Uso del cardiofrequenzimetro

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: franchino, fujiko, gambacorta, filattiera

Avatar utente
Runn1ng
Guru
Messaggi: 3159
Iscritto il: 11 feb 2010, 15:11
Località: Val Nure...

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da Runn1ng »

lnovali ha scritto: .pensavo che le due cose andassero a braccetto :nonzo:
aumento frequenza di soglia aerobica = maggior capacità di spingere durante una corsa senza farsi venire i crampi o andare in debito di ossigeno = miglioramento delle prestazioni
sbaglio?
....se auementi la tua soglia aerobica avrai la possibilità di correre la stessa distanza più velocemente facendo meno fatica. Il dolore dei crampi non è imputabile alla soglia aerobica...
..tradotto in parole povere se vuoi aumentare la tua soglia aerobica defi faticare metterti in testa di faticare :wink: .... ovviamente con i dovuti tempi senza fretta
..dovrai inserire variazioni di andature e km nelle tue sedute d'allenamento variando le tue uscite coprendo tutte le zone della tua FCmax... :thumleft:
La tua sconfitta arriva soltanto alla tua ultima gara...
wolverunning

Uso del cardiofrequenzimetro per principianti

Messaggio da wolverunning »

Salve, sono tanti anni che corro in modo discontinuo ma solo negli ultimi tempi, circa un'anno, che mi è scattata la scintilla, vorrei fare degli allenamenti usando la testa e leggendo :study: un'po qua e un'po la ho acquistato un cardio della polar rs 100 per curiosità.
Dopo aver fatto tutti i calcoli teorici :nonzo: della mia FCmax circa 185bpm, e della mia soglia anaerobica etc etc, sono andato su pista e ho scoperto che correndo tra il 60% e il 70% della mia FCmax andavo quasi a passo mentre correndo, come di solito uso fare, ho fatto 22' percorrendo 5km, mantenendo in media 178 bpm. Ora la mia domanda è questa come posso ottimizzare gli allenamenti utilizzando il cardio considerando che vorrei correre i 10000 in 45'? Spero di non essere stato ripetitivo e di essere stato abbastanza chiaro, graziè per l'attenzione.
Avatar utente
spartan
Top Runner
Messaggi: 14761
Iscritto il: 24 giu 2009, 15:34
Località: Taranto

Re: Uso del cardiofrequenzimetro per principianti

Messaggio da spartan »

wolverunning ha scritto:Salve, sono tanti anni che corro in modo discontinuo ma solo negli ultimi tempi, circa un'anno, che mi è scattata la scintilla, vorrei fare degli allenamenti usando la testa e leggendo :study: un'po qua e un'po la ho acquistato un cardio della polar rs 100 per curiosità.
Dopo aver fatto tutti i calcoli teorici :nonzo: della mia FCmax circa 185bpm, e della mia soglia anaerobica etc etc, sono andato su pista e ho scoperto che correndo tra il 60% e il 70% della mia FCmax andavo quasi a passo mentre correndo, come di solito uso fare, ho fatto 22' percorrendo 5km, mantenendo in media 178 bpm. Ora la mia domanda è questa come posso ottimizzare gli allenamenti utilizzando il cardio considerando che vorrei correre i 10000 in 45'? Spero di non essere stato ripetitivo e di essere stato abbastanza chiaro, graziè per l'attenzione.
Prima di tutto hai bisogno di sapere le varie andature associate alle fc,per questo devi fare il test Conconi.
L'unico giorno facile era ieri.
Fin dove il cuore mi resse arditamente mi spinsi.
Avatar utente
dario88
Ultramaratoneta
Messaggi: 1485
Iscritto il: 3 mag 2010, 9:03
Località: Milano

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da dario88 »

oppure prova a fare un 10000 tirato e vedi cosa succede, test a parte ogni tanto bisogna anche rischiare
Il piacere del sorpasso dell'avversario è un'ascesa paradisiaca, ci si libera dei peccati e si fugge dall'inferno delle retrovie.

http://corroconmestesso.blogspot.com/
Avatar utente
spartan
Top Runner
Messaggi: 14761
Iscritto il: 24 giu 2009, 15:34
Località: Taranto

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da spartan »

dario88 ha scritto:oppure prova a fare un 10000 tirato e vedi cosa succede, test a parte ogni tanto bisogna anche rischiare
Si ma con un 10000 tirato non hai valori di FC utili,al massimo serve per avere qualche valore inteso come ritmo al km :asd2:
L'unico giorno facile era ieri.
Fin dove il cuore mi resse arditamente mi spinsi.
Avatar utente
Alessandro S.
Mezzofondista
Messaggi: 125
Iscritto il: 13 ott 2010, 16:19

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da Alessandro S. »

Salve,
ho 34 anni e dal calcolo della 220-età la mia fc max è 186... domenica ho corso una 10km quasi tutta sui 175bpm negli ultimi 500m però i battiti sono schizzati sopra i 180 con un picco di 196!!!!!!!!!!!!!!!! :shock:

Perchè non sono morto? :nonzo:

http://connect.garmin.com:80/activity/embed/112298186
Avatar utente
salamandra
Ultramaratoneta
Messaggi: 1654
Iscritto il: 10 apr 2011, 0:57

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da salamandra »

Alessandro S. ha scritto:ho 34 anni e dal calcolo della 220-età la mia fc max è 186... domenica ho corso una 10km quasi tutta sui 175bpm negli ultimi 500m però i battiti sono schizzati sopra i 180 con un picco di 196!!!!!!!!!!!!!!!!

Perchè non sono morto?
tranquillo..arriverà il momento... :asd2: :asd2:
è successo anche a me l unica volta che ho provato i 1500 mt...abbondantemente sopra il massimo teorico..
ma è appunto teorico..quindi non veritiero
Avatar utente
Marco87
Top Runner
Messaggi: 5242
Iscritto il: 6 mag 2009, 17:11
Località: NoLo (Milano)

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da Marco87 »

Il calcolo 220-eta' e' approssimativo, ognuno ha una fc massima diversa che varia in base anche al passato della persona stessa ecc, quindi non e' detto che la tua fc massima debba per forza essere 186, inoltre potrebbe anche essere un errore di misurazione del cardio magari dovuto agli strattoni di uno scatto al massimo, se nel momento della corsa hai fatto qualche movimento strano per cui il sensore si sia spostato producendo un errata misurazione... :)
Avatar utente
Alessandro S.
Mezzofondista
Messaggi: 125
Iscritto il: 13 ott 2010, 16:19

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da Alessandro S. »

salamandra ha scritto: tranquillo..arriverà il momento... :asd2: :asd2:
:D :mrgreen: HAHAHAH!! grazie della rassicurazione =D>
Marco87 ha scritto:Il calcolo 220-eta' e' approssimativo, ognuno ha una fc massima diversa che varia in base anche al passato della persona stessa ecc, quindi non e' detto che la tua fc massima debba per forza essere 186, inoltre potrebbe anche essere un errore di misurazione del cardio magari dovuto agli strattoni di uno scatto al massimo, se nel momento della corsa hai fatto qualche movimento strano per cui il sensore si sia spostato producendo un errata misurazione... :)
si credo anche io che sia dovuto al calcolo teorico della FC e anche per una cattiva registrazione, all'ultimo km ero una spugna di sudore e la fascia sicuramente si è spostata, quando mi sono andato a cambiare l'ho trovata sulla panza...
Avatar utente
Alessandro S.
Mezzofondista
Messaggi: 125
Iscritto il: 13 ott 2010, 16:19

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da Alessandro S. »

Salve torno a scrivere per riportare un altro caso di eccessivi battiti a minuto.
Sabato ho corso in pista x un'ora, ho avuto una media di 178bpm con un punta alla fine(dove ho cercato di spingere) a 190 bpm
oltre la mia soglia teorica di 186bpm.

Dite sempre che è normale?

Torna a “Allenamento e Tecnica”