Pronazione con consumo delle scarpe verso l'esterno..

Discussioni sui vari tipi di appoggio e stile di corsa

Moderatori: F-lu, grantuking, Hystrix

Avatar utente
Midarine
Mezzofondista
Messaggi: 67
Iscritto il: 7 mar 2017, 16:13

Re: Pronazione con consumo delle scarpe verso l'esterno..

Messaggio da Midarine »

Non vorrei fare il complottista,ma ultimamente si tende a consigliare sempre più spesso plantari costosissimi. Siamo certi che siano così necessari? Conosco qualche professionista che appena ti vede ti consiglia un plantare.......
Avatar utente
zagros
Maratoneta
Messaggi: 367
Iscritto il: 14 apr 2014, 13:46
Località: Nord Italia

Re: Pronazione con consumo delle scarpe verso l'esterno..

Messaggio da zagros »

Io, invece, non ne conosco che non li consiglino!
Non si tratta di complotti, semplicemente di soldi in cambio di promesse di salute...presente i film western in cui il millantatore vendeva la pozione per guarire da tutti i mali e il complice moribondo dopo averla bevuta si metteva a correre? Ecco, le prove che i plantari funzionino solo le stesse...a noi crederci.
Avatar utente
bushdoc
Mezzofondista
Messaggi: 117
Iscritto il: 1 nov 2018, 17:52
Località: Roma

Re: Pronazione con consumo delle scarpe verso l'esterno..

Messaggio da bushdoc »

CianoB ha scritto:
29 feb 2016, 11:24
Ciao a tutti,
ma secondo voi è normale che un pronatore (sono decisamente pronatore, decine di negozi specializzati mi hanno cacciato sempre scarpe A4), con i piedi piatti.. da qualche anno consumi le suole sull'esterno?

Per intenderci queste scarpe hanno solo 200 km all'attivo:

I negozianti dicono che forse ruoto la pianta del piede in fase di spinta, o che magari il supporto A4 è troppo per il mio tipo di pronazione e allora mi danno sempre un altro modello più "morbido" ma alla fine sempre lì sto.

Con queste non mi sono trovato male, ma non posso pensare di cambiare scarpe ogni mese perché mi si consumano così, sono già arrivato alla plastica..
Sono nella stessa identica situazione. Nel 2014 quando ho cominciato a correre regolarmente ho fatto la prova sul tapis rullant e mi hanno classificato come pronatore moderato. Viste le lunghe distanze alle quali ambivo (42km), mi hanno consigliato scarpe A4. L'affermazione che ho sentito + volte è che con la stanchezza ed il minor controllo dovute alla distanza percorsa si tende tutti a pronare di più.
Da allora ho utilizzato sempre scarpe A4: Brooks Transcend e Adrenaline, Asics Kayano, Mizuno Wave Inspire, Nike Air Zoom Structure, Saucony Guide Iso.
Le ultime 2 -3 paia di scarpe le ho consumate tantissimo sul lato esterno. Da alcune foto che mi hanno fatto mentre correvo si vede chiaramente che poggio prima a terra l'avanpiede esterno.
Mi è quindi venuto il dubbio di non essere pronatore. Pensavo anch'io di provare un paio di scarpe neutre e vedere come cambia il consumo dopo 3-400 km.
Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
You're only here for a short visit. Don't hurry, don't worry.
And be sure to stop and smell the flowers along the way.
(Walter Hagen)
Avatar utente
Utente donatore
gian_dil
Moderatore
Messaggi: 5715
Iscritto il: 10 mag 2012, 14:37
Località: Milano Est

Re: Pronazione con consumo delle scarpe verso l'esterno..

Messaggio da gian_dil »

potresti farti fare un video, così vedi la rullata
fai correre anche tu il porcellino :pig: di Running Forum, www.runningforum.it/viewtopic.php?f=102&t=46765
Avatar utente
CianoB
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 510
Iscritto il: 14 apr 2010, 16:16
Località: Bergamo

Re: Pronazione con consumo delle scarpe verso l'esterno..

Messaggio da CianoB »

bushdoc ha scritto:
30 mag 2019, 15:24
Mi è quindi venuto il dubbio di non essere pronatore. Pensavo anch'io di provare un paio di scarpe neutre e vedere come cambia il consumo dopo 3-400 km.
Guarda, sono andato giusto settimana scorsa in un ennesimo negozio tecnico, dove mi han ripreso sul tapis e dove mi hanno vivamente consigliato scarpe A4. Mi han dato le Brooks Trascend 6, e ovviamente dopo meno di 60 chilometri si stanno consumando in esterno.

Ormai mi sono rassegnato al problema.
Avatar utente
orange
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 731
Iscritto il: 13 feb 2019, 19:20

Re: Pronazione con consumo delle scarpe verso l'esterno..

Messaggio da orange »

Io ho i piedi piatti e riesco a correre bene con le neutre. Con quelle con il supporto invece dipende, perché il piede piatto non è uno standard, quindi varia da scarpa a scarpa. Ce ne sono alcune che mi danno un lieve fastidio appena metto il piede, altre che le trovo meglio delle neutre.
Comunque la mia idea è che se si corre sull'avampiede e si lavora bene sulla tecnica e sull'appoggio il piede piatto è ininfluente (salvo situazioni estreme, con il piede molto pronato anche da fermo); il discorso cambia un po' con la rullata.

Mentre sul discorso degli infortuni credo dipenda molto anche dalla "storia" sportiva dell'atleta. Io ho sempre fatto sport fin da bambino e non ho mai messo i plantari. Quindi, pur con il difetto del piede piatto, le gambe si sono sviluppate di conseguenza rendendo normale ciò che non lo sarebbe.
Per chi non ha fatto molto sport, o ha usato - anche in periodi alterni - i plantari, potrebbe essere diverso.
gemano
Maratoneta
Messaggi: 390
Iscritto il: 26 ago 2015, 11:59

Re: Pronazione con consumo delle scarpe verso l'esterno..

Messaggio da gemano »

Ciao mi ritrovo anche io nella categoria, soprattutto con il piede sx...mi si consuma la scarpa sempre all'esterno mentre con il destro è più omogeneo. Ho provato ad acquistare un paio di neutre abbastanza strutturate (solar boost) e dopo 600 km sempre li siamo, sinistra consumata all'esterno destra con consumo regolare...contemporaneamente usavo anche una a4 (guide saucony ) ma proprio non mi sono trovato...400 km e pessime sensazione oltre che un male al tda adesso sono in dubbio se buttarmi su una a3 pura o qualcosa tipo transcend.
P.b. 5km 20.47 (09/09/2017 Legnano night run)
10km 43.08 (31/08/2020 allenamento... in questo pazzo 2020 )
mezza 1.42.45 (15/04/2018 lago maggiore half marathon )
30 km 2.44.01 (16/09/2018 30km Monza)
42.195 km 3.53.00 (14/10/2018 Parma marathon)

Torna a “Biomeccanica”