[DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Moderatori: fujiko, gambacorta, gian_dil

Rispondi
LeonardZelig
Novellino
Messaggi: 21
Iscritto il: 13 ago 2013, 22:09
Località: Göteborg (Sverige)

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Messaggio da LeonardZelig »

Breve considerazione sul mondo del barefoot.
Corro con le fivefinger da quasi 5 anni, non ho mai avuto problemi e (stranamente) mi sono trovato benissimo fin dai primi km.
Da qualche tempo vivo in Svezia e, strano ma vero, qui l'asfalto lo sento terribilmente più duro. Per intenderci: nel correre non sento il ben che minimo ritorno e mi sembra di "ciabattare" in modo pietoso. Su pista e sterrato la sensazione é quella di sempre e va alla grandissima.
Il dilemma é il seguente: sarà il caso di acquistare un paio di A3?
Il pensiero mi tormenta e mi spaventa non poco poiché non credo che i due stili di corsa siano conciliabili.

Sent from my ASUS_Z00AD using Tapatalk
Avatar utente
Jollyroger
Ultramaratoneta
Messaggi: 1453
Iscritto il: 10 set 2009, 12:48
Località: Cagliari
Contatta:

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Messaggio da Jollyroger »

Credo che sia il caso di distinguere (a mio parere) fra corsa "naturale" e "minimale".
Nel senso, puoi sempre restare "naturale" come stile di corsa usando scarpe drop 0 o 4mm, mettendo però un po' di gomma sotto i piedi (anche se, lo so, una volta abituato alle FF, usare altro è difficile) senza andare a prendere delle A3.
Mi vengono in mente le Brooks PureFlow, ad esempio (drop 4).
Se invece vuoi rimanere "minimale" (drop 0, meno gomma possibile), allora credo che dovrai adattarti al fondo rigido.
I miei 2 centesimi, scusate se ho detto cavolate.
airon11
Mezzofondista
Messaggi: 114
Iscritto il: 21 dic 2014, 15:05

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Messaggio da airon11 »

Le sensazioni che hai le senti tu e le interpreti tu...
Per quanto difficile sia se decidi di usare una scalda ti consiglio comunque drop zero e avampiede spazioso.. e relativamente poca gomma...
Altra fa scarpe drop zero e ne trovi anche di abbastanza sottili tipo le One
eziosax
Novellino
Messaggi: 42
Iscritto il: 2 giu 2016, 11:13
Località: Ravenna

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Messaggio da eziosax »

sirovai ha scritto:Io invece appena mi alzo la mattina sento un affaticamento della zona del tda destro. Tempo di fare pochi passi e non sento piu nulla. Posso correrci sopra? Questa settimana, la prima con le FF, ho fatto 2 uscite di 15/20 minuti con corsa alternata a camminata. Oggi vorrei provare 3 x 5+2
Io forse ho bruciato un po' le tappe, dopo 3 uscite da pochi km ho iniziato ad allungare..i dolorini il giorno dopo un uscita, soprattutto se più lunga del solito li sento spesso, ma non mi sono mai lasciato spaventare..e a parte quando ho lisciato una buca in pineta, che mi ha procurato uno stiramento al tda, tornando indietro farei lo stesso..
I dolorini che sento sono a livello delle caviglie (ma sono muscolari), e ultimamente "attorno"al calcagno dx..
Forse però da 15/20minuti a farci 3x 5(km?) Rischi di non camminare per una settimana..ma visto l' orario forse sei già andato..e ci dirai
Rimini marathon 2016 5:01:48
Maratona di ravenna 2016 3:43:16
21 km pb 1:43:30
Avatar utente
Nerevar
Maratoneta
Messaggi: 491
Iscritto il: 26 feb 2016, 13:54
Località: Livorno

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Messaggio da Nerevar »

LeonardZelig ha scritto:Breve considerazione sul mondo del barefoot.
Corro con le fivefinger da quasi 5 anni, non ho mai avuto problemi e (stranamente) mi sono trovato benissimo fin dai primi km.
Da qualche tempo vivo in Svezia e, strano ma vero, qui l'asfalto lo sento terribilmente più duro. Per intenderci: nel correre non sento il ben che minimo ritorno e mi sembra di "ciabattare" in modo pietoso. Su pista e sterrato la sensazione é quella di sempre e va alla grandissima.
Il dilemma é il seguente: sarà il caso di acquistare un paio di A3?
Il pensiero mi tormenta e mi spaventa non poco poiché non credo che i due stili di corsa siano conciliabili.

Sent from my ASUS_Z00AD using Tapatalk
Differenziamo asfalto e cemento. Sembrano simili, ma il ritorno elastico del cemento è molto meno ammortizzante dell'asfalto. Probabilmente corri sul cemento e ti stai accorgendo della differenza. Te lo dico perchè io quando vado a correre scalzo sul mare qua a Livorno faccio tratti su asfalto e tratti su cemento e la differenza la sento tutta.

Per esperienza personale l'unica opzione valida è aumentare il ritmo. Se normalmente sei sui 180 portati sui 190 (Canzone: the rock show, blink 182, va a 190 che è una bellezza). Se poi vuoi testare il barefoot, ti accorgerai che con le scarpe si dura molta più fatica.

Quoto il buon marcello JOLLYROGER quando dice che si può correre naturale anche con delle A3, ma mi sento di dissentire sull'impiego dei piedi. C'è differenza tra correre scalzi e con fivefingers o sandali. Figuriamoci con delle scarpe ammortizzate. Più roba metti sotto, meno devi usare i muscoli intrinseci dei piedi. Più stringi il piede in un toe box stretto, e più pronerai per cercare la spinta dell'alluce che viene tolto dalla sua posizione naturale.
Riccardo :beer:
(Vincitore del Tor Des Geant 2027)
LeonardZelig
Novellino
Messaggi: 21
Iscritto il: 13 ago 2013, 22:09
Località: Göteborg (Sverige)

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Messaggio da LeonardZelig »

Nerevar ha scritto:
LeonardZelig ha scritto:Breve considerazione sul mondo del barefoot.
Corro con le fivefinger da quasi 5 anni, non ho mai avuto problemi e (stranamente) mi sono trovato benissimo fin dai primi km.
Da qualche tempo vivo in Svezia e, strano ma vero, qui l'asfalto lo sento terribilmente più duro. Per intenderci: nel correre non sento il ben che minimo ritorno e mi sembra di "ciabattare" in modo pietoso. Su pista e sterrato la sensazione é quella di sempre e va alla grandissima.
Il dilemma é il seguente: sarà il caso di acquistare un paio di A3?
Il pensiero mi tormenta e mi spaventa non poco poiché non credo che i due stili di corsa siano conciliabili.

Sent from my ASUS_Z00AD using Tapatalk
Differenziamo asfalto e cemento. Sembrano simili, ma il ritorno elastico del cemento è molto meno ammortizzante dell'asfalto. Probabilmente corri sul cemento e ti stai accorgendo della differenza. Te lo dico perchè io quando vado a correre scalzo sul mare qua a Livorno faccio tratti su asfalto e tratti su cemento e la differenza la sento tutta.

Per esperienza personale l'unica opzione valida è aumentare il ritmo. Se normalmente sei sui 180 portati sui 190 (Canzone: the rock show, blink 182, va a 190 che è una bellezza). Se poi vuoi testare il barefoot, ti accorgerai che con le scarpe si dura molta più fatica.

Quoto il buon marcello JOLLYROGER quando dice che si può correre naturale anche con delle A3, ma mi sento di dissentire sull'impiego dei piedi. C'è differenza tra correre scalzi e con fivefingers o sandali. Figuriamoci con delle scarpe ammortizzate. Più roba metti sotto, meno devi usare i muscoli intrinseci dei piedi. Più stringi il piede in un toe box stretto, e più pronerai per cercare la spinta dell'alluce che viene tolto dalla sua posizione naturale.
Stavo pensando di passare alle Merrell Vapor Glove e di inserire una soletta Noene da 2 mm.
Cosa ne pensate?
Effettivamente è molto difficile passare ad un altra tipologia di scarpe quando si è soliti corre con le FiveFingers. Sto valutando le Merrell perchè tra tutte mi sembrano quelle davvero più minimal e, a dispetto delle FiveFingers, mi permetterebbero di utilizzare delle solette ammortizzanti.
Avatar utente
Nerevar
Maratoneta
Messaggi: 491
Iscritto il: 26 feb 2016, 13:54
Località: Livorno

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Messaggio da Nerevar »

Mi sembra un ragionamento insensato. Hai abbandonato l'ammortizzazione per passare al minimalismo perchè ha tutta una serie di pregi, e ora rimetti l'ammortizzazione? :P

Secondo me, se non ti fa schifo, potresti provare a correre un po' senza scarpe sul cemento. Giusto per sentire la differenza tra come ti paralizzano il piede le fivefingers e come invece stare senza ti renda libero di muoverlo veramente come ti pare: maggior leggerezza, maggior propriocettività, quindi miglior reazione agli stimoli, sebbene il cemento sia la peggior superficie dove correre dopo la sabbia.
Riccardo :beer:
(Vincitore del Tor Des Geant 2027)
LeonardZelig
Novellino
Messaggi: 21
Iscritto il: 13 ago 2013, 22:09
Località: Göteborg (Sverige)

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Messaggio da LeonardZelig »

Nerevar ha scritto:Mi sembra un ragionamento insensato. Hai abbandonato l'ammortizzazione per passare al minimalismo perchè ha tutta una serie di pregi, e ora rimetti l'ammortizzazione? :P

Secondo me, se non ti fa schifo, potresti provare a correre un po' senza scarpe sul cemento. Giusto per sentire la differenza tra come ti paralizzano il piede le fivefingers e come invece stare senza ti renda libero di muoverlo veramente come ti pare: maggior leggerezza, maggior propriocettività, quindi miglior reazione agli stimoli, sebbene il cemento sia la peggior superficie dove correre dopo la sabbia.
Tornato proprio ora da una sgambata di 10km. Un km nel mezzo me lo sono fatto scalzo...ed è andato veramente alla grande.
Per quanto bella la sensazione, la corsa a piedi nudi non credo però possa fare al mio caso. Per uscire e per tornare a casa devo necessariamente attraversare un km abbondante di sterrato
Ieri parlavo con un'amico (corridore minimalista) e mi ha confermato le mie sensazioni. Avendo anche lui corso durante l'erasmus in Italia per 6 mesi per poi tornare in Svezia, mi ha un po' confortato raccontandomi quanto per lui sia stato difficile riabituarsi al durissimo asfalto svedese.
Abbandonata l'idea dell'ammortizzazione, valuto ora altre scelte minimal (come i sandali Rastro).
Avatar utente
Nerevar
Maratoneta
Messaggi: 491
Iscritto il: 26 feb 2016, 13:54
Località: Livorno

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Messaggio da Nerevar »

Potresti anche provare i sandali, ma resta comunque il fatto che senza ammortizzazione ti tocca sopperire alla mancanza di elasticità dello sterrato solo ed esclusivamente con la capacità dei tuoi piedi. Cosa a cui secondo me ci si può abituare alla grande, soprattutto se ne rinforzi la reattività con esercizi short foot e tanti tanti tanti salti ed andature (skip, talloni al sedere, salti con la corda, ecc).

Comunque, ti dico: lo sterrato può sembrare infame. Ma almeno che non ci siano pietre di 4-5 cm di diametro, credimi: sullo sterrato, scalzi, è più facile correre che camminarci. Se tieni un ritmo di 180 passi al minuto circa (lo fai, vero?) gli appoggi sono talmente rapidi che non dai mai al piede di spiattellarsi sui sassi e quindi di farti male. Te lo dice un matto che sta imparando a correre scalzo sui trail e sulle pietraie. Pietraie, non sterrato. Roba che se sbagli un appoggio ti fotti i metatarsi :mrgreen:
Riccardo :beer:
(Vincitore del Tor Des Geant 2027)
LeonardZelig
Novellino
Messaggi: 21
Iscritto il: 13 ago 2013, 22:09
Località: Göteborg (Sverige)

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Vibram Fivefingers

Messaggio da LeonardZelig »

Che dire...sicuramente complimenti per la tenacia. Correre scalzi sulle pietraie non è da tutti.
Ho pensato ai Rastro perché mi sembrano davvero molto minimal ma potrebbero comunque garantirmi quel minimo di protezione di cui ho bisogno.
Nel mentre che ci penso, proverò ad abituarmi!
:D
Rispondi

Torna a “Natural Running”