Drop zero.

Moderatori: fujiko, gambacorta, gian_dil, d1ego

Avatar utente
davide1977
Top Runner
Messaggi: 8317
Iscritto il: 25 ago 2011, 11:12
Località: Milano Est

Re: Drop zero.

Messaggio da davide1977 »

Qui da noi rischiano poco :mrgreen: ma prova a fare una ricerca su google con:
VIBRAM o ADIDAS,MINIMAL;CLASS_ACTION
In U.S.A. ci vanno giu pesante :afraid: con le richieste :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
quark
Mezzofondista
Messaggi: 121
Iscritto il: 10 ott 2012, 11:43
Località: Trevigiano

Re: Drop zero.

Messaggio da quark »

Allora anche allegato al piede ci vorrebbe il medesimo avvertimento: correte con cautela con il piede nudo; oppure: infilatevi sempre una scarpa adeguatamente ammortizzata!
Avatar utente
davide1977
Top Runner
Messaggi: 8317
Iscritto il: 25 ago 2011, 11:12
Località: Milano Est

Re: Drop zero.

Messaggio da davide1977 »

:wink: infatti chi vuole iniziare a correre barefoot è bene che si informi e documenti prima.Togliersi le scarpe ed iniziare a correre a piedi nudi senza prima un adeguato adattamento è il modo migliore per farsi male :pale:. Poi naturalmente c'è caso e caso ma la regola generale è quella :salut:
Avatar utente
andrebarca78
Mezzofondista
Messaggi: 86
Iscritto il: 31 ago 2011, 12:30

Re: Drop zero.

Messaggio da andrebarca78 »

Q8,ottime risposte..avete già detto tutto voi per bene :D
P.s io recupero più in fretta da quando corro minimalista...anche quello fa parte del miglioramento prestazione secondo me.. ;-)
Avatar utente
davide1977
Top Runner
Messaggi: 8317
Iscritto il: 25 ago 2011, 11:12
Località: Milano Est

Re: Drop zero.

Messaggio da davide1977 »

Rispolvero questo 3d per porre una domanda ,che poi è una riflessione personale.
Ultimamente vedo molte tabelle per la scelta delle scarpe che mettono le A0 come consigliate per distanze brevi con velocità elevate ( sotto i 4 ).
Ora,naturalmente, io considero questa distinzione molto (ma molto ) superficiale in quanto l'idea che sta alla base delle Minimal ha poco o niente a che fare con le velocità ma tanto sulla tecnica.Detto questo però è indubbio che ultimamente le case stiano puntando molto su modelli "prestazionali " ( scusate il neologismo =; ) lasciando un po da parte quei modelli "estremi" ( vedi 5f o Merrel giusto per capirci ) che fino a poco tempo fa rappresentavano il grosso del mercato e spesso il punto d'arrivo per chi intraprendeva il percorso minimal.
La domanda è questa : Attualmente,o meglio in futuro considerando l'andamento del mercato, ha/avrà senso parlare di "minimal" come di una filosofia di vita prima che di corsa,il cui fine è trovare un equilibrio piu naturale con il gesto tecnico, oppure andiamo verso una situazione in cui le A0 saranno semplicemente il gradino avanzato del runner secondo la scala prima jogging,poi corro,poi gareggio e infine passo ad un'A0 per andare piu veloce?
andreat1029
Maratoneta
Messaggi: 410
Iscritto il: 24 giu 2013, 19:25

Re: Drop zero.

Messaggio da andreat1029 »

Davide1977, per me già classificare una minimal A0 significa che nessuno ha capito un ca**o. Questo a me fa molta rabbia. In passato noi minimalisti abbiamo usato le A3, quindi conosciamo benissimo la differenza tra A3 e minimal. In futuro non so cosa ci aspetta, però ti assicuro che già molti brand hanno abbassato il drop. Solo i testardi come Nike e Asics continuano a fare modelli con drop 12 mm. Il motivo si sa, sono state le prime che hanno modificato lo stile di corsa in questi ultimi 30 anni, producendo scarpe molto tecniche e molto protettive. Capisco anche che non è facile ammettere il beneficio che da una minimal ma almeno non dare giudizi negativi o continuare a dire che sono scarpe per pesi leggeri o per la velocità.
10 km 00:40:14
21 km 01:30:27
42 km 03:40:30
Avatar utente
davide1977
Top Runner
Messaggi: 8317
Iscritto il: 25 ago 2011, 11:12
Località: Milano Est

Re: Drop zero.

Messaggio da davide1977 »

@Andrea la mia non era una riflessione fra A0 e A3 ma su quale sarà il futuro delle Minimal.
E' vero che tutte stanno diminuendo il drop nei loro modelli da gara ( la tendenza nelle A3 che dovrebbe arrivare prossimamente invece è di aumentarlo) ma appunto oramai per molte case si tratta di modelli da gara la cui funzione principale è permettere una corsa piu reattiva.
Ad esempio i primi tempi con le A0 mi guardavano storto e quando le consigliavo tutti a dirmi la solita storia del fatto che ormai abbiamo le scarpe e non siamo piu abituati e blabala bla... ultimamente invece molti mi dicono di averle prese ma che le usano solo in gara :nonzo: perchè nei lunghi preferiscono un A3 piu protettiva
andreat1029
Maratoneta
Messaggi: 410
Iscritto il: 24 giu 2013, 19:25

Re: Drop zero.

Messaggio da andreat1029 »

Purtroppo è anche una questione psicologica. Se tu sei convinto di ciò che stai facendo nessuno potrà farti cambiare parere. Riguardo i brand Prova a vedere SAUCONY e Mizuni A3 E VEDI i drop. http://www.runningwarehouse.com/
Qui troverai tutte le case produttrici con tutti i modelli e la descrizione dettagliata del prodotto.
10 km 00:40:14
21 km 01:30:27
42 km 03:40:30
Autumn

Re: Drop zero.

Messaggio da Autumn »

Comunque anche Asics e Nike hanno abbassato il drop. Non solo, nike è stata la prima ad introdurre una linea "minimal" con le free.
Nimbus e cumulus hanno 10 di drop da alcuni anni, Pegasus da quest'anno. Asics ha poi la sua linea 33 da drop 10 a 6mm a seconda dei modelli.

Solo per puntualizzare, poi il trend che vede tutte le case abbassare il drop c'è ed è fortissimo. Non solo nei modelli da gara, anzi, Saucony e NB hanno fondamentalmente tutte le loro scarpe A3 a drop 8.
Soltanto Mizuno e Brooks nelle loro linee tradizionali sono ancora a 12-13mm.
Per il resto la moda del minimalismo, almeno dal punto di vista commerciale, è già in rapido ed inesorabile declino. Vendono meno (e già vendevano poco nel 2010-2011 in termini assoluti).
E' normale che le case preferiscano ibridare i modelli tradizionali con alcuni concetti diventati di tendenza (come il drop ed il peso).
Tra l'altro una nuova tendenza è quella del massimalismo, cioè scarpe a drop ridottissimo (4mm o 0mm) e 3cm di stack.
Noto però che scarpe minimaliste o di transizione vengono più spesso integrate negli allenamenti da runner vecchia scuola per corse brevi e di potenziamento. Anche questo perché le case le pubblicizzano così.
Quindi il minimalismo resterò nella sua nicchia e, inevitabilmente, la confusione sulla nomenclatura, le categorie e l'utilizzo resterà (per i non praticanti).
Autumn

Re: Drop zero.

Messaggio da Autumn »

davide1977 ha scritto:@Andrea la mia non era una riflessione fra A0 e A3 ma su quale sarà il futuro delle Minimal.
E' vero che tutte stanno diminuendo il drop nei loro modelli da gara ( la tendenza nelle A3 che dovrebbe arrivare prossimamente invece è di aumentarlo) ma appunto oramai per molte case si tratta di modelli da gara la cui funzione principale è permettere una corsa piu reattiva.
Le scarpe "da gara" in realtà hanno più o meno sempre avuto drop bassi. Semplicemente il concetto di drop non era di uso comune ed è entrato in voga con l'avvento dell'ondata minimalista post 2009.
Quindi, in realtà, le scarpe da gara sono quelle che hanno subito meno l'influenza della tendenza minimalista.
Invece sono le A3 di punta di tutte le case ad aver subito il fascino del drop ridotto. E la tendenza sembra rafforzarsi.
Esempio 1080 NB drop 8
Nimbus/Cumulus drop 10
Saucony Ride drop 8
NB 980 drop 4
NB 890 drop 8
Pegasus drop 10

Torna a “Natural Running”