[DIARIO] L'obenner

Racconta le tue storie di passione e sudore

Moderatori: Doriano, grantuking, victor76

Avatar utente
riccese
Ultramaratoneta
Messaggi: 1764
Iscritto il: 5 mag 2014, 10:57
Località: molise>vinchiaturo

Re: [DIARIO] L'obenner

Messaggio da riccese »

graaaandeeeee vai così !!! e superiamo i nostri obiettivi !
Obiettivo 2022: 1074/1000 km e limare il PB sui 10km
8-5-2016 PB sui 10km 48'37'' - grazie a Oscar56
garmin 245 + asics nimbus
Seguimi su STRAVA
Avatar utente
torciaumana
Mezzofondista
Messaggi: 133
Iscritto il: 21 apr 2015, 11:26
Località: Monza

Re: [DIARIO] L'obenner

Messaggio da torciaumana »

Sono iscritto da poco al forum, e devo dire che è davvero un piacere leggerti. MI fa piacere che tu sia tornato a scrivere.

In bocca al lupo per il recupero

Torcia
Un uomo non è vecchio finché i rimpianti non sostituiscono i sogni. (JB)

Il mio diario: http://www.runningforum.it/viewtopic.php?f=16&t=40526

Le mie corse https://www.strava.com/athletes/9675685
Avatar utente
fujiko Utente donatore
Pink-Moderator
Messaggi: 23073
Iscritto il: 18 set 2014, 13:54
Località: Roma - Palermo

Re: [DIARIO] L'obenner

Messaggio da fujiko »

Grandissimo!!!

Allora, intanto bentornato e mi dispiace tanto per i problemi al TDA. Fabri NON CORRERCI SOPRA! Lascia proprio perdere, in caso vai a camminare e, come già fai, vai di bici!

Poi, grazie per avermi fatto fare un tour mentale.

Sappi che fra poco mi aspetta l'ACCHIANATA DI CORSA (fin dove riesco, poi cammino): era una promessa fatta per un avvenimento avvenuto e quindi devo.

Quanto all'effetto bici, a parte che io non ci so andare :mrgreen: comunque uso ogni tanto la bike della palestra. ieri fatti 18 chilometri intensità medio-bassa, mi pareva di non aver fatto niente. Il chiul però doleva :( ti capisco

Un abbraccio e riscrivi presto!!
Never trouble trouble till trouble troubles you, 'cause if you trouble trouble, you'll only double trouble and trouble others, too.
Avatar utente
Wannabe-runner Utente donatore
Ultramaratoneta
Messaggi: 1202
Iscritto il: 20 mag 2015, 13:17

Re: [DIARIO] L'obenner

Messaggio da Wannabe-runner »

Ciao Rael70 ,

ti leggevo anche prima di registrarmi e mi è dispiaciuto averti letto meno nel mese di maggio, il tuo diario riesce a mettermi davanti a uno specchio e farmi arrivare alla conclusione se sono un mollusco è perché sono pigra e non per veri impedimenti, quindi fai quel che vuoi ma guarisci quel TDA e continua a scrivere oh!

Io ho fatto qualche anno di bici e ho padre+fidanzato che vanno in bici quindi ti passo paro-paro quelle che sono le mie esperienze

A) le gambe sono dure e già da adesso inizio a comprendere la differenza di attività motoria che effettuano gli arti inferiori nel ciclismo rispetto al podismo;
I muscoli è vero che lavorano diversamente ma siccome tu hai comunque forza nelle gambe dato che corri tendi a pedalare duro invece devi cercare di andare di agilità … me lo sarò sentito ripetere almeno un fantastiliardo di volte

B) la FC e il fiato in generale sono messi meno alla frusta rispetto alla corsa (è una opinione che lascia il tempo che trova ma che poi sarà confermata in seguito durante la salita di Mondello);
Si se vai ad un andatura umanamente sostenibile, quando uscivo in bici dai 28/km in su si cominciava a star zitti, attorno ai 35 mordevi il manubrio per stare agganciata, dai 40 in poi si lasciavano i morti per strada … io non ci sono mai arrivata mollavo prima

C) le dita delle mani mi si addormentano in continuazione (praticamente ogni 5 minuti) e questo è davvero fastidiosissimo;
Mi vien da dire che questo viene dall’irrigidimento della cervicale e dovrebbere dipendere dal posizionamento sulla bici io proverei a fare spostamenti millimetrici di avanzamento o arretramento della sella … mi raccomando millimetrici e segnare la posizione di partenza per poi eventualmente ritornarci , se tuo fratello va in bici da un po’ saprà sicuramente come aiutarti a fare questi spostamenti

D) il CULO, porca miseria, il MIO CULO è ANDATO!!! Non riesco ad immaginare come potrò arrivare al traguardo; mio fratello mi dice "Fabri, i pantaloncini da running non vanno bene, la prossima volta devi prenderti i pantaloncini da ciclista altrimenti ti freghi la prostata
Io dico che non se ne può fare meno come di un buon posizionamento sulla bici ma un paio di anni fa sono andata ad un incontro con un ciclo-viaggiatore e scrittore, persona straordinariamente interessante, questo signore ha veramente fatto migliaia di km in bici e mica una bici ultraleggera da professionista, ebbene disse che aveva scoperto solo recentemente i pantaloncini con l’imbottitura … noi ciclisti fighetti tutti :azz:

:)
Quando il vento ti è avverso, tu vai di bolina (R.Mercadini)
Sai oggi ho corso un pò
E perché diavolo l'hai fatto? Ti inseguivano o roba del genere? (Brittany runs a marathon)
Avatar utente
kobe77
Aspirante Maratoneta
Messaggi: 241
Iscritto il: 17 mag 2014, 10:06
Località: Lombardia/Palermo

Re: [DIARIO] L'obenner

Messaggio da kobe77 »

bentornato! mi mancano gli aggiornamenti del tuo diario, è sempre un piacere leggerti
Novizio della corsa Immagine
Avatar utente
RAEL70
Ultramaratoneta
Messaggi: 1112
Iscritto il: 9 mag 2014, 10:04
Località: Palermo

Re: [DIARIO] L'obenner

Messaggio da RAEL70 »

Ringrazio tutti quelli che hanno commentato la mia uscita tragicomica da biker improvvisato :mrgreen: :emb:

@ Kobe77 e torciaumana: grazie a voi, io cerco di scrivere le mie uscite esattamente come le vivo, senza post-produzione :mrgreen: anche a costo di apparire goffo e senza obiettivi motivazionali; per me l'importante è essere sincero e genuino anche a costo di apparire, a volte, ridicolo. :emb:

@ Fujiko: è un piacere rileggerti e sapere che ti appresti a fare una cosa non da tutti (l'acchianata di corsa che i top runner riescono a farla in meno di 34 minuti http://www.siciliarunning.it/wp-content ... ianata.pdf) merita il mio rispetto incondizionato :hail:.

Concordo con te, la bicicletta (a parità di percorso) ha un rapporto fatica di circa 5 a 1 (1 Km di corsa vale 5 Km di bicicletta) mentre se il percorso è prettamente in salita allora il rapporto si ribalta (molto più faticoso procedere in bici). :asd2:

In bocca al lupo per l'impresa Rosaria e dacci dentro! :thumleft: :thumleft: :thumleft:

@ Wannabe-runner: troppo buona, non ho fatto nulla per diventare la guida di qualcuno :mrgreen: anzi, ora come ora, sto procedendo come i gamberi e purtroppo non posso farci nulla.

In merito alle tue osservazioni:
I muscoli è vero che lavorano diversamente ma siccome tu hai comunque forza nelle gambe dato che corri tendi a pedalare duro invece devi cercare di andare di agilità … me lo sarò sentito ripetere almeno un fantastiliardo di volte
A prescindere di come io pedali, ho notato che se il pedale si posiziona nella parte leggermente superiore del piede (diciamo a tre quarti), i muscoli lavorano in un certo modo, se invece posiziono il pedale all'estremità del piede noto che sviluppo molta più potenza per singola pedalata (senza alzarmi dal sellino) ma l'acido lattico arriva in modo più veloce. :wink:
Si se vai ad un andatura umanamente sostenibile, quando uscivo in bici dai 28/km in su si cominciava a star zitti, attorno ai 35 mordevi il manubrio per stare agganciata, dai 40 in poi si lasciavano i morti per strada … io non ci sono mai arrivata mollavo prima
Si, sono d'accordo. In effetti, come ho scritto, si è trattata della prima uscita svolta in modo "rilassante" ed è proprio la parola rilassante che mi ha fatto notare la differenza tra corsa e bicicletta; per quanto ci si possa "rilassare" correndo (e ad un obeso questo non capita mai!) comunque sei costretto a spingere in avanti per trasportare il peso del tuo corpo mentre con la bici le tue gambe sorreggono almeno l'80% in meno del tuo peso (e allora si che ci si rilassa! :mrgreen:).
Mi vien da dire che questo viene dall’irrigidimento della cervicale e dovrebbe dipendere dal posizionamento sulla bici io proverei a fare spostamenti millimetrici di avanzamento o arretramento della sella … mi raccomando millimetrici e segnare la posizione di partenza per poi eventualmente ritornarci , se tuo fratello va in bici da un po’ saprà sicuramente come aiutarti a fare questi spostamenti
Mah, in effetti potrebbe essere (come ho già scritto non sono abituato alla postura "ciclistica" e quindi è probabile che ero troppo rigido) anche se mio fratello mi ha detto che le dita si addormentano poiché ero privo di guanti; la prossima volta userò quelli che adoperavo in palestra e vediamo se si tratta di postura o di guanti! :wink:
Io dico che non se ne può fare meno come di un buon posizionamento sulla bici ma un paio di anni fa sono andata ad un incontro con un ciclo-viaggiatore e scrittore, persona straordinariamente interessante, questo signore ha veramente fatto migliaia di km in bici e mica una bici ultraleggera da professionista, ebbene disse che aveva scoperto solo recentemente i pantaloncini con l’imbottitura … noi ciclisti fighetti tutti :azz:
Io credo a ciò che dici ma, credimi sulla parola, che l'altra volta, quando ho terminato mi sentivo il sellino dentro (ci siamo capiti? :-$) e non potevo sedermi!
Se ce una cosa che mi devo comprare sono proprio i pantaloncini altrimenti rischio danni permanenti :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:!

Grazie a tutti per le belle parole e spero di ritornare a scrivere molto presto (chissà che nel weekend non ci sia un altra avventura).
Fabrizio
Gli ideali sono come la stella polare: sono irraggiungibili ma indicano la retta via. la mia nuova assicurazione il mio diario la mia prima mezza la mia seconda mezza. Polar M400 + Polar H7
Avatar utente
fujiko Utente donatore
Pink-Moderator
Messaggi: 23073
Iscritto il: 18 set 2014, 13:54
Località: Roma - Palermo

Re: [DIARIO] L'obenner

Messaggio da fujiko »

Crepi il lupo ;)
Never trouble trouble till trouble troubles you, 'cause if you trouble trouble, you'll only double trouble and trouble others, too.
Avatar utente
francesp
Ultramaratoneta
Messaggi: 1279
Iscritto il: 12 ott 2012, 12:04
Località: Colli Pisani

Re: [DIARIO] L'obenner

Messaggio da francesp »

No Fabrzio, la bici noooooo :mrgreen:
Comunque l'importante è non fermarsi, buon proseguimento con quasiasi mezzo!
Ormai corro solo con la fantasia...
Avatar utente
Wannabe-runner Utente donatore
Ultramaratoneta
Messaggi: 1202
Iscritto il: 20 mag 2015, 13:17

Re: [DIARIO] L'obenner

Messaggio da Wannabe-runner »

"Ringrazio tutti quelli che hanno commentato la mia uscita tragicomica da biker improvvisato"
Ti dirò che ho visto cose che voi umani non potete immaginare

"A prescindere di come io pedali"
Anche Io ho esordito con le scarpe da running su una bici in prestito, dopo due uscite mi hanno messo i pedali con gli sganci e sono passata alle scarpe con le tacchette, checché sembrino aggeggi infernali si va molto meglio che sia pianura salita ma soprattutto discesa, tutta ‘sta roba ha il difettone di essere costosa quindi meditare bene se non si è convinti della bici in quanto sport da praticare, te lo dico da biker quasi-pentita

"per quanto ci si possa "rilassare" correndo … con la bici le tue gambe sorreggono almeno l'80% in meno del tuo peso"
Io essendo piccoletta e all’epoca leggerina prendevo delle suonate galattiche in pianura, ma mi cavavo le mie soddisfazioni in salita salvo poi rifarmi suonare in discesa … anche a me è capitato di finire dentro un cespuglio di rovi :mano:

"mio fratello mi ha detto che le dita si addormentano poiché ero privo di guanti"
Beh! Prova puo darsi che sia quello mi era sfuggito il senza guanti, mi scuso se sono pedante ma per evitare fraintendimenti specifico che se dovessi mai spostare qualche elemento della bici fai 1 max 2 millimetri che 5 tutti in una volta sono troppi

"credimi sulla parola,"
Ti credo eccome se ti credo, per dirti la mia esperienza nonostante bici medio buona, posizionamento fatto dal biomeccanico, pantaloncini con fondelli top di gamma, creme in abbondante quantità, ho sempre sofferto di infiammazioni ghiandolari nella zona di appoggio sulla sella in più negli ultimi tempi anche di risentimento al pudendo, insomma mi demoliva di più la bici che correre a piedi, ma mi sa che qui torniamo al fatto che seppur per poco rientro ancora un un BMI classificato normale per forza di cose i nostri punti di vista sono diversi.


Non voglio togliere niente agli altri forumisti e agli altri diari ma per me sei un sprone, sarà che abbiamo la stessa età sarà che anche io ha fatto qualche anno di nuoto agonistico (io da schiappa però!), quindi non ti far piacere troppo la bici e ritorna a correre, TDA salute famiglia lavoro permettendo sia ben chiaro


Scusa/scusate la prolissità e alla prox :D
Quando il vento ti è avverso, tu vai di bolina (R.Mercadini)
Sai oggi ho corso un pò
E perché diavolo l'hai fatto? Ti inseguivano o roba del genere? (Brittany runs a marathon)
Avatar utente
RAEL70
Ultramaratoneta
Messaggi: 1112
Iscritto il: 9 mag 2014, 10:04
Località: Palermo

Re: [DIARIO] L'obenner

Messaggio da RAEL70 »

@ Francesp: Caro Francesco, è sempre un piacere quando passi da queste parti! :beer:
La bicicletta avrà un ruolo marginale, te lo assicuro, anche perché non riesco a trovare quella soddisfazione che, al contrario, ho riscontrato nella corsa. Diciamo che si tratta solo di un diversivo e nulla di più :wink:

@Wannabe Runner :
Non voglio togliere niente agli altri forumisti e agli altri diari ma per me sei un sprone, sarà che abbiamo la stessa età sarà che anche io ha fatto qualche anno di nuoto agonistico (io da schiappa però!), quindi non ti far piacere troppo la bici e ritorna a correre, TDA salute famiglia lavoro permettendo sia ben chiaro
Sei troppo gentile e, se ti può far piacere, sei tu che mi stai facendo da sprono: oggi pomeriggio ritornerò a correre, mando a quel paese i problemi lavorativi e vada come vada.
Faticherò come un bisonte per tenere gli 08:00/Km ma non m'importa nulla, sono cosciente di essere tornato indietro (prestazionalmente parlando ma anche come resistenza) di almeno 6 mesi ma non posso continuare con solo 50 Km al mese, non è possibile (si sono già ripresentati "pezzi" di panza che prima erano scomparsi del tutto :cry:). punto.

Oggi ci sarà da ridere (leggasi piangere) ma so cosa mi attende...

P.S. La bicicletta, come ho scritto, è solo un diversivo (tipo una o al massimo due uscite al mese). :wink:

Fabrizio
Gli ideali sono come la stella polare: sono irraggiungibili ma indicano la retta via. la mia nuova assicurazione il mio diario la mia prima mezza la mia seconda mezza. Polar M400 + Polar H7

Torna a “Storie di Corsa”