Uso del cardiofrequenzimetro

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: franchino, fujiko, gambacorta, filattiera

Avatar utente
Daddi
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 753
Iscritto il: 22 set 2011, 16:55
Località: Terni

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da Daddi »

Bradipo, una volta che inizi a togliere la "ruggine" e migliorare ci prendi gusto e vuoi continuare a migliorare, tutti così abbiamo iniziato.
Io la corsa la usavo come scarico alla mtb quando facevo gare e correvo intorno a 5/10km, poi sono saltato di testa con la bici e ho abbandonato le gare per passare a tempo pieno alla corsa che richiede molto meno tempo per potere essere praticata e vedere cosa potevo fare, piano piano sono migliorato, ho lavorato molto comunque sul fondo all'inizio, poi salite/forza e ripetute, tutto diciamo come da manuale, vero è che le gambe di mio già le avevo belle muscolose, solo nella corsa cambia tutto, non ti inventi nulla se non con la pratica, come tutti gli sport d'altronde.

Tornando IT ho ricominciato ad usare il cardio, di solito non lo uso per la corsa, mi regolo con le sensazioni e il passo e devo ammettere che il cardio mi da un riferimento in più della fatica che a volte sottovalutiamo, magari siamo stanchi, il cuore non sale e guardando il cardio puoi decidere di rallentare o tornare a casa, con il passo a volte ci ostiniamo a tenere le velocità stabilite, di fatto rovinando l'uscita e il recupero per giorni.
Correre è cibo per la mente....finalmente sono tornato alla corsa!!!.
Pb
Invernalissima Bastia U. 2013 (21k) 1h23,00
Dragonissima 2013 Terni (9,16k) 33'46"
Maratona S.Valentino 2014 (42k) 2h59',50"
Corritonic 2014 Terni (10k) 37',35"
bradipoprincipiante
Maratoneta
Messaggi: 274
Iscritto il: 7 feb 2014, 14:04

Re: RE: Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da bradipoprincipiante »

gnr ha scritto:
bradipoprincipiante ha scritto: Nel caso continuassi a fare 3 allenamenti a settimana quanto dura il periodo di preparazione aerobica prima di fare l'allenamento sopra citato in preparazione di una gara? Cioè quale è il ciclo annuo tenendo conto che preferisco fare qualche garetta in autunno causa allergie?
Puoi' tranquilamente fare due picchi annuali di 4-6 settimane in tarda primavera ed autunno, entrambi preceduti da 6 settimane di lavoro piu' intenso come stai facendo adesso e seguiti da 3 settimane di defaticamento. Il resto sara' base di mantenimento prevalentamente aerobica ma non aver paura di infilare le gare campestre o alto.
bradipoprincipiante ha scritto: La seconda : ok faccio 4 allenamenti
Martedì 2 km al 75 per cento poi 6 al 90 /93 (veloce al posto del medio)
Giovedì 5 km al 70 per cento
Venerdì 2 km al 75 poi 10 stacchi da 300
Domenica 12km al 75
Questo andrebbe bene tutto l anno?
Si, puo' andare come base. Varia un po' gli intervalli del Venerdi, non sempre 10x300.
Se si arriva ad inserire qualche saliscendi nel "lungo" di domenica tanto meglio'.
Scusate se ho citato tutto il messaggio ma non so fare a prenderne solo un pezzo.
Ho capito molto bene il discorso "annuo' sui 3 allenamenti e quindi periodi aerobici, periodi intensi ecc ecc.
Invece non sono sicuro di aver capito il ciclo annuo dei 4 allenamenti.
Con quattro allenamenti quindi può andar sempre bene più o meno lo schema sopra citato o ci sono dei periodi prettamente aerobici anche lì'?
bradipoprincipiante
Maratoneta
Messaggi: 274
Iscritto il: 7 feb 2014, 14:04

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da bradipoprincipiante »

@daddi
Grazie per l'incoraggiamento
Devo dire che ne ho bisogno!!:-)
Avatar utente
gnr
Top Runner
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 ott 2011, 14:58

Re: RE: Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da gnr »

bradipoprincipiante ha scritto: Scusate se ho citato tutto il messaggio ma non so fare a prenderne solo un pezzo.
Ho capito molto bene il discorso "annuo' sui 3 allenamenti e quindi periodi aerobici, periodi intensi ecc ecc.
Invece non sono sicuro di aver capito il ciclo annuo dei 4 allenamenti.
Con quattro allenamenti quindi può andar sempre bene più o meno lo schema sopra citato o ci sono dei periodi prettamente aerobici anche lì'?
Con quattro allenamenti puo' andare sempre piu' o meno lo schema citato, ma ovviamente si varia un po' in base al periodo.
In particolare il lavoro del Venerdi potra' essere da prevelentamente aerobico (5x1000m) a decisamente anaerobico (15x200m).
In fase di scarico la domenica puo' scendere a 10km mentre in fase di carico arrivare a 16km con qualche salita.
Durante scarico e base il martedi potresti fare un fartlek (vero) di 8km anziche' veloce.
E cosi' via.
Molto dipende anche sulla tua personalita', alcuni trovano stressante fare sempre le stesse cose mentre altri trovano stressante variare.
Gerva79
Novellino
Messaggi: 2
Iscritto il: 15 mag 2014, 22:39

Ritmo cardiaco

Messaggio da Gerva79 »

Ciao Ragazzi,
Non so se é la sezione giusta.
Oggi ho fatto la mia prima uscita col cardiofrequenzimetro.
Potreste farmi chiarezza sull'argomento?
Oltre a tenere d'occhio il battito cardiaco, non saprei altro.
Su che soglie dovrei stare? Come allenarmi? Ecc. Ecc.
Grazie a tutti per l'aiuto
Avatar utente
franchino
Moderatore
Messaggi: 10338
Iscritto il: 14 gen 2008, 11:36
Località: Turin

Re: Ritmo cardiaco

Messaggio da franchino »

RUNNINGFORUM VIVE GRAZIE A TE! Fai correre anche tu il maialino, :pig: scopri qui come: viewtopic.php?t=46765!

www.strava.com/athletes/franco_chiera
Avatar utente
gnr
Top Runner
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 ott 2011, 14:58

Re: Ritmo cardiaco

Messaggio da gnr »

Gerva79 ha scritto: Oltre a tenere d'occhio il battito cardiaco, non saprei altro.
Su che soglie dovrei stare? Come allenarmi? Ecc. Ecc.
Se leggi le prime pagine del topic troverai link e suggerimenti utili per cominciare ad utilizzare il cardio.
Il discorso di come allenarsi e su quali soglie esula un po' e suggerisco anche qui di leggere i topic appositi sotto Allenamento,
vedi per (puro) esempio:
http://www.runningforum.it/viewtopic.php?f=78&t=25443
Dopo che hai studiato qualche giorno e fatto le prove siamo qui per domande piu' specifiche :beer:
corrosvelto
Novellino
Messaggi: 15
Iscritto il: 15 ago 2015, 18:58

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da corrosvelto »

Ciao a tutti. Volevo chiedere se e' corretto quanto da me letto in un articolo in merito alla fcmax ed alle relative percentuali di allenamento. Ho 41 anni ed una fc a riposo di 44 bpm. Secondo quanto ho capito ognuno di noi dovrebbe fare riferimento alla fc di riserva e quindi se io volessi determinare il 75% della mia fcmax, dovrei procedere nel modo seguente: 220-41=179. 179-44=135. 135x75%=101,25. 101+44=145. Questa dovrebbe essere la percentuale teorica del 75% della mia fcmax. E' corretto? Grazie a chi vorra' rispondere.
Avatar utente
spartan
Top Runner
Messaggi: 14761
Iscritto il: 24 giu 2009, 15:34
Località: Taranto

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da spartan »

La FC massima non si misura con un calcolo ma sul campo, ci sono molti test che potresti fare per ricavartela , se cerchi sul forum troverai quello che più fa per te ..
L'unico giorno facile era ieri.
Fin dove il cuore mi resse arditamente mi spinsi.
ettoremicio
Maratoneta
Messaggi: 272
Iscritto il: 15 lug 2014, 11:46

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da ettoremicio »

quali le differenze e/o i vantaggi di calcolare le percentuali sulla fc max piuttosto che sulla fc di riserva... è un dubbio che mi affligge da molto.
per esempio al 70% nel mio caso si parla di 128bpm (con fcMAX) contro i 143bpm (fc riserva)
al 80% si parla di 146bpm (con fcMAX) contro i 156bpm (fc riserva).
a fc più basse si parla di 15 bpm di differenza mentre a salire si parla di 10bpm circa, quindi non proprio noccioline...
grazie

Torna a “Allenamento e Tecnica”