Uso del cardiofrequenzimetro

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: franchino, fujiko, gambacorta, filattiera

alexliv77
Maratoneta
Messaggi: 398
Iscritto il: 18 feb 2014, 19:33

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da alexliv77 »

al68 ha scritto:Quindi gnr spiegami meglio per allenarmi con il cardio
Fl 75%-80%
Fm 85%
Ritmo mezza 87%-91%
Ritmo maratona 85%
Se sono giusti come parametri da cosa devo partire per calcolare queste percentuali se mi dici che la fcmax e' difficile da individuare
direi che adesso hai tutti i dati, non ti resta che allenarti al top :thumleft:
Avatar utente
gnr
Top Runner
Messaggi: 5232
Iscritto il: 23 ott 2011, 14:58

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da gnr »

:mrgreen:
Sicuramente lo scatenamento agonistico e' un fattore importante ed abilitante.
In linea di massimo comunque in un sprint vero dopo una gara corsa al massimo si arriva entro 3-5 battiti dal massimo, non di piu'.
Certo che uno puo' prendere quel numero ed aggiungere 5, per il calcolo delle zone e' sufficiente.
RunningFish

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da RunningFish »

gnr ha scritto::mrgreen:
Sicuramente lo scatenamento agonistico e' un fattore importante ed abilitante.
In linea di massimo comunque in un sprint vero dopo una gara corsa al massimo si arriva entro 3-5 battiti dal massimo, non di piu'.
Certo che uno puo' prendere quel numero ed aggiungere 5, per il calcolo delle zone e' sufficiente.
Esattamente quello che ho fatto la scorsa settimana. Sebbene non fosse una gara, al termine dei 10km, ho tirato uno sprint, e sono arrivato a 195. Ho aggiunto 5bpm per il calcolo delle zone.
Considero la valutazione corretta perchè le zone poi corrispondono sia al passo che i risultati che riesco ad esprimere.
alexliv77
Maratoneta
Messaggi: 398
Iscritto il: 18 feb 2014, 19:33

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da alexliv77 »

per me invece no. Nel senso, non che non vi credo, ma che su di me non è cosi.
Io ho la soglia (test conconi) a 154, fc che corrisponde al 93% della mia fc max reale (166) raggiunta in cima ad una salita sulla quale a darmi l'acqua al ristoro è stata la nostra amata Vergine Maria :D
RunningFish

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da RunningFish »

alexliv77 ha scritto:per me invece no. Nel senso, non che non vi credo, ma che su di me non è cosi.
Io ho la soglia (test conconi) a 154, fc che corrisponde al 93% della mia fc max reale (166) raggiunta in cima ad una salita sulla quale a darmi l'acqua al ristoro è stata la nostra amata Vergine Maria :D
E' possibile che tu sia più allenato.
In fondo, secondo me, con l'allenamento, il cuore non dovrebbe più avere la necessità di raggiungere il max per produrre gli stessi risultati. Ovvero, diventa più efficiente e, ad ogni singolo battito, pompa più sangue, portando più ossigeno ai tessuti. Quindi potrà battere 140 volte al minuto invece che 160, ad un determinato passo, o potenza.
Magari invece ho scritto una castroneria :king:
al68
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 859
Iscritto il: 21 apr 2012, 22:35
Località: ABRUZZO

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da al68 »

oggi sono uscito a fare una cl con le frequenze da tutti voi caldamente consigliate cioè 178 la mia fcmax +5=183 il 75%-80% sono 136-147 nei tratti in pianura perfetto ad una andatura di 4,45 a 142 bt il problema mi si presenta nelle salite anche non difficoltose che rallentando andando a 5,20 i battiti subito salgono sopra 150 è normale oppure sbaglio?
8,200 km NOTTURLA LANCIANESE 30,25” (2016)
21,097k Martinsicuro 1,26,52” (2014)
42,195 km Reggio Emilia 3,18,51” ( 2021)
al68
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 859
Iscritto il: 21 apr 2012, 22:35
Località: ABRUZZO

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da al68 »

alexliv77 ha scritto:per me invece no. Nel senso, non che non vi credo, ma che su di me non è cosi.
Io ho la soglia (test conconi) a 154, fc che corrisponde al 93% della mia fc max reale (166) raggiunta in cima ad una salita sulla quale a darmi l'acqua al ristoro è stata la nostra amata Vergine Maria :D
scusa alexliv77 non voglio fare il presuntuoso anche perché io sto chiedendo consiglio a voi, ma tu dai per buono al 100% che la tua soglia anaerobica effettuata con il test di conconi sia esatta? non può essere sbagliata quella di qualche battito?
8,200 km NOTTURLA LANCIANESE 30,25” (2016)
21,097k Martinsicuro 1,26,52” (2014)
42,195 km Reggio Emilia 3,18,51” ( 2021)
Cowboy Dan
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 643
Iscritto il: 7 ott 2012, 22:13

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da Cowboy Dan »

al68 ha scritto: ma tu dai per buono al 100% che la tua soglia anaerobica effettuata con il test di conconi sia esatta? non può essere sbagliata quella di qualche battito?
beh quella la misuri con la concentrazione di acido lattico nel sangue, la vedo dura che sbagli un dato simile.

curiosità, quanto può costare fare un test Conconi?
Maratona? Emergen...cy!
"Stanco dell'infinitamente piccolo e dell'infinitamente grande,lo scienziato si dedicò all'infinitamente medio."
Do You Realize?
Do You Realize? Facebook
al68
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 859
Iscritto il: 21 apr 2012, 22:35
Località: ABRUZZO

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da al68 »

si se misuri la concentrazione di lattato nel sangue non sbagli ma se fai un test di conconi in pista senza misurazione di lattato nel sangue puoi sbagliare di qualche battito
8,200 km NOTTURLA LANCIANESE 30,25” (2016)
21,097k Martinsicuro 1,26,52” (2014)
42,195 km Reggio Emilia 3,18,51” ( 2021)
Cowboy Dan
Aspirante Ultramaratoneta
Messaggi: 643
Iscritto il: 7 ott 2012, 22:13

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da Cowboy Dan »

ah, non sapevo si potesse fare il Test senza misurazione del lattato, conoscevo solo quello con prelievo di sangue dal lobo dell'orecchio. e come misura la soglia anaerobica il test su pista?
Maratona? Emergen...cy!
"Stanco dell'infinitamente piccolo e dell'infinitamente grande,lo scienziato si dedicò all'infinitamente medio."
Do You Realize?
Do You Realize? Facebook

Torna a “Allenamento e Tecnica”