Uso del cardiofrequenzimetro

Consigli, suggerimenti, discussioni generiche

Moderatori: franchino, fujiko, gambacorta, filattiera

Avatar utente
AndreaR
Ultramaratoneta
Messaggi: 1035
Iscritto il: 15 giu 2012, 13:36
Località: Milano

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da AndreaR »

Grazie ad entrambi per le risposte :)

Come aroldo sa ho appena iniziato ad usare il cardio e sto ancora studiando sia lo strumento sia me stesso.

Preferisco fare un periodo di osservazione dati (e test indicativi per la fc max) prima di usarlo come guida vera e propria per gli allenamenti.

Considerato che conoscere la reale fcmax non è facile, credo che sia meglio derivare le FC che delimitano le tipologie di corsa (o le zone di allenamento) dall'esperienza diretta ovvero correndo e osservando la relazione tra FC e respiro.

Ad esempio, la corsa registrata che ho linkato nel mio intervento precedente è fatta tenendo un passo vicino al passo massimo che attualmente riesco a tenere mantenendo un respiro rilassato (cicli da 8 o 6 passi). Quindi un passo da CL che tecnicamente starebbe tra il 70 e l'80% della FCmax (usando la foruma di karvonen che tiene conto della FCmin)

La mia impressione (che devo testare però più a fondo) è che se spingo di più portando la FC stabilmente sopra 168 oltre inizio a sentire la necessità di passare a cicli di respirazione ogni 4 passi.

Quindi 168 potrebbe essere un valore candidato (in base alle poche osservazioni in mio possesso) per segnare il mio confine tra CL e CM in termini di FC.

Dato che la mia FCmin media è 53 (49 il valore puntuale minimo) se prendo 168 come confine tra CL e CM, ovvero il classico 80%
significa che la mia FCmax potrebbe essere (168-53)/0.8+53=197.

Con le prossime uscite e con i nuovi dati cercherò di affinare le misure e di testare i limiti tra CL e CM in termini di FC facendo una spece di progressivo.

Si capisce che per anni ho fatto lo statistico di professione? :mrgreen: :mrgreen:
Avatar utente
aroldo74
Top Runner
Messaggi: 12115
Iscritto il: 7 giu 2011, 2:02
Località: Parma

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da aroldo74 »

AndreaR ha scritto:Grazie ad entrambi per le risposte :).......................
......................................
......................................
Si capisce che per anni ho fatto lo statistico di professione? :mrgreen: :mrgreen:
Complimenti ti sei ammalato della mia malattia:
La cardiofrequenzite acuta
Tutto quello che hai scritto mi ha quasi commosso per il rigore logico e matematico. =D> =D>
La tua, secondo me, è un'ottima strada perché sei partito dall'osservazione delle tue sensazioni ed è forse il modo migliore di conoscere il proprio corpo.
Veramente preciso poi!!! :hail: :hail:
Facci sapere il resto. :thumleft:
UNA VITA FA....PB:3000 10'32"- 5 Km 17'55" - 10 Km 36'46" - HM 1h23'13" - MAR. 3h15'48"
Prossima gara.......
Avatar utente
AndreaR
Ultramaratoneta
Messaggi: 1035
Iscritto il: 15 giu 2012, 13:36
Località: Milano

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da AndreaR »

:mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:

In effetti sembro un malato di mente :albino:
e mia moglie mi osserva con estremo sospetto :afraid: :afraid:
Avatar utente
aroldo74
Top Runner
Messaggi: 12115
Iscritto il: 7 giu 2011, 2:02
Località: Parma

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da aroldo74 »

AndreaR ha scritto:...
mia moglie mi osserva con estremo sospetto :afraid: :afraid:
La mia ci a messo una pietra sopra...da quando non fa che trovare in giro foglietti. volanti con strane espressioni matematiche, calcoli vari ed astrusi grafici. :mrgreen: :mrgreen:
UNA VITA FA....PB:3000 10'32"- 5 Km 17'55" - 10 Km 36'46" - HM 1h23'13" - MAR. 3h15'48"
Prossima gara.......
Avatar utente
Lella
Guru
Messaggi: 3407
Iscritto il: 28 mar 2012, 19:11
Località: Milano

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da Lella »

aroldo74 ha scritto:
B1gb1ng ha scritto:...
É vero cio che dice b1gb1ng. :thumleft:
La frequenza desiderata si raggiunge e stabilizzazione dopo un paio di km.
Poi cerca di non farla oscillare troppo.
:
Grazie ragazzi! Oggi vedremo come va!
10 km 43.30 - 21 km 1.38.45 - 42 km 3.44.45
Avatar utente
oedem
Guru
Messaggi: 2153
Iscritto il: 28 giu 2011, 10:42

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da oedem »

durante un lento, meglio mantere costante la fc o il passo?

lo chiedo perché dopo i primi 5km la fc aumenta e va sopra i 150 pur mantenendo la stessa vel per concludere poco sotto i 170bpm verso i 10km
10km: 10/11/19 45:12 Busto Arsizio HM
Mezza: 10/11/19 1:37:50 Busto Arsizio HM
Maratona: 28/10/2018 4:54:30 Venice Marathon
Avatar utente
AndreaR
Ultramaratoneta
Messaggi: 1035
Iscritto il: 15 giu 2012, 13:36
Località: Milano

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da AndreaR »

I primi km (circa 2) la FC aumenta fino a stabilizzarsi.

Se hai fatto un buon riscaldamento ovviamente le FC sale e si stabilizza prima.

Poi a parità di passo la FC rimane costante fino a che il tuo livello di allenamento te lo consente.

L'incremento della FC a parità di passo (si chiama deriva) é normale ma il momento di inizio dipende dal soggetto e da quanto é allenato.

L'ideale in un lenti sarebbe di correrlo a passo e FC costati. Se FC sale, riduci il passo.


Sent from my iPhone using Tapatalk
Ultima modifica di AndreaR il 16 set 2012, 12:13, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
aroldo74
Top Runner
Messaggi: 12115
Iscritto il: 7 giu 2011, 2:02
Località: Parma

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da aroldo74 »

Quoto Andrea completamente.
Dopo che sarai ben allenato la FC salirà molto meno. :thumleft:
UNA VITA FA....PB:3000 10'32"- 5 Km 17'55" - 10 Km 36'46" - HM 1h23'13" - MAR. 3h15'48"
Prossima gara.......
Avatar utente
jegger
Ultramaratoneta
Messaggi: 1072
Iscritto il: 10 set 2011, 17:59
Località: Vicenza

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da jegger »

Ho appena provato a calcolare le percentuali di allenamento con la formula di Karvonen e sono rimasto abbastanza perplesso.

Sapendo che ho una FCmax di 202 e una FCmin di 58 mi trovo ad avere che per allenarmi per un FL (75%) dovrei andare a circa 165 bpm.
Io fino ad ora ho sempre corso i FL a circa 151 bpm (non riuscendo quasi mai a rispettare questo livello dato che solo all'inizio riuscivo a mantenere questo ritmo, poi salivo a 155 bpm). Col caldo poi era proprio dura mantenere questi bpm.
Ma quindi a quanto dovrei correre x fare un fondo lento? Il divario fra 165 e 151 è veramente elevato e non so come comportarmi.
Brevetto M.Grappa: v|v|v|v|v|v|v|v|v|10|11|v - strava
Prossime gare: -
Avatar utente
aroldo74
Top Runner
Messaggi: 12115
Iscritto il: 7 giu 2011, 2:02
Località: Parma

Re: Uso del cardiofrequenzimetro

Messaggio da aroldo74 »

A me da 166 al 75%. con Karvonen.
Con la diretta sempre al 75% da 151.
Puoi usare la diretta all'80% 161.
Se non ti da problemi correre a 166.

Se sei all'inizio é meglio andare forse un po' a meno per far abituare anche muscoli e tendini.

Con karvonen ottieni frequenze più alte e quindi più allenanti, ma anche il resto deve essere pronto.

Vedi un po' tu insomma. Se a 166 corri facilmente e le gambe non danno problemi allora va bene. :thumleft: :thumleft:
UNA VITA FA....PB:3000 10'32"- 5 Km 17'55" - 10 Km 36'46" - HM 1h23'13" - MAR. 3h15'48"
Prossima gara.......

Torna a “Allenamento e Tecnica”