un adeguato riscaldamento prima dell'attività fisica al fine di migliorare l'accuratezza delle letture della frequenza cardiaca."
Va bene il riscaldamento, ma i crolli mi capitavano anche dopo 45minuti... Mi sa tanto che un fattore che non viene considerato, almeno non lo consideravo io, è la temperatura.

Apple Watch: "Molti fattori possono incidere sulle prestazioni del sensore del battito cardiaco dell'Apple Watch. Uno di questi è l'irrorazione sanguigna (cioè la quantità di sangue nei vasi sanguigni) della pelle. Questa varia in maniera considerevole da una persona all'altra e può essere influenzata anche dall'ambiente. Ad esempio, se ti stai allenando a basse temperature, l'irrorazione della pelle del polso potrebbe essere troppo bassa per essere letta dal sensore del battito cardiaco."

Niente, è già svanita l'illusione... Per la conferma o smentita bisogna aspettare l'inverno. Ma non mi illudo

Polar: "In condizioni climatiche rigide, la circolazione del sangue sulla pelle potrebbe diventare troppo debole per consentire al sensore di ottenere valori corretti. È possibile risolvere questo problema riscaldando la pelle del polso o effettuando qualche esercizio per aumentare la temperatura della pelle."
RunnerXcaos
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 599
Iscritto il: 3 apr 2015, 20:46

Re: Polar Vantage V

Messaggio da RunnerXcaos » 31 mag 2019, 8:24

Vedi? Esattamente quello che supponevo....e ci sta è la fisica di come funzionamo.
Seether
Maratoneta
Messaggi: 277
Iscritto il: 1 set 2014, 11:32

Re: Polar Vantage V

Messaggio da Seether » 31 mag 2019, 8:43

Se ci fosse stato un aggiornamento del lettore cardiaci lo avrebbero scritto penso no?
Lo abbiamo detto fin da quando è uscito il vantage che probabilmente con il caldo la situazione sarebbe migliorata.
Non so voi ma questo maggio dalle mie parti e stato davvero molto freddo, attendo periodi più caldi e sono convinto che sarà ancora più preciso.
Vorrei tanto che funzionasse anche con il freddo ma è proprio la tecnologia che non lo permette... Che poi a me è sempre stato abbastanza preciso anche col freddo dopo riscaldamento, tranne che per frequenze molto alte... Invece nei lenti fino al 85% della FCmax leggeva bene. Però capisco che ad altri non andava benissimo.
Per come la vedo io la fascia lho sempre usata e non mi ha mai dato particolarmente fastidio (tranne che in piscina dove era quasi inutilizzabile) .
ora grazie al lettore da polso posso avere la fc in piscina, la fc 24h (davvero non riesco a credere a coloro che dicono che sia imprecisa come lettura). Lho provato con non so quante persone ed è sempre stato precisissimo. Magari non si rendono conto che per avere una lettura precisa 24h, l'orologio deve essere portato aderente 24h, e questo magri gli dà fastidio.
Comunque dopo le prime incavolate con polar (più per una delusione da marketing che altro) mi sono reso conto che è la tecnologia che ha delle lacune, non polar. E per quanto mi riguarda sono piuttosto soddisfatto.
Alb3rt0
Maratoneta
Messaggi: 308
Iscritto il: 1 gen 2019, 14:14

Re: Polar Vantage V

Messaggio da Alb3rt0 » 31 mag 2019, 11:52

È anche una ragione per cui con il sensore OH1, il problema questo inverno, non l'ho avuto. Posizionandolo sull'avambraccio ben protetto al caldo anche d'inverno, non ne risente di problemi di lettura legati alla circolazione del sangue anche con temperature rigide.
Il Vantage, invece, è sempre esposto d'inverno alle basse temperature con le mani che non riescono a scaldarsi. Credo, ora che è arrivato il caldo, proverò anch'io ad utilizzare la lettura ottica del Vantage V. Sono curioso.
Rispondi

Torna a “Polar”