Uso del cardiofrequenzimetro

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: franchino, fujiko, gambacorta, filattiera

Avatar utente
zeromaratone
Top Runner
Messaggi: 5428
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da zeromaratone »

Ermanno caro
se vuoi allenarti sulle soglie, e non sui limiti, avere 10 bpm in più o meno non cambia il tipo di allenamento.
A te piace il limite, però non è che la tua preferenza deve essere una legge assoluta e applicabile a tutti.
Soprattutto in un forum dove ci leggono in tanti, con capacità differenti, spostare il tutto sul limite è (credo che tu lo possa ammettere) pericoloso.

ciao
Dal 2014:18 maratone, 6 stars finisher; 2018 100km del Passatore, Ironman70:3
I miei libri: Il Passatore da zero https://tinyurl.com/er5tzd3z +il mio blog [url]https://zeromaratone.blogspot.com[/url]
Avatar utente
erman67
Guru
Messaggi: 4970
Iscritto il: 12 apr 2013, 17:45
Località: Padova

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da erman67 »

10bpm fanno molta differenza per chi si allena sulle zone cardiache :)
Tu prova a correre rispetto ad una tua corsa lenta altri 7bpm in meno o in più (ipotizzo una corsa al 70%) e guarda come cambia il tuo passo :)
Poi personalmente io non corro in base alle zone cardiache ma questa è altra questione :)

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk
5Km: 21'55" CXP - Vigodarzere 06/02/2014
9,67km: 42'10" - 2° BOOM RUNNING DAY 16/05/2015
Mezza maratona: 1h35'14" - Moonlight Half Marathon 23/05/2015
Maratona: 3h35'46" - Padova 27/04/2014
http://connect.garmin.com/profile/erman67
Avatar utente
zeromaratone
Top Runner
Messaggi: 5428
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da zeromaratone »

questo l'avevo capito... :D :D
però continui a sostenere i tuoi 180 bpm...
Dal 2014:18 maratone, 6 stars finisher; 2018 100km del Passatore, Ironman70:3
I miei libri: Il Passatore da zero https://tinyurl.com/er5tzd3z +il mio blog [url]https://zeromaratone.blogspot.com[/url]
Avatar utente
erman67
Guru
Messaggi: 4970
Iscritto il: 12 apr 2013, 17:45
Località: Padova

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da erman67 »

Perché quelli sono :)

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk
5Km: 21'55" CXP - Vigodarzere 06/02/2014
9,67km: 42'10" - 2° BOOM RUNNING DAY 16/05/2015
Mezza maratona: 1h35'14" - Moonlight Half Marathon 23/05/2015
Maratona: 3h35'46" - Padova 27/04/2014
http://connect.garmin.com/profile/erman67
Avatar utente
erman67
Guru
Messaggi: 4970
Iscritto il: 12 apr 2013, 17:45
Località: Padova

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da erman67 »

Aggiungo, come per te sarebbero altri ;)

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk
5Km: 21'55" CXP - Vigodarzere 06/02/2014
9,67km: 42'10" - 2° BOOM RUNNING DAY 16/05/2015
Mezza maratona: 1h35'14" - Moonlight Half Marathon 23/05/2015
Maratona: 3h35'46" - Padova 27/04/2014
http://connect.garmin.com/profile/erman67
Avatar utente
zeromaratone
Top Runner
Messaggi: 5428
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da zeromaratone »

ok, ma qui il 3D è "uso del cardio", non FCmax personali...
come lo usi il cardio tu?
Dal 2014:18 maratone, 6 stars finisher; 2018 100km del Passatore, Ironman70:3
I miei libri: Il Passatore da zero https://tinyurl.com/er5tzd3z +il mio blog [url]https://zeromaratone.blogspot.com[/url]
Avatar utente
erman67
Guru
Messaggi: 4970
Iscritto il: 12 apr 2013, 17:45
Località: Padova

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da erman67 »

Beh uso del cardiofrequenzimetro vuol dire anche utilizzarlo ai fini di allenamento basato su zone cardiache in base alla PERSONALE situazione reale :)
Come lo utilizzo io già lo dissi. Per conoscermi verificando nel medio/lungo periodo come cambia la fc a seconda di come corro o vado in bici.
Ad es. Ho notato che con la bici lavoro ad approssimativamente una decina di bpm in meno e che se voglio arrivare in cima ad una salita devo stare entro un certo range :)

Inviato dal mio SM-A300FU utilizzando Tapatalk
5Km: 21'55" CXP - Vigodarzere 06/02/2014
9,67km: 42'10" - 2° BOOM RUNNING DAY 16/05/2015
Mezza maratona: 1h35'14" - Moonlight Half Marathon 23/05/2015
Maratona: 3h35'46" - Padova 27/04/2014
http://connect.garmin.com/profile/erman67
Avatar utente
Daddi
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 753
Iscritto il: 22 set 2011, 16:55
Località: Terni

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da Daddi »

Io ho ripreso a indossare la fascia da 1 mese circa per vedere cosa succede alla mia freq. cardiaca e capire cosa è cambiato con il passato (la usavo ma per registrare allenamenti e gare e non per stilare tabelle).
Bradi per natura, cuore a riposo intorno a 45/48, 50 anni suonati :mrgreen: (175cm x 71kg) e freq. max teorica 170.

Come vorrei usare il cardio?. Bella domanda!!.
Sicuramente per vedere il cuore cosa fa a determinati ritmi.
Come per es. con la CL, sto monitorando per vedere se lavoro troppo alto di cuore e di conseguenza savrastimi "ora" la mia VR (che considero ancora 3,45 sui 10k e 3,55 sulla mezza), ma come leggo il dato?. Qui casca l'asino, se sono stanco la freq. non sale all'inizio e leggo per es. 138bpm per finire al 10km vicino a 160/163, se sono riposato il tutto varia anche di 3/5 bpm, non è facile capire se siamo veramente stanchi o svogliati, capita anche a voi di non aver voglia, no?.

Quindi almeno per me le sensazioni contano più del dato rilevato, dimostrazione è lunedì sera corsa di 7km circa semi-competitiva in favore della fondazione veronesi (ma mi ero allenato a ora di pranzo per 6km lento) dove sono partito con il cuore che va a 153/155 dopo circa 1km (velocità intorno a 4,20), aumentato la velocità a 4.00 con punte minime a 3,45 e cuore che è passato quasi subito vicino a 170bpm (mia max teorica), chiaramente ho continuato alla velocità di crociera di circa 3,55 con cuore in crescita (173/175), chiuso ultimo km a 178.

Sono andato fuori giri?. Sarebbe 178 la mia freq. max rilevata?. Avevo veramente il cuore in gola, forse a 180 se era una gara ci potevo arrivare.

Come leggo il dato?.
Io so che in allenamento se tocco i 170/173 è già tanto e su lavori di ripetute medio/corte ma sforare verso i 175/180 è consigliabile per migliorare?.

Ma poi di quanto si potrebbe migliorare?. O il rischio è contrario, cioè di peggiorare?.

Io oltre a leggere i dati del cardio, anche in passato, non mi sento di fare, o meglio lo leggo magari per stabilire se sono stanco o meno ma anche li c'è l'insidia, se sono migliorato e in fase di scarico in certi casi la freq. alle varie andature si abbassa ma saprò mai di quanto, quindi....

Cuore troppo variabile per avere un dato attendibile per programmare un allenamento specifico, per ora io mi regolo con le andature, sta a noi capire se ci stiamo allenando oltre le ns. capaità o troppo piano per cui non miglioriamo...noi siamo allenatori di noi stessi :asd2: .
Correre è cibo per la mente....finalmente sono tornato alla corsa!!!.
Pb
Invernalissima Bastia U. 2013 (21k) 1h23,00
Dragonissima 2013 Terni (9,16k) 33'46"
Maratona S.Valentino 2014 (42k) 2h59',50"
Corritonic 2014 Terni (10k) 37',35"
Avatar utente
zeromaratone
Top Runner
Messaggi: 5428
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da zeromaratone »

Vera l'ultima frase. :thumleft:
Io ho scoperto che quando bevo in corsa la FC si impenna di 7-8 bpm. Credo che dipenda dal fatto che alzo le braccia...
(tanto per dire) :D
Aumenta anche se iniziate a pensare a uno stadio pieno di gente che vi aspetta acclamanti (per gasarvi eh :D :D)...
Dal 2014:18 maratone, 6 stars finisher; 2018 100km del Passatore, Ironman70:3
I miei libri: Il Passatore da zero https://tinyurl.com/er5tzd3z +il mio blog [url]https://zeromaratone.blogspot.com[/url]
Avatar utente
The Observer
Guru
Messaggi: 4585
Iscritto il: 26 mag 2015, 9:05
Località: Forse dovrei decidermi...

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da The Observer »

zeromaratone ha scritto:Vera l'ultima frase. :thumleft:
Credo che dipenda dal fatto che alzo le braccia...
Notato anch'io, ma l'ho attribuito al fatto che la respirazione deve necessariamente diventare deficitaria quando deglutisci e che quindi il cuore tenta di pompare più rapidamente reagendo alla carenza di O2 nel sangue. Può essere che tu abbia ragione... proverò a sollevare le braccia senza bere per verificare stasera... :nonzo:

p.s. anni fa mi trovai per lavoro a 3400 m. Ero arrivato con l'aereo da poche ore e non ero abituato come adesso (ho lavorato per 5 anni passando metà del tempo a 2900 m, con tempi trascorsi oltre i 5000). Per intercettare un mezzo di trasporto che passava li vicino mi misi a correre... niente di che, 20-30 metri. Dopo qualche secondo provai una delle sensazioni più orribili di tutta la mia vita, quella di morire letteralmente soffocato. La crisi durò un minuto, forse due, ma in quel momento ero convinto di stare morendo. Il cuore mi andò a mille e l'ossigeno proprio non bastava. Cominciai a rantolare come se qualcuno mi strozzasse. Una lezione che ho imparato per sempre: mai mettersi a correre o fare gesti improvvisi se non sei adattato alla quota.
“Great things are done when men and mountains meet" -- William Blake, circa 1793
Il mio DIARIO. Le mie corse su Strava

Torna a “Allenamento e Tecnica”