[DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Discussioni e domande sugli infortuni e sui metodi per superarli

Moderatori: filattiera, grantuking, Hystrix, HappyFra

Avatar utente
SuperMatrix
Guru
Messaggi: 2330
Iscritto il: 10 feb 2015, 9:30
Località: Veneto

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Messaggio da SuperMatrix »

Prov di Treviso

Inviato dal mio A0001 utilizzando Tapatalk
05k 23:09 (Oderzo del 01.05.2016 - Strava)
10k 47:58 (Oderzo del 01.05.2016 - Strava)
21k 1:44:44 (THM del 06.03.2016 - Strava)

Adidas SuperNova 2.0 Nike Vomero 16 Nike ZOOM PEGASUS TURBO 2 SE

Diario
TrainAsOne
Avatar utente
maarco72
Top Runner
Messaggi: 9597
Iscritto il: 5 gen 2013, 10:59
Località: rho(mi)

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Messaggio da maarco72 »

Opppsssss......pensavo fossi delle zone milanesi
:beer: :beer: :batman:
Andrea1969
Maratoneta
Messaggi: 365
Iscritto il: 6 apr 2009, 12:07

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Messaggio da Andrea1969 »

Holden ha scritto:Rientrato oggi dal Giappone. Viaggio stupendo che ha avuto come unica nota negativa il maledetto bastardo che mi tortura da oltre un anno. Ho camminato molto e il fastidio mi ha accompagnato sempre, con momenti di zoppichio e dolori sempre presenti nelle ripartenze a freddo (la mattina appena alzato, dopo qualsiasi piccola sosta, ecc.). E poteva andare peggio se penso che il primo giorno in cui avevo messo delle scarpe con suola piatta pur avendo messo il plantare è stato tremendo, fatica a camminare, polpaccio contratto... Poi sono tornato il giorno dopo alle Sketchers e il dolore si è per fortuna ridotto un poco(ho anche indossato una specie di calza cavigliera che dovrebbe avere gli stessi effetti del taping kinesiologico comprata sul posto) ...
Insomma, anche il plantare (che ormai porto da un paio di mesi) non sembra abbia fatto assolutamente nulla...
Sono ormai 13 mesi in cui il maledetto fastidio mi accompagna costantemente...
Tra qualche giorno ho una visita da uno specialista che mi hanno consigliato...
La pazienza l'ho esaurita...
Le speranze col passare del tempo si riducono così come le tecniche ancora da provare...
Mi gioco quello che volete che al prossimo giro mi suggeriscono i fattori di crescita (di cui avete parlato negli ultimi post) e a seguire l'intervento chirurgico...
Premesso che come al solito mi riconosco (purtroppo !) al 100% in quello che scrivi, direi che almeno tu col viaggio in Giappone dimostri di conservare perfino un po' più di entusiasmo di me.
Perché a me una situazione del genere lo sta annichilendo su tutto, per un misto di timori, preoccupazione, sfiducia, mortificazione. 2 settimane fa una semplice passeggiata di 10 km. in scarpe da ginnastica intorno a un lago verso la fine si è trasformata in una tortura, a più riprese ho avuto la tentazione di fermarmi e farmi venire a raccattare in macchina, poi l'ho conclusa solo stringendo i denti. Quindi a maggior ragione la sola idea di impegnare tempo, soldi, energie e quant'altro in un viaggio all'estero dove saprei per certo che il camminare ne costituirebbe il fulcro, la sola paura di arrivare lì e scoprire di non poterlo fare mi farebbe desistere in partenza, come infatti avviene ! Tra due settimane partirò per una settimana in V. d'Aosta dove tra le altre cose è in programma una trasferta in Svizzera con scalata a un 4000 con altre 4 persone : ebbene, il timore di arrivare e scoprire che per una settimana dovrò limitarmi a passeggiare in paese o - peggio - che mi possa bloccare nel bel mezzo della scalata con intuibili conseguenze spiacevoli anche per tutti gli altri, insomma la sensazione di poter essere una zavorra mi mette addosso un senso di angoscia e di mortificazione che è la negazione intrinseca di quella gioia ed entusiasmo con cui si dovrebbero vivere esperienze del genere. Le fibrillazioni anzichè essere quelle positive dell'eccitazione sono quelle negative della nevrosi. Insomma, è come accettare di non potere fare neppure il turista in nessun posto, oltre che già non poter praticare gli sport preferiti: quindi togliere un bel po' di sale alla vita, e paradossalmente è questo l'aspetto (psicologico) più difficile da far comprendere e che quindi ti lascia più solo: ben peggiore di quello fisico (pur già menomante).
Avatar utente
JohnnyCatt
Novellino
Messaggi: 4
Iscritto il: 2 ago 2015, 22:58

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Messaggio da JohnnyCatt »

Ciao ragazzacci...Amici del TDA. Il mio fastidio continua... sempre nei limiti della sopportazione( il dolorino lieve c'è se premo sul tda o se lo massaggio con forza) anche se l'eco (come da post precedente) dice che dovrei essere distrutto e rottamato.
Ora mi limito a fare Mtb (da neofita.. Mai andato in bici in vita mia) e quindi ieri mi sono sparato un 65k piano piano per non perdere completamente la forma. Ho prenotato una visita con uno specialista al Galeazzi per il 4 Settembre. Vedremo le terapie che mi darà da fare. Nel frattempo... Nemmeno un kilometrino di corsa... :cry: ](*,) .Ciao a tutti.
Avatar utente
Amil
Guru
Messaggi: 4493
Iscritto il: 10 ago 2015, 17:29
Località: Milano

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Messaggio da Amil »

Ciao a tutti! Sono nuovo del forum e, purtroppo, comincio con un infortunio.
Premetto che corro da circa un anno: ho cominciato per perdere peso (per ora ho perso circa 12 kg pur essendo ancora pesante, 185 cm per 91 kg); ho fatto 3 competitive sui 10 k e la prima mezza il 20 giugno in 1h e 51.
Proprio in occasione della mezza, ho cambiato scarpe e sono passato dalle adrenaline gts 15 (con cui mi sono trovato malissimo dopo 100 km e dopo essere invece andato alla grande con le gts 14) e passato alle nike lunarglide 6 che, sia in gara, sia in allenamento, mi avevano dato grandi soddisfazioni.
Mi sono trovato così bene che, dopo 100 km, ne ho preso un secondo paio. Insomma ho fatto circa 300 km con la nuova coppia di scarpe e mi sembrava di andare alla grande. Davvero una sensazione di corsa fluida mai provata.
Poi il fattaccio: circa 3 settimane fa, durante un allenamento come test gara nella afosa Milano, sento un fastidio al TDA destro; continuo l'allenamento, sperando fosse una cosa da poco, ma così non è stato... ora sono 3 settimane che mi trascino il problema: qualche volta il fastidio sembra diminuire, ma altre volte, e in particolare l'ultimo allenamento, è andato malissimo.
Sto dando solo del voltaren perché, essendo fuori, non e facile trovare del ghiaccio.
Comunque, visto che sono in vacanza all'estero,adesso ho deciso di stoppare l'allenamento per una settimana, anche se così rischio di rovinare la preparazione per la mezza di Monza del 13 settembre. Scusate lo sfogo, ora vengo alle domande: cosa mi consigliate di fare? Stoppare completamente gli allenamenti per un mese come leggo da molte parti e sostituirli con altro? Davvero è così rischioso continuare a correre anche se il fastidio sembra diminuire? pensate possano essere le scarpe? E infine: avete consigli se è meglio una allacciatura più stretta o più morbida per non infastidire il tendine? Grazie davvero e scusate se sono stato prolisso, ma è lo sconforto!
Running for Passion
21k 1:42.14 (Crema HM 20.11.16)...lontano ricordo..
10k 45:28 (Test gara 7.5.17)
Avatar utente
francesp
Ultramaratoneta
Messaggi: 1279
Iscritto il: 12 ott 2012, 12:04
Località: Colli Pisani

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Messaggio da francesp »

Benvenuto Amil,
è dura da digerire ma penso che sia meglio interrompere l'attività, il tda è bastardo e può non bastare un mese. Continuare a correre col dolore e non dare tempo all'infortunio di guarire può fare solo peggio, e te lo dice uno scemo che ha sempre fatto finta di non sentire dolore, minimizzando, rimandando le cure (che pensavo fossero più rapide) a "dopo quella gara che mi pacerebbe tanto fare" e che ora deve rivedere il calendario teorico della prossima stagione autunno/inverno... intanto animo zen e pensiamo alla ripartenza piuttosto che allo stop, però è dura.
Ma guarda te mi tocca anche pensare positivo ](*,)
Ormai corro solo con la fantasia...
Avatar utente
Zeitgeist
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 881
Iscritto il: 23 nov 2010, 17:54
Località: Dublin

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Messaggio da Zeitgeist »

Oggi ho avuto un episodio al TdA.

Dovevo fare 8x800 al ritmo dei 5000, alla settima ripetuta, parto un pelo più forte.. e sento dopo 200 metri una fitta forte e dolorosa su tutto il TdA Sx, non prendeva il polpaccio ma mi sembrava interessasse solo i tendini... mi fermo dopo pochi metri, è troppo fastidioso. zoppico qualche metro e penso di essermi lesionato, anche a camminare faceva male.

Mi fermo su una panchina, se non muovo nessun dolore. passano 2-3 minuto in cui intanto rifiato (avevo comunque corso 10km compreso un lungo risc fin lì) provo a muoverlo e sembra risolto.

Addirittura mi alzo e riprovo a camminare, senza male. Accenno una corretta e non sento male!
Ma che è successo?

A casa ho messo ghiaccio molto abbondante, ora sta bene.
Domani provo una CL facile per testarlo...
Strava
Garmin Connect
10km: 47'21'' (4'44''/km) 21,1km: 1h46'35s (5'01''/km)
Avatar utente
Amil
Guru
Messaggi: 4493
Iscritto il: 10 ago 2015, 17:29
Località: Milano

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Messaggio da Amil »

@francesp, grazie per il supporto!! Un mese intero di stop dici? TERRIBILE!


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Running for Passion
21k 1:42.14 (Crema HM 20.11.16)...lontano ricordo..
10k 45:28 (Test gara 7.5.17)
LELLO72
Top Runner
Messaggi: 5369
Iscritto il: 20 ott 2011, 15:32
Località: giussano

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Messaggio da LELLO72 »

Amil nn avere fretta. ..io è 2 mesi che sono fermo e ancora mi da fastidio
Avatar utente
teomazz
Top Runner
Messaggi: 8304
Iscritto il: 7 mag 2013, 12:07
Località: Nei pressi di Piacenza

Re: [DISCUSSIONE UFFICIALE] Tendine d'Achille

Messaggio da teomazz »

Amil quoto Lello! Io è da fine maggio/primi di giugno che sono fermo.
Ovviamente non conosco l'entità del tuo infortunio, ma la precauzione non è mai troppa, soprattutto col tendine d'achille.
Capisco il malessere emotivo, ma se leggi il thread capirai che è meglio andarci coi piedi di piombo.
Se vuoi un consiglio personale fai un esame specifico, almeno saprai l'entità del danno.
Non correre che fai la cosa migliore
Quando corro tutti i pensieri volano via. Superare gli altri è avere la forza, superare se stessi è essere forti

http://connect.garmin.com/profile/teomazz
viewtopic.php?t=42357

Torna a “Infortuni e Terapie”