Uso del cardiofrequenzimetro

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: franchino, fujiko, gambacorta, filattiera

Avatar utente
gnr
Top Runner
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 ott 2011, 14:58

Re: RE: Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da gnr »

bradipoprincipiante ha scritto: Nel caso continuassi a fare 3 allenamenti a settimana quanto dura il periodo di preparazione aerobica prima di fare l'allenamento sopra citato in preparazione di una gara? Cioè quale è il ciclo annuo tenendo conto che preferisco fare qualche garetta in autunno causa allergie?
Puoi' tranquilamente fare due picchi annuali di 4-6 settimane in tarda primavera ed autunno, entrambi preceduti da 6 settimane di lavoro piu' intenso come stai facendo adesso e seguiti da 3 settimane di defaticamento. Il resto sara' base di mantenimento prevalentamente aerobica ma non aver paura di infilare le gare campestre o alto.
bradipoprincipiante ha scritto: La seconda : ok faccio 4 allenamenti
Martedì 2 km al 75 per cento poi 6 al 90 /93 (veloce al posto del medio)
Giovedì 5 km al 70 per cento
Venerdì 2 km al 75 poi 10 stacchi da 300
Domenica 12km al 75
Questo andrebbe bene tutto l anno?
Si, puo' andare come base. Varia un po' gli intervalli del Venerdi, non sempre 10x300.
Se si arriva ad inserire qualche saliscendi nel "lungo" di domenica tanto meglio'.
Avatar utente
gnr
Top Runner
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 ott 2011, 14:58

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da gnr »

The Observer ha scritto: considerato che faccio 45-50K a settimana, 56 anni, 84kg x 180cm, ottime condizioni di cuore, vi pare possibile che la mia FC max sia 153???
Non riesco a vedere un battito di più da quando ho preso ad allenarmi seriamente (circa 6 mesi), anche se forzo in salita più che posso.
E' possibile ma poco probabile.
Non c'entra allenarsi pochino o essere sovrappeso o aver ottime condizioni di cuore...
l'eta invece si, ma con 153 saresti sempre in un percentuale piuttosto estremo.
Il fatto e' che per avvicinarsi alla FCmax ci vuole un stimolo notevole....
tipicamente si trova solo in una gara molto sentita o con la capacita' di immaginarsi nella stessa situazione.
La salita aiuta ad ingannare, ma alla fine e' l'eccitazione che deve sbloccare il cuore.
Ultima modifica di gnr il 31 lug 2015, 22:06, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
The Observer
Guru
Messaggi: 4585
Iscritto il: 26 mag 2015, 9:05
Località: Forse dovrei decidermi...

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da The Observer »

Ciao a tutti,
considerato che faccio 45-50K a settimana, 56 anni, 84kg x 180cm, ottime condizioni di cuore, vi pare possibile che la mia FC max sia 153???
Non riesco a vedere un battito di più da quando ho preso ad allenarmi seriamente (circa 6 mesi), anche se forzo in salita più che posso.
gracias per tutte le eventuali risposte.

EDIT: la domanda viene dopo la risposta perchè spostato da un altro tread...
“Great things are done when men and mountains meet" -- William Blake, circa 1793
Il mio DIARIO. Le mie corse su Strava
bradipoprincipiante
Maratoneta
Messaggi: 274
Iscritto il: 7 feb 2014, 14:04

Re: RE: Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da bradipoprincipiante »

gnr ha scritto:
bradipoprincipiante ha scritto: Nel caso continuassi a fare 3 allenamenti a settimana quanto dura il periodo di preparazione aerobica prima di fare l'allenamento sopra citato in preparazione di una gara? Cioè quale è il ciclo annuo tenendo conto che preferisco fare qualche garetta in autunno causa allergie?
Puoi' tranquilamente fare due picchi annuali di 4-6 settimane in tarda primavera ed autunno, entrambi preceduti da 6 settimane di lavoro piu' intenso come stai facendo adesso e seguiti da 3 settimane di defaticamento. Il resto sara' base di mantenimento prevalentamente aerobica ma non aver paura di infilare le gare campestre o alto
bradipoprincipiante ha scritto: La seconda : ok faccio 4 allenamenti
Martedì 2 km al 75 per cento poi 6 al 90 /93 (veloce al posto del medio)
Giovedì 5 km al 70 per cento
Venerdì 2 km al 75 poi 10 stacchi da 300
Domenica 12km al 75
Questo andrebbe bene tutto l anno?
Si, puo' andare come base. Varia un po' gli intervalli del Venerdi, non sempre 10x300.
Se si arriva ad inserire qualche saliscendi nel "lungo" di domenica tanto meglio'.
Nel consiglio per i tre allenamenti settimanali su base annua cosa intendi per due picchi annuali di 4/6 settimane? Un periodo dove ogni settimana faccio una gara? Un periodo di allenamento anaerobico o che cosa?
(Scusa ma sono duro di comprendonio :-))

Mentre penso di aver capito bene il discorso dei 4 allenamenti su base annua, e cioè che può andar bene tutto l'anno aggiungendo qualche variazione che hai inserito
Avatar utente
zeromaratone
Top Runner
Messaggi: 5428
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da zeromaratone »

The Observer ha scritto:Ciao a tutti,
considerato che faccio 45-50K a settimana, 56 anni, 84kg x 180cm, ottime condizioni di cuore, vi pare possibile che la mia FC max sia 153???
Non riesco a vedere un battito di più da quando ho preso ad allenarmi seriamente (circa 6 mesi), anche se forzo in salita più che posso.
.
La tua FCmax teorica è 164 (secondo la più semplice Tanaka) o 168-169 (secondo altre formule). Sono riassunte su personaltrainer.
Se la tua FC reale non supera 153, devi accettarlo come una dato fisiologico. Può darsi che tu abbia una FC di riserva o "allenante" adeguata. Tieni poi presente che peggiora con l'età.
Di fatto, però non ti cambia la vita. Alcuni supermen in questo forum, hanno FCmax dilatate che secondo loro permettono di essere più veloci, ma tra le due cose non c'è una diretta e proporzionale correlazione. Allenandoti per zone cardiache quel 7% in meno di bpm non ti cambia la vita, appunto perché non è necessario farsi prendere dalla frenesia di testare soglie cardiache massime. Meglio sarebbe calcolare la VO2 max.

A una domanda simile di @bradipoprincipiante, in data 7 luglio, in questo 3D, hanno risposto @aroldo e anche @gnr.

:salut: :salut:
Dal 2014:18 maratone, 6 stars finisher; 2018 100km del Passatore, Ironman70:3
I miei libri: Il Passatore da zero https://tinyurl.com/er5tzd3z +il mio blog [url]https://zeromaratone.blogspot.com[/url]
moremio
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 626
Iscritto il: 6 ago 2012, 15:17

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da moremio »

Secondo la mia esperienza a ragione GNR, devi essere motivato per avvicinarsi alla FCmax. Anche io ho il tuo stesso "problema" fatico a raggiungerla,solitamente mi fermo 10-12 bpm sotto
Corsa in montagna,Skyrace,Skialp.

5km-17'57
10 km-36'40
Avatar utente
The Observer
Guru
Messaggi: 4585
Iscritto il: 26 mag 2015, 9:05
Località: Forse dovrei decidermi...

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da The Observer »

Interessante... grazie a tutti per le risposte al mio quesito.

Una domanda: la FC si raggiunge meglio in sforzi brevi ma rapidamente crescenti o lunghi? Immagino la prima sia meglio...

Altra domanda: che voi sappiate esiste una relazione verificata tra FC a riposo e FC max? In altre parole, mi chiedevo se tendano, almeno statisticamente, ad essere entrambe basse oppure il contrario o se non vi è molta correlazione.
“Great things are done when men and mountains meet" -- William Blake, circa 1793
Il mio DIARIO. Le mie corse su Strava
Avatar utente
gnr
Top Runner
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 ott 2011, 14:58

Re: RE: Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da gnr »

bradipoprincipiante ha scritto: Nel consiglio per i tre allenamenti settimanali su base annua cosa intendi per due picchi annuali di 4/6 settimane? Un periodo dove ogni settimana faccio una gara? Un periodo di allenamento anaerobico o che cosa?
Un periodo durante il quale farai regolarmente gare, fra le quali alcune rappresentano obbiettivi annuali, contando su uno stato di allenamento superiore alla tua media.
Ovviamente prima o poi' il picco finisce (anzi', svanisce), saranno le gambe ad avvisarti :mrgreen:
Avatar utente
gnr
Top Runner
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 ott 2011, 14:58

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da gnr »

The Observer ha scritto: Una domanda: la FC si raggiunge meglio in sforzi brevi ma rapidamente crescenti o lunghi? Immagino la prima sia meglio...
La FCmax si raggiunge solo in un sforzo breve ma massimale in seguito ad altri sforzi intensi ma non troppo prolungati.
Per esempio uno sprint massimale in seguito a diversi attacchi in gara o gara 800m/1500m corsa per vincere oppure 2-3 brevi salite presi forte.
The Observer ha scritto: Altra domanda: che voi sappiate esiste una relazione verificata tra FC a riposo e FC max? In altre parole, mi chiedevo se tendano, almeno statisticamente, ad essere entrambe basse oppure il contrario o se non vi è molta correlazione.
Sullo stesso atleta un aumento di allenamento abassera' sia FCmin sia (ma meno) FCmax, mentre una diminuzione alzera' entrambe.
Su un campione di atleti non esiste alcuna relazione, se non che FCmin sia inferiore a FCmax :mrgreen:
Ci sara' una correlazione su valori di FCmin abbastanza bassi, mentre FCmax varia enormamente intorno ad una media superiore a 220-eta'.
Avatar utente
The Observer
Guru
Messaggi: 4585
Iscritto il: 26 mag 2015, 9:05
Località: Forse dovrei decidermi...

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da The Observer »

gnr ha scritto:Su un campione di atleti non esiste alcuna relazione, se non che FCmin sia inferiore a FCmax :mrgreen:
Ci sara' una correlazione su valori di FCmin abbastanza bassi, mentre FCmax varia enormamente intorno ad una media superiore a 220-eta'.
Hai qualche studio da leggere sull'argomento per caso?

Grazie.

EDIT: C'è per esempio questa meta-analisi, limitata, ma interessante. Effettivamente io sarei ben al di sotto del valore medio per la mia età e gruppo, ma i miei valori sono compatibili con quelli del campione studiato.

http://d247mjxbujv0d8.cloudfront.net/co ... .large.jpg

da http://ajpheart.physiology.org/content/278/3/H829.
“Great things are done when men and mountains meet" -- William Blake, circa 1793
Il mio DIARIO. Le mie corse su Strava

Torna a “Allenamento e Tecnica”