Bompa, Buzzichelli, 'Periodizzazione dell'allenamento sportivo', Calzetti Editore, 2017 (Human Kinetics, Usa, 2015)

Moderatori: Oscar78, davide1977, elisa udine

webcowboy
Novellino
Messaggi: 37
Iscritto il: 10 nov 2016, 19:02

Bompa, Buzzichelli, 'Periodizzazione dell'allenamento sportivo', Calzetti Editore, 2017 (Human Kinetics, Usa, 2015)

Messaggioda webcowboy » 10 ott 2017, 19:56

L'ho preso oggi in biblioteca e alla prima sfogliata mi sembra un testo fondamentale per l'impostazione di un programma di allenamento per ogni disciplina, tra cui naturalmente la corsa di fondo

Qualcuno lo conosce? L'ha già studiato?

webcowboy
Novellino
Messaggi: 37
Iscritto il: 10 nov 2016, 19:02

Re: Bompa, Buzzichelli, 'Periodizzazione dell'allenamento sportivo', Calzetti Editore, 2017 (Human Kinetics, Usa, 2015)

Messaggioda webcowboy » 2 nov 2017, 21:03

Leggiucchiato

Linguaggio da laureati in scienze motorie, troppo tecnico e ostico per utenti anche molto evoluti

Tratta ogni disciplina, dedicando alla corsa uno spazio limitato, simile a tutti gli altri sport

E' curioso comparare la periodizzazione tra le varie discipline, dal pugilato a quelle di endurance, con differenze anche molto sostanziose nella distribuzione dei carichi

Non mi sembra ci siano grandi novità, se non la conferma dell'impossibilità di essere sempre al picco; tuttavia - come si sa - i picchi si possono programmare con una certa precisione

Manuale per chi prepara appuntamenti con rigore scientifico; non va bene per chi gareggia sempre e vuole mantenere un'aurea condizione (che però diventa forzatamente aurea mediocrità..)

shaitan
Guru
Messaggi: 2064
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: Bompa, Buzzichelli, 'Periodizzazione dell'allenamento sportivo', Calzetti Editore, 2017 (Human Kinetics, Usa, 2015)

Messaggioda shaitan » 3 nov 2017, 6:56

Uno delle pietre miliari...

Però mentre nella velocità è quasi la bibbia non so per il fondo in quanti curino la forza in quel mondo trasformandola (nel se so Bompiani, non in quella sciocchezza che è la trasformazione all'italiana dove prima fai squat e poi ti spari un mille a tutta) in forza resistenza.

Io quest'anno ci proverò ma più per divertimento che altro. Visto che mi piacciono i pesi e non sono un semplice aiuto per la corsa.

Quindi dopo una fase di forza massimale (relativa) e di ipertrofia inserirò esercizi per la potenza (cmq tenendo anche esercizi per la forza massimale). Da febbraio prima delle maratone inserirò circuiti per la forza resistente, fino ad arrivare a selezionare 8 esercizi e farci 50 ripetizioni ognuno senza pause... Sempre senza dimenticare richiami per la forza massimale che alla fine è la base ed è la più importante
Il mio diario tra pesi, fango e corsa. La mia lentezza su strava


Torna a “Libri e letteratura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite