Discese sterrate sconnesse.ma come si affrontano?

Sondaggi e domande (non tecniche) a volontà

Moderatori: grantuking, HappyFra, Doriano, victor76

zartax

Re: Discese sterrate sconnesse.ma come si affrontano?

Messaggio da zartax »

Sono una schiappa anch'io in discesa.... anche volendo lasciarmi andare c'è qualcosa "dentro" che mi frena. Sarà possibile superare questo blocco?
Avatar utente
mauri1965
Ultramaratoneta
Messaggi: 1709
Iscritto il: 27 lug 2007, 22:01

Re: Discese sterrate sconnesse.ma come si affrontano?

Messaggio da mauri1965 »

zartax ha scritto:Sono una schiappa anch'io in discesa.... anche volendo lasciarmi andare c'è qualcosa "dentro" che mi frena. Sarà possibile superare questo blocco?
Credo che spiegare come correre veloci in discesa, sia una delle cose più difficili che esistono nell'ambito della corsa, ritengo senza falsa modestia, di essere un buon discesista, soprattutto su sentiero difficile, ma tutto avviene naturalmente, sguardo lontano (10 mt.), agressività, la discesa deve essere attaccata non subita, vietato frenare (si scivola), le curve si fanno sfruttando le sponde o le pietre laterali o ci si atacca agli alberi e si fa perno su di essi, si spera di non cadere e non prendere storte ma il rischio è alto, anche se quando stai scendendo non ci pensi.
L'unico consiglio è di cercare dei miglioramenti progressivi, senza esagerare.
Avatar utente
teomat
Guru
Messaggi: 4696
Iscritto il: 30 lug 2007, 17:23
Località: In viaggio

Re: Discese sterrate sconnesse.ma come si affrontano?

Messaggio da teomat »

jean ha scritto:purtroppo in discesa ti puoi allenare solo sulla resistenza,il resto o ce l'hai dentro oppure no :rambo:
Effettivamente, la dote di andare forte in discesa è innata, comunque per migliorare l'allenamento proposto da Mauri è ottimo. Cercherei anche di lavorare sulla forza dei quadricipiti e sulla propiocettività (spero di aver scritto giusto).

La discesa rimane "nelle gambe" molto più a lungo della salita (il meccanismo di rabdomiolisi - rottura delle cellule muscolari - a danno del quadricipite è maggiore che nella corsa sia in piano che in salita), quindi attenzione soprattutto se non si è abituati, ad inserirle prima di appuntamenti importanti.
Non occorre guardare per vedere lontano.

Reivindico absolutamente el derecho al vagabundeo, a la aventura, a la utopìa y al romanticismo...
Avatar utente
jean
Top Runner
Messaggi: 7896
Iscritto il: 21 feb 2008, 23:01
Località: in mezzo alle risaie

Re: Discese sterrate sconnesse.ma come si affrontano?

Messaggio da jean »

Io cmq consiglierei di incominciare con discese dolci e ovviamente sterrate...ciao
Immagine
per poter arrivare.....è necessario partire....
Avatar utente
Albertozan
Top Runner
Messaggi: 7141
Iscritto il: 12 nov 2007, 21:24
Località: Marca Trevigiana

Re: Discese sterrate sconnesse.ma come si affrontano?

Messaggio da Albertozan »

Un grazie ai Trailers del forum...vi farà sapere le mie evoluzioni (anche a terra... :D )in discesa perché avrò diverse occasioni nei prossimi mesi di avventurarmi nei boschi con delle tapasciate-trail.....Il tutto in previsione della mia prima competitiva in montagna: il Trancivetta 2008 :shock: :salut:
Avatar utente
Albertozan
Top Runner
Messaggi: 7141
Iscritto il: 12 nov 2007, 21:24
Località: Marca Trevigiana

Re: Discese sterrate sconnesse.ma come si affrontano?

Messaggio da Albertozan »

grandi miglioramenti oggi sulle discese tecniche di una Tapasciata di 18km (alla faccia...) dove ho superato diversa gente: come diceva Mauri le discese bisogna proprio attaccarle e non subirle :thumleft: ....poi avendo gestito male le forze (e venendo dalla sera precedente con 12km di medio..) ho pagato nel tratto finale della salita :thumbdown: :salut:

Torna a “I Domandoni di RunningForum.it”