La natura del periodo specifico

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: fujiko, franchino, gambacorta, Doriano

Avatar utente
alemercuzio
Aspirante Maratoneta
Utente donatore
Messaggi: 203
Iscritto il: 8 ott 2018, 14:21
Località: Piedmont

Re: La natura del periodo specifico

Messaggio da alemercuzio » 12 set 2019, 17:10

Riprendo questo vecchio 3d non perchè abbia una competenza in merito, ma proprio per capire l'argomento.
Da varie letture avrei inteso dei cicli strutturati in questo modo:
  • ciclo di costruzione / potenziamento ==> 2 mesi
  • periodo specifico ==> 5 settimane
  • ciclo di mantenimento (gare) ==> 2 mesi
  • recupero attivo ==> 3 settimane
La durata dei singoli cicli è stata impostata sulla base delle mie esigenze: corridore amtoriale senza ambizioni di tempo. Così potrei fare due giri completi all'anno.

Devo ancora studiare i vari sottocicli di carico e scarico per vedere cosa ne esce fuori (intanto cerco aiuti qua e là :D )

Per il mio carattere, il periodo specifico ha un senso se finalizzato ad un riscontro cronometrico... i tempi ovviamente sono relativi e sono secondari rispetto al completare una gara con il sorriso
___________________________________________
10k: 49'29'' - LA DIECI CHE VALE '18 (Torino)
mezza: 1.49'03'' - mezza di Barcellona '19 (Barcellona)
bio: 1980 - 170cm x 60kg
Avatar utente
arme
Guru
Messaggi: 2872
Iscritto il: 4 giu 2013, 21:11
Località: Treviso
Contatta:

Re: La natura del periodo specifico

Messaggio da arme » 19 set 2019, 19:43

bravo che l'hai ritirato fuori...sempre interessante ed attuale.

parto dal fondo: il periodo specifico ha senso quando stai preparando una certa "cosa", sia essa gara o altro, e non necessariamente legata ad un riscontro cronometrico.
spiego con l'esempio più classico: il periodo specifico della preparazione alla prima maratona, per un neofita a cui non interessa il tempo ma "arrivare col sorriso" (cito te) deve prevedere una serie di lunghi. quanti e come dipende dalla persona e dal dettaglio del programma.

durate: non sono fisse! dipende dal livello in cui parti, anche qui provo a spiegarmi con un esempio. io l'ultima maratona l'ho fatta ad aprile del 2018, da allora ho fatto praticamente un anno di mantenimento. se dovessi ripreparare ora una 42, il mio ciclo di costruzione non sarebbe certamente 2 mesi ma dipenderebbe da quando è la gara che mi interessa, considerando che il periodo specifico per una maratona è attorno a 3 mesi. morale: se la maratona fosse a gennaio fare 2 settimane di mantenimento e poi via di lunghi.
<< nelle corse che faccio c'è il meglio che do c'è la voglia che ho >> e.r.

10K 35'59'' CorriTreviso '15
21K 1h21'27'' Palmanova '17
42K 2h59'29'' Treviso Marathon '18

https://connect.garmin.com/modern/profile/armearme
Rispondi

Torna a “Allenamento e tecnica”