Uso del cardiofrequenzimetro 2

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: Doriano, fujiko, franchino, gambacorta

Rispondi
Avatar utente
Doriano
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 24019
Iscritto il: 12 gen 2012, 9:22
Località: Milano Turro...ma anche Mantova e l'Emilia

Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da Doriano » 3 giu 2016, 17:15

prosieguiamo qui le discussioni sul cardio!
:salut:
PB:
10k: 43.03 (Alpin Cup 2015)
21k: 1.33.22 (Novara 2016)
42k: 3.34.48 (Pisa Marathon 2016)

fai correre anche tu il porcellino :pig: di Running Forum, scopri qui come! www.runningforum.it/viewtopic.php?f=102&t=46765
Tonsille
Novellino
Messaggi: 48
Iscritto il: 29 mag 2016, 2:44

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da Tonsille » 3 giu 2016, 18:49

Figo, ci voleva!
Per un nuovo, trovare info in 300 pagine non è semplice.

Sarebbe bello avere un recap qui in prima pagina così i novellini hanno un punto di partenza per capire i numeri che cambiano sul proprio cardio.

Provo ad esporre che ho capito io, magari aiuta qualcuno.

Il punto di partenza per lavorare con il cardio è calcolare la frequenza massima. La formula più usata è 220- età (io ho 30 anni, quindi la mia FCmac è 220-30=190). Non è una formula universale, ma in media si avvicina al vero. Non siamo fisiologicamente tutti uguali, quindi è normale che uno abbia una frequenza massima anche ben più alta (amico, stessa età, va tranquillamente sopra i 190) o più bassa. Se non ci si può/vuol sottoporre a test particolari per calcolarla, questa è una buona approssimazione.

Altro valore importante è la frequenza a riposo. Io ho un cardio tomtom che monitorizza la mia attività h24 e ho scoperto che ho una minima di 55 bpm. Per chi non dispone di un cardio così, basta prendere le pulsazioni da appena sveglio per avere una buona stima di quale sia la propria FCmin.

Combinando questi valori FCmax - FCmin si ottiene la RISERVA CARDIACA: nel mio caso 190-55=135bpm

Ecco,ho provato a scrivere i vari range di soglia aerobica, anaerobica ecc, ma mi fermo perchè non sono così esperto. Non vorrei scrivere baggianate. Se qualcuno ha tempo e voglia, potrebbe continuare il post. ;)
5 km: 23.16 (11/9/16)
10 km: 47.54 (11/9/16)
HM: 1.43.03 (RunTuneUp 11/9/16 [dato Endomondo])
Seguimi su Endomondo
Seguimi su Strava
Bixio68
Ultramaratoneta
Messaggi: 1391
Iscritto il: 10 ago 2015, 15:34
Località: Tito (Pz)

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da Bixio68 » 3 giu 2016, 20:14

Sono meno preparato di te ma seguo anche qui.
Si impara a correre, correndo !!
Avatar utente
Hyoga78
Ultramaratoneta
Messaggi: 1056
Iscritto il: 30 apr 2015, 11:44
Località: Gargano

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da Hyoga78 » 3 giu 2016, 22:54

@tonsille si a grandi linee è cosi'.
Poi entrano in gioco tanti fattori dai genetici,all'essere + o - allenato e ambientali/emotivi.
Ti faccio un esempio:con un mio amico stiamo cercando,non ti nascondo a fatica di trovare queste benedette zone cardiache per un giusto allenamento.Da valori testati sul campo ma artigianali(no conconi o altro) abbiamo una "fino ad ora" fc max io di 167 e lui 186.Io a riposo 40 e lui 50.Ebbene la formula di Karvonen che io applico mi calza come un guanto per quanto riguarda i miei ritmi d'allenamento anche riferiti a note tabelle in giro per la rete.A lui che ha gli stessi miei ritmi o poco meno ma è un po' in sovrappeso,gli ho fatto una capoccia come un dindarolo con sto Karvonen,per poi scoprire sul campo che a lui si adatta meglio la standard ovvero quella che tiene conto solo della fcmax,per dirla tutta la Karvonen sballa proprio con lui.
Tutto sto discorso per dirti che devi ricercare sul campo uscita dopo uscita i tuoi ritmi e le zone cardio e vedere quale tabella puo' andare bene per te e comunque adattarla perche' sempre di tabelle modello si tratta(Standard-Tanaka-Karvonen).
Io ho capito questo dai pochi mesi che uso cardio,spero possa aiutare.
10K 38'57" 1^Xsmasrun Foggia(17/12/17)
21k 1h25'08" 44^Roma-Ostia(11/03/2018)
42k 3h32'51' Alleanmento(08/07/2018)
https://www.strava.com/athletes/9210697
Avatar utente
zeromaratone
Guru
Utente donatore
Messaggi: 4870
Iscritto il: 17 mar 2014, 9:17
Località: Torino

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da zeromaratone » 4 giu 2016, 10:34

Poi visto che prima o poi ci si chiede come calcolare la vera FC massima (o massimale, come piace a me) ecco quello che scriveva @gnr

Il Test piu' attendibile rimane sempre quello di Sassi che prevede la misurazione diretta in salita, piu' volte descritto qui:
http://www.runningforum.it/viewtopic.ph ... 0#p1558248

Qui si e' anche parlato del Test di Johnson & Prins che pretende di stimare la FCmax da una prova sotto-massimale:
http://www.runningforum.it/viewtopic.ph ... 0#p1562868

ma finora lo ha provato uno solo :-"
http://www.runningforum.it/viewtopic.ph ... 0#p1564603

io consiglio di provarlo sapendo cosa si deve fare. Se uno corre da poco, si accontenta di Tanaka, Karvonen etc. Se vuoi fare il fine, ti calcoli la FC massimale.

:salut:
Dal 2014:13 maratone Tokyo,Londra,Chicago, Berlino,New York, PB:Pisa18 3:58:42,+1 ultra;
I miei libri: Il Passatore da zero https://tinyurl.com/yagnjave +Da 0 a 42: Preparare prima maratona https://tinyurl.com/ycn2sljz
Avatar utente
Hyoga78
Ultramaratoneta
Messaggi: 1056
Iscritto il: 30 apr 2015, 11:44
Località: Gargano

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da Hyoga78 » 5 giu 2016, 17:40

Interessante

Brigata "mai na gioia"!
10K 38'57" 1^Xsmasrun Foggia(17/12/17)
21k 1h25'08" 44^Roma-Ostia(11/03/2018)
42k 3h32'51' Alleanmento(08/07/2018)
https://www.strava.com/athletes/9210697
Avatar utente
Hyoga78
Ultramaratoneta
Messaggi: 1056
Iscritto il: 30 apr 2015, 11:44
Località: Gargano

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da Hyoga78 » 5 giu 2016, 17:43

Intanto oggi gara 13,400km bella collinare e come al solito battiti allegri già dal 1°km a 156 per poi assestarsi sui 158-160 fino allo sprintone finale con ritmo a 2'40“ arrivando ai miei cari 167bpm che ormai sono il mio massimale.Per la cronaca chiusa in 1h02'54"

Brigata "mai na gioia"!
10K 38'57" 1^Xsmasrun Foggia(17/12/17)
21k 1h25'08" 44^Roma-Ostia(11/03/2018)
42k 3h32'51' Alleanmento(08/07/2018)
https://www.strava.com/athletes/9210697
antonio1979
Mezzofondista
Messaggi: 63
Iscritto il: 6 giu 2016, 23:10

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da antonio1979 » 16 giu 2016, 7:20

Ciao runners... Ho trovato questo metodo per calcolare la fc max e volevo sapere cosa ne pensate!

Per avere una determinazione più corretta, è preferibile una misurazione della FCmax direttamente sul campo.

Dopo un buon riscaldamento (circa 20 minuti) fatto di corsa ad un'andatura dolce, accelerare progressivamentefino a raggiungere i 1000 metri con la possibilità di finire gli ultimi 500 più veloci possibile, spingendo a fondo negli ultimi 100 metri. La massima frequenza cardiaca (FC max) è letta dal cardiofrequenzimetro al termine di questo test.

Potrebbe andare come test questo?
bizyo
Mezzofondista
Messaggi: 103
Iscritto il: 20 mag 2015, 9:35

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da bizyo » 23 giu 2016, 22:12

Ciao a tutti lo scorso anno dopo aver iniziato ero arrivato a correre per 40min consegutivi partendo da un pesodi93kg per174arrivato a 86.. Ora vorrei riprendere sono ritornaro a 91kg<br />Mi chiedevo ma il cardio mi potrebbe servire???<br /><br />Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk

Inviato dal mio SM-G900F utilizzando Tapatalk
Avatar utente
gian_dil
Moderatore
Utente donatore
Messaggi: 5598
Iscritto il: 10 mag 2012, 14:37
Località: Milano Est

Re: Uso del cardiofrequenzimetro 2

Messaggio da gian_dil » 23 giu 2016, 23:09

Bizyo...direi proprio che è un valido aiuto, non indispensabile ma può tornare utile. Soprattutto se lo imposti a indicare la % della FCMax

Inviato dal mio LG-H525n utilizzando Tapatalk
fai correre anche tu il porcellino :pig: di Running Forum, www.runningforum.it/viewtopic.php?f=102&t=46765
Rispondi

Torna a “Allenamento e tecnica”