[DIARIO] La corsa per un cardiopatico

Racconta le tue storie di passione & sudore

Moderatori: Doriano, grantuking, victor76

Avatar utente
Marcus86
Maratoneta
Messaggi: 328
Iscritto il: 30 ott 2021, 16:29

Re: [DIARIO] La corsa per un cardiopatico

Messaggio da Marcus86 »

Beh sul punto dei bpm devo dire che sinceramente non credo tanto nel fermarsi appena salgono.
Io credo che l'unica cosa che si possa fare è correre al ritmo più facile possibile senza che la corsa diventi innaturale o scoordinata.
I bpm si adeguano poi con l'aumentare della resistenza, e ovviamente non arrivano a 200 se la corsa è veramente facile.
Poi che all'inizio siano all'80%, poi 75% 70... Sono progressi lenti, basta non stare sempre al limite...

La mia base aerobica purtroppo è una briciola infinitesimale rispetto a quella di molti qui in questo forum.
Gente che fa le ultramaratone a un passo più veloce di quanto tengo io sui 5km...
Avatar utente
Marcus86
Maratoneta
Messaggi: 328
Iscritto il: 30 ott 2021, 16:29

Re: [DIARIO] La corsa per un cardiopatico

Messaggio da Marcus86 »

Allenamento portato a termine benissimo, anche se vedendo i dati rimango un po' perplesso...

Ore 6:00, 10° sereno e finalmente senza vento.

Oggi in programma 2 min riscaldamento, 16,1km facili e 2 minuti di defaticamento.
Dato che è da tanto tempo che non corro queste distanze parto molto conservativo.
Decido di godermi la corsa e non spingo per niente, tanto che alcuni km li chiudo a 6'30...
Non me lo faccio importare, continuo a correre con questa sensazione di fatica 0 e gradualmente mi sciolgo...
Verso metà del percorso capisco di averne ancora tanta e inizio gradualmente a progredire pur rimanendo in fascia lenta.
Sul finale vedo anche qualche 5 come prima cifra...
Chiudo l'allenamento benissimo, con le gambe ancora abbastanza fresche e nonostante tutto rimango convinto che sia stato un bellissimo allenamento.

Poi torno a casa e scarico i dati sul cellulare.
È lì la mia sorpresa... Battiti altini... Non in linea assolutamente con la sensazione di leggerezza provata.
Media intorno ai 160 è massima sopra i 170.
Roba da 10k a soglia anaerobica...
Bbooohhhh...
A me non è sembrato, comunque portiamo a casa un buon allenamento, una bellissima corsa in un bellissimo panorama guardando sorgere il sole e i complimenti di Amy che dice sempre che faccio un ottimo lavoro eccetto quando faccio i test sui 5'.
Ma li corro a 4'30"e ho i battiti a 140...

https://connect.garmin.com/modern/activ ... ique_id=86

Immagine
Avatar utente
oscar56
Top Runner
Messaggi: 8078
Iscritto il: 20 ago 2012, 16:13
Località: Milano

Re: [DIARIO] La corsa per un cardiopatico

Messaggio da oscar56 »

Stranissimo, può darsi che l'orologio non era ben fisso. Io mi rado anche la zona del polso così la peluria non interferisce.
dal 2012 5K 24'48 - 10K 52'40"- Mezza 1h57'45
1986 5K 16'15-10k 34'28-Mezza 1h24'14"-30km 2h15'12 (MI-PV)
mai un podio figuriamoci adesso.
http://www.parkrun.it/milanonord/

Torna a “Storie di Corsa”