RUN - CORSA E PERFORMANCE di Daniele Lucchi

Moderatori: F-lu, grantuking, Hystrix

Avatar utente
frequenze74
Mezzofondista
Messaggi: 81
Iscritto il: 8 ott 2012, 8:37

RUN - CORSA E PERFORMANCE di Daniele Lucchi

Messaggio da frequenze74 »

Ne consiglio la lettura.
Aggiornatissimo, paragonabile alle migliori uscite estere. In Italia non ha ancora paragoni perchè è un libro che parte dalla fisiologia ed insegna ad allenarsi valutandosi personalmente (tanti i test descritti), infatti va bene anche per i tecnici. Anche i concettti difficili sono spiegati con grande semplicità.
Ne parla anche Massi Milani nei suoi video.
É pieno di info utili, 350 pagine in A4. Su Amazon si trova il primo libro, "Scienza, fisiologia e teoria dell'allenamento".
Ad anno nuovo uscirà un secondo libro, sulla pratica e la pianificazione delle gare.

Spero di essere stato utile. Saluti

Immagine
Ultima modifica di frequenze74 il 9 ott 2020, 20:48, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
shaitan
Top Runner
Messaggi: 6137
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: RUN - CORSA E PERFORMANCE Daniele Lucchi

Messaggio da shaitan »

@frequenze74 toglimi questa curiosità che mi spingerebbe a comprarlo: parla anche di cosa alleni a seconda di come fai il recupero nelle ripetute? Oh non si riesce a trovare un testo che parli di questo. Si va solo sulla base della tradizione ed esperienza (che non è poco ma mi piacerebbe avere anche il quadro teorico e fisiologico che c'è dietro)
Ogni sabato alle 9 ti aspettiamo a Roma Parco del Pineto per 5km cronometrati gratuiti https://www.facebook.com/romapinetoparkrun/
PB: 10k 40.19 Miguel '19 - 21.1k 1h30.27 RO '19 - 42.2k 3h24:43 Berlino '19
Sogno: 200kg di stacco (per ora 185)
Avatar utente
fujiko
Pink-Moderator
Messaggi: 21264
Iscritto il: 18 set 2014, 13:54
Località: Roma - Palermo

Re: RUN - CORSA E PERFORMANCE Daniele Lucchi

Messaggio da fujiko »

Interessante, grazie della segnalazione!
Never trouble trouble till trouble troubles you, 'cause if you trouble trouble, you'll only double trouble and trouble others, too.
Avatar utente
frequenze74
Mezzofondista
Messaggi: 81
Iscritto il: 8 ott 2012, 8:37

Re: RUN - CORSA E PERFORMANCE Daniele Lucchi

Messaggio da frequenze74 »

shaitan ha scritto:
9 ott 2020, 12:49
@frequenze74 toglimi questa curiosità che mi spingerebbe a comprarlo: parla anche di cosa alleni a seconda di come fai il recupero nelle ripetute? Oh non si riesce a trovare un testo che parli di questo. Si va solo sulla base della tradizione ed esperienza (che non è poco ma mi piacerebbe avere anche il quadro teorico e fisiologico che c'è dietro)
Beh, questo il quadro teorico e fisiologico te lo chiarisce eccome! Sinceramente non mi ricordo se c'è esattamente ciò che chiedi, ma ci arrivi di conseguenza!
Avatar utente
shaitan
Top Runner
Messaggi: 6137
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: RUN - CORSA E PERFORMANCE di Daniele Lucchi

Messaggio da shaitan »

Eh ma io sono tardo... Devi dirmi una cosa tipo: se fai i 1000 a ritmo mezza con recupero a ritmi maratona alleni la SAN, se invece li fai a ritmo 5k con 2' jog alleni X, se li fai con 2' da fermo a ritmo 3k alleni Y etc
Ogni sabato alle 9 ti aspettiamo a Roma Parco del Pineto per 5km cronometrati gratuiti https://www.facebook.com/romapinetoparkrun/
PB: 10k 40.19 Miguel '19 - 21.1k 1h30.27 RO '19 - 42.2k 3h24:43 Berlino '19
Sogno: 200kg di stacco (per ora 185)
Avatar utente
frequenze74
Mezzofondista
Messaggi: 81
Iscritto il: 8 ott 2012, 8:37

Re: RUN - CORSA E PERFORMANCE di Daniele Lucchi

Messaggio da frequenze74 »

shaitan ha scritto:
9 ott 2020, 20:13
Eh ma io sono tardo... Devi dirmi una cosa tipo: se fai i 1000 a ritmo mezza con recupero a ritmi maratona alleni la SAN, se invece li fai a ritmo 5k con 2' jog alleni X, se li fai con 2' da fermo a ritmo 3k alleni Y etc
:D Ahhh, ma allora se vuoi te lo chiarisco io :-" O:)
Se le ripetute le fai in soglia o lì attorno (poco più veloce o più lento), più è svelto il recupero (e più è corto) più il tuo organismo è costretto a "pulire" il lattato accumulato durante la ripetuta in modo forzatamente difficoltoso, quindi "impara" a farlo. In poche parole alleni lo smaltimento.

Da fermo, per esempio, la circolazione del sangue è più lenta, quindi c'è per forza meno smaltimento.....Di conseguenza, a parità di tempo, recuperi da fermo se desideri metterti in difficoltà per la ripetuta dopo oppure se ti interessa fare "resistenza" al lattato.
Non c'è molto altro da dire.

Se non capisci come funziona il tuo fisico sarai sempre costretto ad "andare a tentoni", in questo sono d'accordissimo con l'autore!
Ecco perchè libri come questi sono importanti.
C'è un capitolo che spiega il lattato e cosa succede nei muscoli e nel corpo quando corri, ed è spiegato in modo molto chiaro e semplice, come a dei bambini! Se ho capito io..... :pirlun:
Avatar utente
shaitan
Top Runner
Messaggi: 6137
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: RUN - CORSA E PERFORMANCE di Daniele Lucchi

Messaggio da shaitan »

Però quello che dici non corrisponde alla pratica. Non conosco nessuno che fa le ripetute più veloci se fa il recupero in jog (e intendo jog vero, estremamente lento) rispetto al farlo da fermo a parità di tempo.

L'esempio l'ho indicato su: i 1000 con 2' di rec in jog vengono dalle parti del ritmo 5k. I 1000 con 2' da fermo sono un tipico test per il ritmo 3k (6x1000 di solito). Quindi se le facessi a parità di ritmo il riposare da fermo te le rende più facili non più difficili.

Ma quello che interessa a me è altro. Ossia e se faccio un recupero di 5' invece dei classici 2' che succede?

Prendiamo i 400: 10x400 rec 90" fermo. 10x400 rec 60" fermo, 12x400 rec 1' jog, 20x400 rec 1' jog... Alleni cose completamente diverse. Il libro mi spiega il perché e i ritmi che mi devo attendere? Perché per sapere come funziona il lattato mi basta il vetusto arcelli 🤣
Ogni sabato alle 9 ti aspettiamo a Roma Parco del Pineto per 5km cronometrati gratuiti https://www.facebook.com/romapinetoparkrun/
PB: 10k 40.19 Miguel '19 - 21.1k 1h30.27 RO '19 - 42.2k 3h24:43 Berlino '19
Sogno: 200kg di stacco (per ora 185)
Avatar utente
frequenze74
Mezzofondista
Messaggi: 81
Iscritto il: 8 ott 2012, 8:37

Re: RUN - CORSA E PERFORMANCE di Daniele Lucchi

Messaggio da frequenze74 »

shaitan ha scritto:
9 ott 2020, 21:33
Però quello che dici non corrisponde alla pratica. Non conosco nessuno che fa le ripetute più veloci se fa il recupero in jog (e intendo jog vero, estremamente lento) rispetto al farlo da fermo a parità di tempo.

É esattamente il contrario, ti invito a provare!


"L'esempio l'ho indicato su: i 1000 con 2' di rec in jog vengono dalle parti del ritmo 5k".
Quindi tu pensi che se un mezzofondista fa "dei mille" (quanti?) tirati con recupero in jog....gli viene fuori un ritmo 5k?
Pensi che se un amatore 60enne scarsamente allenato fa dei mille (quanti?) con recupero in jog....gli viene fuori un ritmo 5k?


"I 1000 con 2' da fermo sono un tipico test per il ritmo 3k (6x1000 di solito)".
Ti chiedo perdono: non l'ho mai sentito prima. Il classico test per il ritmo 3k potrebbe essere un 3x1200 per esempio. Con un 6x1000 (di solito con 2'30" di rec) forse potrai comprendere meglio un ritmo 5k.


"Quindi se le facessi a parità di ritmo il riposare da fermo te le rende più facili non più difficili".
Se l'intensità che vuoi tenere è quella che indichi (quindi tirando)...no, mi spiace. Il jog ti aiuta non poco nello smaltimento del lattato!


"Ma quello che interessa a me è altro. Ossia e se faccio un recupero di 5' invece dei classici 2' che succede?"
Dipende come hai fatto la ripetuta e poi...per cosa lo fai e se è realmente necessario per l'obiettivo che ti poni in quel momento.


"Prendiamo i 400: 10x400 rec 90" fermo. 10x400 rec 60" fermo, 12x400 rec 1' jog, 20x400 rec 1' jog... Alleni cose completamente diverse".
Esatto. Soprattutto perchè non elenchi le velocità dei 400 e indichi dei volumi molti diversi.


Il libro mi spiega il perché e i ritmi che mi devo attendere? Perché per sapere come funziona il lattato mi basta il vetusto arcelli 🤣
Ho paura che tu non lo abbia letto Arcelli però! :beer:


Attenzione: non vorrei che mi fraintendessi. Non è mia intenzione mancare di rispetto. Ho visto che avevi un pò di dubbi e sto solo cercando di aiutarti con ciò che so. Alleno da 7 anni una squadra di atletica giovanile e credo di conoscere certi meccanismi. Tutto qua.
Comunque......Siamo già ampiamente off topic! Quindi mi limito a consigliare questo libro e spero che vorrai credere nella mia semplice buona fede!

Un saluto O:)
Avatar utente
shaitan
Top Runner
Messaggi: 6137
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: RUN - CORSA E PERFORMANCE di Daniele Lucchi

Messaggio da shaitan »

Frequenza tu allenerai una squadra giovanile (che dubito preparino i 10k e la mezza) ma i dati che ti ho detto io sono verificati su di me e su tutte le persone che conosco.

7x1000 rec 2' jog ritmo 5k (più o meno dipende dagli scarti, diciamo più veloce del ritmo 10k di 5/10")
6x1000 rec 2' fermo ritmo 3k (sempre più o meno anche qui diciamo più veloce del ritmo 5k)

E non è quel 1000 in più che ti cambia la vita.
Ovviamente parliamo di persone che fanno un volume congruo. Il 60enne che non batte il moribondo forse è meglio che si concentri su altro rispetto alle ripetute sui 1000

Io quando ho fatto la 10k in 4.02 facevo 8x1000 rec 2' jog in 3.54 per dire.

Poi come test concordo che il 3x1200 (li sì con rec 2.30) sia più indicativo ma non è quello il punto.

Ripeto arcelli l'ho letto e capito, ma pensare che l'unico collo di bottiglia sia lo smaltimento del lattato è un bias cognitivo che non mi aspetterei da un allenatore (o forse sì, se forgiato dalla scuola FIDAL della velocità...)

Cmq hai ragione siamo OT e non hai risposto all'unica domanda che ho posto (non che sia un obbligo ma per capire se vale la pena spendere 30e rispetto a tutti i libri che già ho e che ho capito non ti preoccupare):

Prendiamo i 400: 10x400 rec 90" fermo. 10x400 rec 60" fermo, 12x400 rec 1' jog, 20x400 rec 1' jog... Alleni cose completamente diverse. Il libro mi spiega il perché e i ritmi che mi devo attendere?
Ogni sabato alle 9 ti aspettiamo a Roma Parco del Pineto per 5km cronometrati gratuiti https://www.facebook.com/romapinetoparkrun/
PB: 10k 40.19 Miguel '19 - 21.1k 1h30.27 RO '19 - 42.2k 3h24:43 Berlino '19
Sogno: 200kg di stacco (per ora 185)
Avatar utente
frequenze74
Mezzofondista
Messaggi: 81
Iscritto il: 8 ott 2012, 8:37

Re: RUN - CORSA E PERFORMANCE di Daniele Lucchi

Messaggio da frequenze74 »

Hai ragione e ti chiedo scusa se non sono riuscito a soddisfare questa tua richiesta. Quindi cercherò di rispondere al tuo dubbio lasciando altre considerazioni altrove.
Tu chiedi una cosa troppo specifica e credo che solo l'autore potrebbe risponderti nel modo in cui tu vorresti sentirti rispondere.

Questo libro non c'entra nulla con i Massini, Pizzolato, etc. ha una impostazione molto diversa, diciamo che assomiglia più a delle uscite tecniche straniere.
Non voglio responsabilità! Ti copio e incollo la presentazione del libro che c'è su Amazon.
Ci sono tutti gli argomenti che tratta, così forse ti rispondi da solo.

Come è spiegato, è il primo libro di DUE. Forse, per come intendi tu le cose, il secondo libro potrebbe incontrare più direttamente il tuo approccio!
Però, ti ripeto, questo è il testo più interessante che ho letto negli ultimi anni.
Mi spiace, non so come aiutarti più di così!

__________________________________________________________________________________________
DESCRIZIONE

Se stai cercando un libro elementare e pieno di tabelle per preparare la tua gara, rivolgiti altrove: ci sono tantissime altre ottime pubblicazioni che possono fare al tuo caso. Se invece cerchi conoscenza, questo è il testo giusto.

RUN è un progetto pensato e costruito per te, che tu sia un ATLETA o un TECNICO interessato.

É suddiviso in 2 libri che si completano l’un l’altro: teoria e pratica. Questo è il primo libro, che esplora la parte teorica dietro il mondo dell’allenamento della corsa di resistenza.

Argomenti trattati:

Perchè la corsa è una droga
Dopamina ed “astinenza”
Muscoli, contrazioni muscolari e vari tipi di forza che interessano al runner
Lo spettro muscolare
Tipologia di fibra dominante
Runner resistenti vs runner veloci
I test per comprendere le proprie propensioni
Cuore, respirazione e massimo consumo di ossigeno
Parametri centrali e periferici
Sistemi energetici e loro collaborazione
Il vero ruolo del lattato
Le soglie del lattato
I meccanismi tampone
Cosa è la fatica
Fattori fisici, chimici e mentali della fatica
Tecniche per ingannare la percezione dello sforzo
Il sonno e la sua importanza per la performance
Come cervello, sistema nervoso e percezione dello sforzo governano la performance
Biomeccanica (un quadro completo per comprendere l'argomento attraverso gli ultimi studi)
Muscoli tendini ed articolazioni: funzioni chiave durante la corsa
Economia di corsa: tutto ciò che è fondamentale sapere e l’esame di tutti gli aspetti che la favoriscono
Le varie teorie dell’adattamento: omeostasi, allostasi e carico allostatico
Overtraining, overreaching ed eterocronismo
I principi che regolano l’allenamento
Stimolo allenante e sua misurazione
PGC 1 alfa, la proteina dell’endurance e l’eterno conflitto fra volume ed intensità
I parametri di misurazione pratica più importanti: passo, FC (focus anche su Hrv), potenza
Le caratteristiche di base di un atleta (fattori fisico/morfologici, endogeni ed esogeni)
La mente, il rapporto stress/performance di un atleta e la sua valutazione
Come compiere la valutazione di un atleta: tutti i test necessari per farlo
Test fisici: forza, equilibrio, stabilità, elasticità, velocità, resistenza, vari test per l’individuazione delle principali soglie del lattato, VAM, etc
Test soggettivi e psicologici
Alimentazione sportiva (a cura della dott.sa Martina Spinella – biologa nutrizionista)
Quadro generale dei macronutrienti e principali consigli nutrizionali
Integrazione necessaria e letteratura scientifica
Esempi e ricette per colazioni, spuntini pranzi e cene per il runner e l’atleta di endurance
Consigli e idee per costruire la settimana del runner a tavola
Esempio di una settimana del runner a tavola
Corredato da numerose tabelle e da tantissimi approfondimenti di vario genere.

Daniele ti porta nel suo mondo con una scrittura semplice e ricca di riferimenti eclettici. Ogni riga trasuda conoscenza, esperienza e passione.

Il primo libro del progetto RUN è corredato con più di 250 studi e review scientifiche mirati ed aggiornati al 2020 ed è tutto ciò che un vero cultore della corsa e delle discipline di resistenza vorrebbe sapere dell’oggetto del suo amore.
_______________________________________________________________________________________________

Torna a “Libri e letteratura”