"Born to Run" di Cristopher McDougall

Moderatori: F-lu, grantuking, Hystrix

Avatar utente
raptor
Guru
Messaggi: 2479
Iscritto il: 12 lug 2011, 14:20
Località: Trieste - Venezia

Re: R: "Born to Run" di Cristopher McDougall

Messaggio da raptor »

Dano_tn ha scritto:Confermo quello che dice Simonerun.
Non essendo un manuale, un saggio ma piuttosto un libro su tanti aspetti della corsa direi che lo può leggere tranquillamente chiunque. Poi, è vero, ha un occhio in più sul mondo dell'ultra USA - e logicamente se ti piace quel tipo di gare ti appassionerai molto alla lettura - ma ad esempio a me è piaciuto anche quando parla di atleti come Zatopek.
Consigliatissimo, in ogni caso. :thumleft:
Confermo, se fai trail-ultratrail probabilmente lo apprezzerai di più, ma per me merita ugualmente!!! ;)

Inviato dal mio LG-E440 utilizzando Tapatalk
Avatar utente
CasalingaDisp
Guru
Messaggi: 2259
Iscritto il: 20 mag 2014, 16:01
Località: Profondo Nord

Re: "Born to Run" di Cristopher McDougall

Messaggio da CasalingaDisp »

Marcos ha scritto:Ecco il link della puntata de Il testimone di Mtv con Pif che e' andato a trovare i tarahumara 8)

http://ondemand.mtv.it/serie-tv/il-test ... -che-corre
grande pif!!
e grandi anche questi Tarahumara
:shock:

"Una delle ragioni per cui i Tarahumara macinano così tanti chilometri con i loro piedi è perché non li “coccolano” affatto, come invece facciamo noi.
Siamo talmente abituati fin dall’infanzia ad indossare scarpe protettive e ammortizzate che ormai la nostra postura è trascurata e le nostre gambe sono talmente rigide e poco reattive, se paragonate a quelle di popolazioni “naturali” come quella messicana, che siamo costretti a far affidamento sull’ammortizzazione in materiale plastico della suola per assorbire lo shock dato dalla corsa.
La corsa è un’abilità innata eppure, nel corso della vita diventiamo sempre più “umani da zoo” e ci abituiamo a pratiche di corsa – paradossalmente – contro natura."

verissimo, cerco di stare più scalza possibile, mi piace e lo trovo comodo
Se esistesse veramente la costituzione robusta perché nei campi di concentramento tutti erano scheletrici? [Albanesi]
il mio Diario Casalingo di un aspirante runner (amazon)
Avatar utente
mircuz
Guru
Messaggi: 2655
Iscritto il: 23 nov 2010, 13:49
Località: Valdagno (VI)

Re: "Born to Run" di Cristopher McDougall

Messaggio da mircuz »

Il libro mi è piaciuto, anche se gli americani al solito le sparano un po' grosse! Basta guardare nei film, dove sono totalmente incapaci di raccontare la verità, devono sempre esagerare. Poi quando sono stato in Perù per un trekking un paio di anni fa, i locali guardavano con invidia le mie Raptor e i miei scarponi, segno forse che con i sandali con la suola di copertone non si cammina (o corre) mica poi tanto bene!
Itadakimasu (con umiltà ricevo).
Avatar utente
iRoma2009
Guru
Messaggi: 2357
Iscritto il: 29 ott 2013, 18:55

Re: "Born to Run" di Cristopher McDougall

Messaggio da iRoma2009 »

Magari guardavano i tuoi scarponi e si chiedevano come si possa camminare con quei carrarmati ;)

Inviato dal mio TopaTalk
Avatar utente
mircuz
Guru
Messaggi: 2655
Iscritto il: 23 nov 2010, 13:49
Località: Valdagno (VI)

Re: "Born to Run" di Cristopher McDougall

Messaggio da mircuz »

No, no, iRoma, era proprio invidia! Proporre di correre o camminare scalzi o con delle minimaliste a dei Peruviani, sarebbe come proporre una dieta dimagrante ad un africano malnutrito! E' come per Siddartha, prima bisogna sperimentare tutte le dissolutezze e solo dopo convertirsi in santoni yogi :mrgreen:
Itadakimasu (con umiltà ricevo).
Avatar utente
Marcos
Top Runner
Messaggi: 9080
Iscritto il: 17 nov 2012, 13:53
Località: BG

Re: "Born to Run" di Cristopher McDougall

Messaggio da Marcos »

CasalingaDisp ha scritto:
"Una delle ragioni per cui i Tarahumara macinano così tanti chilometri con i loro piedi è perché non li “coccolano” affatto, come invece facciamo noi.
Siamo talmente abituati fin dall’infanzia ad indossare scarpe protettive e ammortizzate che ormai la nostra postura è trascurata e le nostre gambe sono talmente rigide e poco reattive, se paragonate a quelle di popolazioni “naturali” come quella messicana, che siamo costretti a far affidamento sull’ammortizzazione in materiale plastico della suola per assorbire lo shock dato dalla corsa.
La corsa è un’abilità innata eppure, nel corso della vita diventiamo sempre più “umani da zoo” e ci abituiamo a pratiche di corsa – paradossalmente – contro natura."

verissimo, cerco di stare più scalza possibile, mi piace e lo trovo comodo
Gia'.
Siamo talmente concentrati su noi stessi che non ci accorgiamo di come si possa stare bene anche senza possedere qualsiasi stronzata venga prodotta, ma semplicemente mantenendo (o creando) un rapporto sano e genuino con la natura e con gli altri.
Penso che alla fine questo sia il messaggio di fondo che il libro trasmette, che sta anche un po' alla base della corsa in generale, e dell'ultratrail in particolare.
PB
21k 1h22’25” (Brescia Half Marathon 10/03/19)
42k 2h58’46” (Maratona di Reggio Emilia 08/12/19)
Avatar utente
CasalingaDisp
Guru
Messaggi: 2259
Iscritto il: 20 mag 2014, 16:01
Località: Profondo Nord

Re: "Born to Run" di Cristopher McDougall

Messaggio da CasalingaDisp »

Marcos ha scritto: Gia'.
Siamo talmente concentrati su noi stessi che non ci accorgiamo di come si possa stare bene anche senza possedere qualsiasi stronzata venga prodotta, ma semplicemente mantenendo (o creando) un rapporto sano e genuino con la natura e con gli altri.
Penso che alla fine questo sia il messaggio di fondo che il libro trasmette, che sta anche un po' alla base della corsa in generale, e dell'ultratrail in particolare.
Quoto e non mi dilungo in parole vecchie e retoriche

CasalingaAnziana
Se esistesse veramente la costituzione robusta perché nei campi di concentramento tutti erano scheletrici? [Albanesi]
il mio Diario Casalingo di un aspirante runner (amazon)
Avatar utente
davide1977
Top Runner
Messaggi: 8319
Iscritto il: 25 ago 2011, 11:12
Località: Milano Est

Re: "Born to Run" di Cristopher McDougall

Messaggio da davide1977 »

Avatar utente
iRoma2009
Guru
Messaggi: 2357
Iscritto il: 29 ott 2013, 18:55

Re: "Born to Run" di Cristopher McDougall

Messaggio da iRoma2009 »

Mircuz a me capitò il contrario in un trekking laotiano. Gettò via le ciabattine e mi prendeva in giro :) per le mie difficoltà a salire con la tecnologia sotto ai piedi, mentre lui scalava la cascata senza alcun problema.

Per certi versi stanno meglio quando stanno peggio, ai nostri occhi. Per i Tarahumara hanno preferito l'alcool alle scarpe e in questo caso la seconda era meglio :)

Poi ci sta un po di invidia nel vedere il forestiero correre con un centone ai piedi, non sempre per fortuna.

Certi popoli camminano e corrono in modo naturale e noi "coloni" imponiamo i nostri modi e abitudini per noi naturali pur non essendolo.

Inviato dal mio TopaTalk
Avatar utente
mircuz
Guru
Messaggi: 2655
Iscritto il: 23 nov 2010, 13:49
Località: Valdagno (VI)

Re: "Born to Run" di Cristopher McDougall

Messaggio da mircuz »

Ciao iRoma, hai ragione. Ormai noi occidentali siamo completamente disadattati nell'uso dei piedi scalzi, per cui di poca o tanta tecnologia abbiamo bisogno. Poi su certi terreni delle buone scarpe sono di sicuro un vantaggio per tutti. Eviterei di mitizzare le cose come fa McDougall, ma tornare un po' alle origini non ci farebbe male, senza esagerare!
Itadakimasu (con umiltà ricevo).

Torna a “Libri e letteratura”