20km de Lausanne - 27-28/04/2024

Appuntamenti, esperienze, domande sulle gare più lunghe

Moderatori: franchino, runmarco, deuterio, Evuelledi

librenhaut
Novellino
Messaggi: 44
Iscritto il: 15 gen 2024, 22:43

20km de Lausanne - 27-28/04/2024

Messaggio da librenhaut »

Gara emblematica della città romanda, la terza in Svizzera per numero di partecipanti. Quest'anno edizione da record con oltre 30.000 iscritti tra tutti i percorsi, oltre 6.000 su quello da 20 km. Percorso impegnativo, che presenta un discreto dislivello (294 m secondo il sito ufficiale) ed è a tratti molto tortuoso. Partenza lungo il lago, poi si sale zigzagando dolcemente fino alla città vecchia con la cattedrale e il castello (punto culminante al km 12), si prosegue per le vie del centro e si riscende in modo più diretto prima di entrare nel circuito finale.

Immagine

All'indomani della gara, vengo qui a raccontarvi una grande gara. In un certo senso la mia prima "vera gara": avevo già partecipato (molto raramente) a manifestazioni podistiche, ma si trattava sempre di non competitive, con l'unica eccezione della Christmas Run fatta a dicembre scorso che però, visto anche il contesto, avevo preso più come una festa e un allenamento.

Inizialmente mi ero iscritto senza un motivo particolare: un po' perché i miei amici la facevano, un po' per provare a testarmi visto che non gareggio quasi mai, un po' perché sentendomi ormai un "runner losannese" (vivo qui da 7 mesi) mi andava di prendere parte alla festa e provare l'emozione in prima persona. Poi nelle ultime settimane ho iniziato a vederla come un primo obiettivo della stagione e ho iniziato a dirmi che stavolta cerco il crono, voglio offrirmi una soddisfazione sportiva e vedere a che punto sono arrivato.

Sì, perché prima di trasferirmi qui in sostanza correvo poco, ogni tanto qualche uscita semplice sui 5 e spicci al km ma più che altro ciclismo (in realtà la storia è lunga, c'è il mio diario retroattivo che la sta raccontando con molta calma :D ). Solo qui ho iniziato gli allenamenti seri, insomma le 3-4 uscite a settimana di cui 1 o 2 di intensità/ripetute. Ho visto man mano dei bei progressi ma ho avuto poche occasioni per testarmi: a fine novembre ho provato i 10 km in pista da solo con 41:13, poi a dicembre la Christmas Run di 7,2 km e 200D+ in 31:09. Ora dagli allenamenti mi sembra di essere un po' migliorato, penso che potrei avere nelle gambe il sub40 sui 10 km e un ritmo mezza intorno ai 4'15"/km. Ovviamente non ho nessuna certezza, il piano per la 20 km sarà: parto a 4'15", cerco di mantenere lo sforzo in salita (con un ritmo che sarà di conseguenza un po' più lento) e poi arrivato in cima do quello che mi rimane, il che può significare tutto da "discesa a bomba e sprint finale" a "almeno ora è discesa e anche se sono scoppiato posso provare a limitare i danni". L'obiettivo dichiarato è di restare comunque sotto 1h30, il sogno segreto riuscire a recuperare tutto il tempo perso in salita (rispetto ai 4'15"/km) e chiudere sotto 1h25.

Domenica, sveglia ore 6:30. Leggera colazione e mi preparo con calma. Giornata nuvolosa con alta probabilità di pioggia durante e dopo la gara, temperatura ok sugli 11-12 gradi. Intorno alle 8:35 esco (la sveglia presto era per digerire la colazione) e mi dirigo di corsetta molto leggera alla zona partenza/arrivo. Lascio la sacca, giro un po' per le varie zone cercando volti conosciuti ma non ne vedo. Mi ero messo d'accordo con un amico per andare insieme ma purtroppo lui ha dovuto saltare per problemi fisici. Completo il riscaldamento e raggiungo la partenza. Entro in griglia: dichiarando un tempo previsto di 1h30 mi hanno messo in prima griglia, penso saremo in mille a partire al primo sparo. Io sono circa a 3/4 della griglia, c'è calca ma è ragionevole.

Ore 9:30 lo sparo. All'inizio si sta fermi, poi si cammina, poi accelerando gradualmente si inizia a correre. Dopo 19 secondi passo sotto l'arco e faccio partire il mio timer. Stiamo già correndo, ancora pochi secondi e raggiungiamo l'andatura target di 4'15"/km. Il primo km passa tranquillo, andatura in controllo, ritmo tutto sommato facile, una corsa di piacere tra amici. Bello vedere tanti ragazzi e ragazze (e uomini e donne) che corrono così, dà un senso di amicizia anche tra sconosciuti. Al secondo km la folla si dirada un po', il ritmo aumenta leggermente e con molta discretezza ho superato il pacer di 1h30. Siamo a Ouchy, sembra che la città ancora dorma, poche persone ad assistere e a passeggiare lungo il lago. Dopo 3 km inizia la salita e il percorso quasi torna indietro. Cerco di mantenere il ritmo, in controllo come da programma: in salita spingo il giusto e quando molla un po' mi lascio andare. In breve l'ambiente cambia, ora c'è musica, gente che incoraggia e bambini che danno il 5. Arrivo al ristoro del quinto km ma non prendo niente, berrò al decimo. Inizia a cadere qualche goccia di pioggia, non dà particolarmente fastidio.

Intorno al secondo tornante è tutto un saliscendi, continuo con il ritmo che sto facendo ma vedo che in realtà sto andando un po' più veloce del previsto, sento lo sforzo ma sento che lo sto reggendo bene e ne ho ancora per tanto. Ho fatto 6 km, e penso che se la gara fosse da 10 mi dispiacerebbe essere già a più di metà. Decido di provare a mantenere questo ritmo un poco più elevato del previsto, sento che posso permettermelo. Supero Parc de Milan, lo sforzo si fa sentire quando attacco la salita che mi condurrà al ristoro del decimo km, ma mi sento in controllo e riesco a non pensarci. Con fatica percorro la salita, finalmente sono in centro. Al km 10 il Garmin segna 43:16. Sento la stanchezza ma ne ho ancora il giusto: se c'è un punto della gara dove vorrei essere è proprio a metà. Bevo un bicchiere d'acqua al ristoro, senza fermarmi.

Ora mi aspetta l'ultima salita fino al castello. Conosco più o meno il percorso, è quasi lo stesso della Christmas Run. Si sale in modo ripido su stradine strette, ma almeno ora siamo un po' più diluiti. Spingo ma senza esagerare. Supero Pont Bessières, vedo la cattedrale e vedo quelli che già stanno scendendo, sono un bel po'. Caspita, e io che pensavo di star andando forte. Ma tutti questi in quanto vogliono chiudere, 1h15? (In realtà no, erano solo 4 minuti avanti a me) Un ultimo sforzo e vedo lo striscione del km 12, con scritto qualcosa tipo "on est au sommet, dans 8 km la gloire". Il Garmin segna 52:41 al km 12, media di 4'23"/km. Ci sono, sono arrivato al castello. Plus que la descente. Sento che posso spingere, dare tutto in discesa e provare il colpo grosso, sperando che me ne resti per gli ultimi 2 km.

Tratto ripido, quelli davanti a me partono fortissimo, andranno a 3 al km. La pioggia ha ormai bagnato la strada, non vorrei scivolare e cadere. Sento che le scarpe tengono, sembra sicuro, vado anch'io a tutta. Il percorso non è velocissimo, si passa per le strette vie pedonali del centro, ogni tanto si risale leggermente. Supero l'ora di corsa e vedo lo striscione del km 14. Un minuto da recuperare per portare la media sotto i 4'15"/km e chiudere sotto 1h25. Sento di avercelo, ma la discesa la devo fare forte. E chiaro, non devo scoppiare negli ultimi 2 km. Bevo un sorso di bevanda energetica al ristoro del km 15. La dernière montée. Ah già, c'è da risalire all'altezza di Pont Chauderon. Ma subito inizia il discesone. Mi lancio in Avenue de Tivoli, alla mia sinistra una folta schiera di runner un po' provati sta salendo in senso opposto. Noi invece scendiamo veloci, e io sto sorpassando. Passo Montelly e corro forte accanto alla metro di Provence, voglio imboccare la Vallée de la Jeunesse davanti. Che meraviglia correre giù per questa stradina sinuosa in mezzo al verde! Sto volando, ma mi sento in controllo, sto tenendo. Sono al km 17 e ho recuperato tutto lo svantaggio. Ci sono, dovrei avercela fatta. Aspetta no, c'è ancora quel circuito di più di 2 km verso il CIO. Voglio dare tutto ma non devo assolutamente scoppiare.

Finita la discesa, d'istinto continuo con il ritmo forte anche in piano e in un breve tratto di contropendenza. Ormai lo sprint è lanciato. Uno sprint di 2700m. Diciottesimo km in 3:51, ho già superato il villaggio di festa e sono in direzione CIO. Se riesco a stare sotto i 4'/km per gli ultimi due potrei addirittura chiudere in meno di 1h24. Ora sono davvero dans le dur, come è giusto che sia nel finale di una gara come questa. Penso solo a spingere, devo tenere fino alla fine. Il mio corpo mi urla: cosa fai, così non reggo, rallenta! Guardo l'orologio e la testa si impone: hai già fatto altri 600m, vai vai che sei arrivato! Ultimo km, attraverso il parcheggio e mi lancio nella rampa finale che ho già provato in allenamento. Striscione dei 500m, ora non c'è da pensare, c'è solo da accelerare. Passo sotto gli archi gonfiabili, curva a destra e la rampa si immette sulla pista dello stadio Pierre de Coubertin. Ora è come un 400 in pista, rilancio e visualizzo la linea di arrivo che è lì. Ecco la curva, lo striscione dei -100, vedo il traguardo e l'orologio che segna ancora le 10:53:xx. Sprinto un'ultima volta sul rettilineo e taglio il traguardo in 1:23:30. Mi fermo, è finita. Ce l'ho fatta! Bevo un sorso d'acqua, mi sciacquo la faccia.

Immagine

Gara fantastica sotto ogni aspetto: il percorso, l'ambiente, il piacere di correre, la gestione e il risultato. Potevo partire più forte? Forse. Ma non ho rimpianti, per come mi sentivo e per le informazioni che avevo sento di averla gestita alla perfezione.

Riprendo conoscenza e mi dirigo al ristoro e alla medaglia. Una mela, bevanda energetica, the freddo e latte e cioccolato. Sta piovendo bene, mi riparo sotto la tenda massaggi. Quasi quasi mi fermerei per un massaggio, ma c'è fila e rischio di prendere troppo freddo, meglio che vado a vestirmi. Recupero i miei affaires e continuo a girare un po' per la zona arrivo, in cerca dei miei compagni. Qualcuno l'ho incrociato per un attimo in corsa o nel pubblico, ma ora non vedo più nessuno e non c'è un luogo in cui dovremmo ritrovarci. Mi godo un po' la festa e concludo vedendo la partenza della 10 km alle 12:15 e poi, tornando a casa, il passaggio dei primi al km 7. Cammino tranquillamente in salita fino a casa, le gambe sono effettivamente un po' stanche ma esistono ancora. Meglio così, spero che tra 2-3 giorni l'avrò recuperata e potrò farmi qualche altra bella corsa.

Pensieri sparsi: prima di tutto, quanto mi piace correre! E correre a lungo. Gli ultimi 3 km sono stati una sfida sportiva dura, ma i primi 17 sono stati godimento puro. Se a quel punto mi avessero detto che la gara era cambiata e si arrivava a 25 km avrei detto ok, alla grande, e avrei fatto gli ultimi 8 al ritmo dei primi 12. Poi, ora che la stagione avanza mi volterò giustamente verso il trail, correre in montagna non ha paragoni, però che bello anche correre in città con tutta la città dedicata a te e la popolazione che è lì per te a sostenerti. Forse si può pensare ad un esordio sulla distanza regina, magari a fine 2024 o inizio 2025. Cioè fare quello che ho fatto oggi per 1 ora e 23, ma che duri 3 ore o giù di lì. Aspetta, ma io una maratona la correrò già prima, tra due mesi a Verbier. Sempre se sarò pronto. Ma lì è completamente diverso, ci sono 3000m di dislivello e temo sarà più camminata che corsa, ci metterò 7 ore se va bene. Ma oggi ho chiuso una gara di 1h23, mi viene in mente così che forse potrei provare a farne una da 3h, come faccio tra 2 mesi ad essere pronto per una da 7h? :emb:
Avatar utente
Beppogo Utente donatore Donatore
Top Runner
Messaggi: 5704
Iscritto il: 27 mar 2019, 9:16
Località: Lugano

Re: 20km de Lausanne - 27-28/04/2024

Messaggio da Beppogo »

Bravissimo conosco la zona per esserci stato una decina di volte per problemi sanitari ( niente di grave ) a Montchoisi, penso che tu sia stato troppo modesto nella descirzione del percorso, le salite e le discese che io ho fatto (camminando) sono davvero impegnative, ricordo anche stradine, vicoli e qua e la' il pavè.
Io un tempo cosi ci farei la firma in pianura, ho visto che vai a Verbier, solo per la gara o hai in mira delle Stone per l'UTMB ?
Badges: Equino / 3 x Stambecco
Badges conquistabili da tutti. Info: thread "andare a correre dopo il lavoro"
librenhaut
Novellino
Messaggi: 44
Iscritto il: 15 gen 2024, 22:43

Re: 20km de Lausanne - 27-28/04/2024

Messaggio da librenhaut »

Grazie @Beppogo e scusa la latitanza :D

Sì in particolare la zona del centro (dal km 10 al 15) era soprattutto stradine e vicoli, spesso in pavé, ma pensando alla globalità del percorso non c'erano mai pendenze davvero proibitive, in pratica si saliva molto gradualmente dal lago al castello arrivandoci solo al km 12, poi la discesa aveva la pendenza giusta per fare velocità (escludendo i tratti più "tecnici" e tortuosi).

Verbier sarà la mia prima gara di trail, a meno che non decida di inserirne una "di preparazione" qualche settimana prima. Intanto vado per la gara che ha un percorso secondo me molto interessante, in particolare la salita al Mont Rogneux e il successivo tratto con il col des Avouillons e il sito di Panossière, con il ghiacciaio che scende dal Grand Combin. Poi il fatto di prendere Stones per l'UTMB sarà un ulteriore stimolo per essere finisher e per continuare con altre gare. Ora posso dire senza troppa cognizione di causa che mi piacerebbe l'idea di partecipare un giorno all'UTMB (o CCC o OCC), poi però bisognerà vedere se effettivamente mi appassionerò a distanze così lunghe e se il mio corpo sarà in grado o meno di affrontarle.
Avatar utente
Beppogo Utente donatore Donatore
Top Runner
Messaggi: 5704
Iscritto il: 27 mar 2019, 9:16
Località: Lugano

Re: 20km de Lausanne - 27-28/04/2024

Messaggio da Beppogo »

Se del caso io ti consiglieri di fare un account UTMB, non costa niente, è facile da fare i punti e le Stones poi che farai mi pare che durano 2 anni, non sono sicuro che senza account di danno le stone.
Ho un account io, che sono una scamorza e che ho fatto una gara da 18km e D+ 1'1500, adesso ho un index di 288 punti 20k M
Badges: Equino / 3 x Stambecco
Badges conquistabili da tutti. Info: thread "andare a correre dopo il lavoro"
librenhaut
Novellino
Messaggi: 44
Iscritto il: 15 gen 2024, 22:43

Re: 20km de Lausanne - 27-28/04/2024

Messaggio da librenhaut »

Ho fatto già l'account dato che era obbligatorio per iscriversi alla gara di Verbier. Ovviamente non ho punti di nessun tipo, il che sarà la ragione per cui con ogni probabilità mi faranno partire dall'ultima ondata, 1 ora dopo i primi. Poi sull'account saranno registrate le Stones e i risultati delle gare che farò, e verrà calcolato l'UTMB Index che è una misura di quanto sei andato forte negli ultimi 2 anni ma non comporta nulla ai fini del sorteggio (basta tu abbia un Index valido, non importa quanto). Le Stones poi in realtà non scadono mai, l'unica richiesta è di averne acquisita almeno una negli ultimi 2 anni. Quindi se quest'anno prendi delle Stones e poi sparisci per 10 anni, se ti riviene voglia ti basterà fare una sola gara che ti dia almeno una Stone (e un Index valido per la categoria a cui vuoi partecipare) e potrai provare il sorteggio usando anche quelle che avevi prima

Torna a “Altre Distanze Oltre 10 Miglia”