Run smart di John Brewer

Moderatori: F-lu, elisa udine

Rispondi
Avatar utente
d1ego
Ultramaratoneta
Utente donatore
Messaggi: 1386
Iscritto il: 3 giu 2016, 4:40
Località: Lido di Ostia

Run smart di John Brewer

Messaggio da d1ego » 14 lug 2018, 8:04

In breve, il libro più inutile che abbia mai letto sulla corsa.
In teoria è un libro sulla maratona per principianti ma tratta tutto in una maniera estremamente superficiale. Addirittura, la copertina parla di approccio scientifico ma non è citato un solo studio scientifico, né nel testo né in bibliografia. I riferimenti agli studi sono frasi tipo "studi scientifici hanno mostrato che i maratoneti possono presto raggiungere i 150 battiti al minuto", anche evidenziata in grassetto. Il capitoletto sulla velocità da tenere in gara in tre pagine dice che bisogna evitare di partire troppo forte... Non c'è un solo riferimento cronometrico rispetto ad una gara su una distanza più breve o ad un test in allenamento.
Alcune parti, anziché inutili, a mio sommesso avviso contengono proprio degli errori o comunque frasi così generiche che è facile interpretare male ed incorrere in errori tipo in grassetto "sappiamo che il modo migliore per sviluppare la forza consista nell'unire l'allenamento ad un moderato consumo di proteine". Nel capitoletto sullo stile di corsa dice sostanzialmente che è inutile o controproducente cercare di modificarlo e che "molti medici specializzati in infortuni sportivi affermano che correre appoggiando la parte centrale o anteriore del piede sottopone le ossa metatarsali a sforzi intensi e causa l'insorgere di lesioni o fratture"... E così via. Non ci vorrei perdere altro tempo oltre al paio di ore che ci ho messo per leggerlo ed ai 14.90€ che l'ho pagato.
Il mio diario: http://www.runningforum.it/viewtopic.php?f=16&t=46915
A Ravenna solo da turista :cry:
Rispondi

Torna a “Libri e letteratura”