Drop zero.

Moderatori: fujiko, gambacorta, gian_dil, d1ego

Autumn

Re: Drop zero.

Messaggio da Autumn »

Condivido anche io la questione delle categorie, anzi è una battaglia che porto avanti da tempo :)
Avatar utente
ubald
Ultramaratoneta
Messaggi: 1847
Iscritto il: 24 ago 2012, 10:05
Località: Gela e Bari

Re: R: Drop zero.

Messaggio da ubald »

andreat1029 ha scritto:Ubald ti porto un esempio. Se non ricordo male vai in bicicletta e conosci bene l'evoluzione che c'è stato nel settore della mountainbike, quando 7 anni fa qualcuno scoprì che le ruote da 29" erano meglio delle 26". Poi qualcun altro ha scoperto che la 27,5" è il giusto compromesso. Oggi il settore mountainbike professionistico e non, si trova a gareggiare con 2 grandezze diverse, 27,5"e 29". Noi runners ci troviamo nella stessa situazione. Il settore si è diviso. La classica A3 di sicuro sta scomparendo e la 10mm gli do un'altra stagione di vita. Resteranno in commercio le A3 molto meno strutturate e sempre più leggere e le nostre minimal. :D
Lì il discorso è diverso, peraltro nel 2009 ero uno dei primi sulle 29". Però, appunto, la scelta aiuta. Solo che in un mezzo meccanico in cui la ruota influenza l'angolo di attacco e l'agilità, con la variante aggiunta dell'altezza del biker, il discorso si complica rispetto a quello di noi runner
Avatar utente
davide1977
Top Runner
Messaggi: 8317
Iscritto il: 25 ago 2011, 11:12
Località: Milano Est

Re: Drop zero.

Messaggio da davide1977 »

@Marcos condivido,in parte, l'idea che la classificazione è poco utile e ormai superata :thumleft: ,tant'è vero che gli stessi esperti di "Correre" ,che 10/15 anni addietro l'avevano create , ne hanno praticamente sancito la fine nell'ultimo catalogo scarpe :thumleft: ora si tende a classificare Minimal,Gara,Ammortizzate,Stabili
Avatar utente
Pertoni
Maratoneta
Messaggi: 319
Iscritto il: 11 dic 2019, 23:52
Località: Roma (provincia) oppure Palma de Maiorca oppure Vienna

Drop zero, sopravvalutato?

Messaggio da Pertoni »

Salve compagni corridori!
Ultimamente sto meditando molto sulle scarpe a drop zero. Corro da un anno ed ho avuto solamente Altra (attirato da un noto Youtuber), apparte il classico paio di Kiprun appena si inizia 8) .
Non che mi trovi male con questo tipo di calzature ma una vocina perfida mi bisbiglia ''perchè nessun top runner le usa?''
Ho cercato discussioni simili ma invano. Leggendo in giro e ragionando da solo sono sempre più tendente a dire che forse questo drop zero è un po' sopravvalutato, come se fosse una moda.
Qualcuno vuole condividere le proprie esperienze e idee?

Grazie! Buone corse
Corro da novembre 2019. Prima facevo finta di andare in palestra.
La bicicletta salva le mie articolazioni dalla droga dei volumi
https://www.strava.com/athletes/49548461
Connesso
Avatar utente
shaitan
Top Runner
Messaggi: 11858
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: Drop zero, sopravvalutato?

Messaggio da shaitan »

sicuramente il minimalismo tout court sempre e comunque è stata una moda e anche direi passata.

Peraltro il drop come differenziale tacco - punta dice anche poco. Le ultime alphafly e tempo next in casa nike hanno, a seconda di come le misuri, drop 4mm... ma sono tutt'altro che minimali

Per cui direi di usare il drop e l'height stack con cui ti trovi bene. Anche variare, se usi più paia di scarpe e non hai problemi, può essere un'idea
Ogni sabato 5km gratis a Roma www.parkrun.it/romapineto/
5k 19.07 (passaggio 10k) 10k 38.34 (test pista 29/1/22)
21k 1h23'23"(Roma Ostia '22)
42k 2h58'47" (Milano '22) Qui il percorso tra pesi e dieta
Sogno: 200kg di stacco (ora 185)
Avatar utente
Pertoni
Maratoneta
Messaggi: 319
Iscritto il: 11 dic 2019, 23:52
Località: Roma (provincia) oppure Palma de Maiorca oppure Vienna

Re: Drop zero.

Messaggio da Pertoni »

Grazie Shaitan per la risposta! Sempre pronto e disponibile :)
In realtà non ho mai provato scarpe minimali, alla fine Altra Escalante/Torin sono abbastanza protettive. Mi chiedevo se tutti i benefici sbandierati sul drop zero fossero veri: alcuni affermano che si debba correre sempre con questo tipo di scarpe. Però perchè tra i primi di una 10k non trovo mai nessuno con drop zero? :nonzo:
In breve, mi sembra che tra i runner più avanzati e ''forti'' le persone che usano il differenziale zero siano veramente poche se non inesistenti
Corro da novembre 2019. Prima facevo finta di andare in palestra.
La bicicletta salva le mie articolazioni dalla droga dei volumi
https://www.strava.com/athletes/49548461
Avatar utente
ubald
Ultramaratoneta
Messaggi: 1847
Iscritto il: 24 ago 2012, 10:05
Località: Gela e Bari

Re: Drop zero.

Messaggio da ubald »

Pertoni ha scritto: 29 ott 2020, 9:33 Grazie Shaitan per la risposta! Sempre pronto e disponibile :)
In realtà non ho mai provato scarpe minimali, alla fine Altra Escalante/Torin sono abbastanza protettive. Mi chiedevo se tutti i benefici sbandierati sul drop zero fossero veri: alcuni affermano che si debba correre sempre con questo tipo di scarpe. Però perchè tra i primi di una 10k non trovo mai nessuno con drop zero? :nonzo:
In breve, mi sembra che tra i runner più avanzati e ''forti'' le persone che usano il differenziale zero siano veramente poche se non inesistenti
la domanda sulle gare è fuorviante: la logica alla base della scarpa drop 0 non è la prestazione, ma una corsa sana, che duri nel tempo, non ti usuri e ti riconnetta con la tua natura.
Dopo che avrai in quadrato ciò, se ne può iniziare a parlare.
Uso drop 0, con scarpe tendenzialmente meno alte di 12-15 mm, dal 2012 o 2013, se non erro
Connesso
Avatar utente
shaitan
Top Runner
Messaggi: 11858
Iscritto il: 16 mag 2015, 18:36

Re: Drop zero.

Messaggio da shaitan »

@ubald quello che dici è certamente giusto, ma forse più legato alle A0 e A1 di vecchia concezione

Dubito infatti che un kipchoge non badi a minimizzare l'usura... Tieni conto che per loro un intoppo vuol dire saltare l'appuntamento della stagione (vedi bekele con londra) e hanno 2 max 3 cartucce a anno, mica come noi tapasc che se ci fermiamo una settimana non muore nessuno. Eppure anche in allenamento sta con le vaporfly e con 4 cm di gomma sotto ;-)

Oh non sto neanche dicendo che se non metti 4cm di zoomx sotto i piedi ti sfasci sicuro. Questione di preferenze e abitudini. Non assolutizzerei
Ogni sabato 5km gratis a Roma www.parkrun.it/romapineto/
5k 19.07 (passaggio 10k) 10k 38.34 (test pista 29/1/22)
21k 1h23'23"(Roma Ostia '22)
42k 2h58'47" (Milano '22) Qui il percorso tra pesi e dieta
Sogno: 200kg di stacco (ora 185)
Avatar utente
Pertoni
Maratoneta
Messaggi: 319
Iscritto il: 11 dic 2019, 23:52
Località: Roma (provincia) oppure Palma de Maiorca oppure Vienna

Re: Drop zero.

Messaggio da Pertoni »

Il mio pensiero è simile quello Shaitan... insomma, sono sicuro che tutti i bravi corridori siano amanti della corsa e ci tengano a non infortunarsi eppure di drop zero non ne vedo e parlo da affezionato cliente Altra!

Lancio un'altra questione: si dice sempre di passare da drop normali a zero con cautela. Se ora, nel mio caso, passassi da zero ad una Pegasus potrebbero nascere problemi strutturali dovuti al cambio repentino? Sono molto spaventato ma una prova la vorrei fare
Corro da novembre 2019. Prima facevo finta di andare in palestra.
La bicicletta salva le mie articolazioni dalla droga dei volumi
https://www.strava.com/athletes/49548461
Avatar utente
maarco72
Top Runner
Messaggi: 9410
Iscritto il: 5 gen 2013, 10:59
Località: rho(mi)

Re: Drop zero.

Messaggio da maarco72 »

Bhe i top Runner corrono anche con scarpe dello sponsor....le Marche che usano drop zero commercialmente sono deboli non hanno top runner in squadra. l'unica è hoka(che però non è propriamente drop zero) che ha in squadra vari top runner (più nel triathlon e lunghe distanze)
:beer: :beer: :batman:

Torna a “Natural Running”